I polipi nell'intestino sono neoplasie benigne, spesso localizzate sulle sue pareti interne, come in altri organi cavi. Tali escrescenze sono formate dall'epitelio ghiandolare e sporgono nel lume dell'intestino, a volte poggiano sul peduncolo, e talvolta sono assenti, e poi parlano di polipi su una base ampia.

I polipi intestinali sono indicati come malattie precancerose, in quanto spesso sottoposti a degenerazione maligna (specialmente nella forma ereditaria di poliposi). Pertanto, quando vengono rilevati nell'intestino, i medici raccomandano inequivocabilmente la rimozione chirurgica. La difficoltà di diagnosticare la malattia sta nel fatto che i polipi danno sintomi lievi, anche se a volte è possibile sospettare la loro presenza su un numero di segni clinici (gonfiore, stitichezza, prurito e sensazione di corpo estraneo nell'ano).

La consistenza delle formazioni è morbida, come per la forma, può essere variata: sferica, ramificata, a fungo. Molto spesso, le escrescenze si formano nel retto o nella parte inferiore del colon. Nei polipi intestinali superiori sono estremamente rari. Ad esempio, solo il 0,15% dei casi viene rilevato nel duodeno. Il loro colore varia, può essere rosso scuro, grigio-rossastro, con una sfumatura gialla. A volte il muco si trova sulla superficie dei polipi.

Secondo le statistiche, la poliposi intestinale è una malattia comune. Circa il 10% delle persone che hanno tagliato il traguardo all'età di 40 anni hanno tumori benigni nei loro intestini. E negli uomini, si formano 1,5 volte più spesso. Più velocemente viene rilevata la patologia, maggiori sono le possibilità di prevenirne la malignità. Spesso aiuta a fare uno studio sul sangue occulto fecale. Quando la chirurgia per rimuovere i polipi dall'intestino viene effettuata in modo tempestivo, nel 90% dei casi diventa la chiave per la sopravvivenza umana.

Sintomi di polipi nell'intestino

È spesso impossibile sospettare la presenza di un polipo per alcuni sintomi, che è associato all'assenza di specifiche manifestazioni cliniche della patologia. Il grado della loro gravità dipende da quale educazione dimensionale, esattamente dove si trovano nell'intestino, nonché dal fatto che la loro malignità sia avvenuta o meno.

Tra i possibili sintomi dei polipi nell'intestino:

La secrezione di muco e sangue, che è più spesso osservata in presenza di adenomi villosi;

Se i polipi sono di dimensioni impressionanti, il paziente lamenta un dolore intermittente che è crampi in natura. Si verificano nell'addome inferiore. Inoltre, vi è il muco e il sangue, così come la stitichezza, che si verificano nel tipo di ostruzione intestinale. Spesso, con grandi polipi, una persona avverte una sensazione di corpo estraneo nell'ano;

In parallelo con i polipi, il paziente ha spesso altre patologie dell'apparato digerente, che lo portano a sottoporsi ad un esame completo, durante il quale il tumore viene rilevato per caso;

Lo sviluppo del cancro del colon-retto si verifica 5-15 anni dopo la formazione di un polipo adenomatoso villoso. La malignità si verifica nel 90% dei casi;

I sintomi apparenti dei polipi sono persistenti peristalsi. Può essere diarrea e costipazione. Più grande è la formazione, più spesso la stitichezza si verifica quando il lume intestinale si restringe. Di conseguenza, si forma un'ostruzione intestinale parziale;

Il paziente può provare una sensazione di pienezza nello stomaco, che soffre di eruttazione e nausea;

Con la comparsa di dolore nell'intestino, si può sospettare l'inizio del processo infiammatorio;

Un motivo di emergenza per andare dal medico è l'inizio del sanguinamento dall'ano. Questo è un sintomo abbastanza serio e può indicare un processo maligno nell'intestino;

Se un polipo ha una gamba lunga, potrebbe fuoriuscire dall'ano, sebbene questo sia piuttosto raro;

L'ipokaliemia è il risultato di un malfunzionamento dell'intestino dovuto alla presenza di grandi polipi con processi a forma di dito in esso. Essi secernono una quantità significativa di sali e acqua, stimolando così la diarrea profusa. Ciò porta ad una diminuzione del livello di potassio nel sangue.

Cause dei polipi nell'intestino

La medicina moderna non ha dati inequivocabili sull'eziologia della poliposi intestinale.

Tuttavia, ci sono alcune teorie che suggeriscono il meccanismo dello sviluppo della malattia:

Infiammazione cronica della parete intestinale. È stato dimostrato che i polipi non possono iniziare a formarsi nei tessuti sani. Pertanto, questa ipotesi riguardo alla causa del loro verificarsi sembra la più ovvia. I processi infiammatori che si verificano nella membrana mucosa, fanno sì che l'epitelio si rigeneri più velocemente e questo può trasformarsi in una crescita incontrollata. Inoltre, gli scienziati indicano la connessione tra il processo di formazione di polipi intestinali e malattie come dissenteria, colite ulcerosa, febbre tifoide, enterite, proctosigmoidite. La base di questa ipotesi è la scomparsa delle recidive di poliposi dopo aver eliminato queste malattie. Inoltre, la costipazione e la discinesia intestinale possono provocare la crescita di polipi. Si è constatato che le crescite polifere si trovano più spesso al posto dell'intestino, dove c'era congestione di feci e c'erano microtraumi;

Problemi di salute globale per la maggioranza della popolazione a causa del degrado ambientale. Non notare che l'indebolimento della salute nelle persone moderne è piuttosto difficile. Prima di tutto riguarda i bambini. Il numero di bambini con gravi anomalie congenite è in costante aumento. Molti bambini soffrono di malattie che in precedenza erano inerenti alle persone solo in età avanzata. Il processo di formazione dei polipi è influenzato anche da fattori come il consumo di cibo con prodotti chimici, l'inattività fisica, la mancanza di aria fresca nelle condizioni di vita in città, l'abuso di alcool, il fumo, le abitudini alimentari;

Patologia dell'apparato digerente e vasi sanguigni. Lo stato della mucosa intestinale dipende in gran parte dai vasi sanguigni. Un effetto negativo della varicosi e della malattia diverticolare, aterosclerosi. Non possono influenzare la salute della patologia intestinale dell'apparato digerente (ulcera gastrica, gastrite, pancreatite, colecistite e altri);

Genetica. Si ritiene che l'ereditarietà gravata influisca sullo sviluppo della malattia. Ciò è confermato dal fatto che anche in uno scenario di salute assoluta si riscontrano crescite polifere in alcuni bambini. Gli scienziati spiegano questo fatto con un programma genetico che fa funzionare in modo diverso alcune sezioni intestinali;

Teoria embrionale Gli scienziati ipotizzano che le aree dell'intestino in cui si verifica la formazione di polipi si siano formate in modo errato durante lo sviluppo fetale. I sintomi della malattia iniziano ad apparire un po 'più tardi a causa dell'influenza di ulteriori fattori negativi;

Allergie alimentari, intolleranza al glutine. Se solo pochi decenni fa, un problema come l'intolleranza al glutine era raro, ora sempre più bambini soffrono di questa forma di allergia alimentare. Quando i prodotti contenenti questa proteina vengono ingeriti, il sistema immunitario inizia a reagire violentemente ad essa. Considera il glutine come un agente estraneo, che causa danni alla mucosa che riveste l'intestino. Se si ignora l'inadeguata risposta immunitaria, una persona è minacciata da seri problemi di salute, tra cui il cancro dell'intestino e lo sviluppo dell'osteoporosi.

Oltre al fatto che ci sono cause comuni dello sviluppo di polipi nell'intestino, vengono presentati i fattori più probabili della loro formazione in vari dipartimenti, ad esempio:

Raramente la formazione di crescite polipose all'interno del duodeno è più spesso il risultato di una gastrite con acidità aumentata, colecistite o malattia calcoli biliari. L'età del malato varia da 30 a 60 anni;

Ancora meno spesso vengono rilevate formazioni nella cavità dell'intestino tenue. Tuttavia, sono combinati con polipi in altre parti dell'intestino e nello stomaco, più spesso diagnosticati in donne di età compresa tra 20 e 60 anni. La comparsa di escrescenze può essere innescata da molteplici fattori, tra cui il processo infiammatorio conduce;

Formazioni trovate nel colon, il più delle volte il risultato di eredità negativa.

Qual è la probabilità di degenerazione del polipo nel cancro intestinale?

Circa il 75% di tutte le formazioni polifere trovate nell'intestino sono capaci di malignità. Tali crescite sono chiamate adenomatose. Per determinare il sottotipo di polipo adenomatoso, è necessario studiarlo al microscopio. I polipi possono essere tubolari, ghiandolari, villosi o semplicemente villosi. La prognosi più favorevole in termini di ozlokachestvleniya dà l'educazione tubolare. I polipi villosi sono i più pericolosi e più spesso rinati nel cancro.

La dimensione della formazione influenza inoltre se un polipo è minacciato di malignità. Di cosa si tratta, il rischio è più alto. Quando la crescita del volume supera i 20 mm, la minaccia viene esacerbata del 20%. A causa del fatto che anche i più piccoli polipi aumenteranno costantemente, devono essere rimossi immediatamente dopo il rilevamento.

Ci sono alcuni tipi di polipi che non sono minacciati di malignità - si tratta di formazioni iperplastiche, infiammatorie e hamartomatiche.

Le formazioni adenomatose sono le più pericolose. Hanno un alto potenziale di malignità.

I grandi polipi rinascono malignamente con un maggiore grado di probabilità.

La colonscopia, la rectoromanoscopia e la sigmoidoscopia sono procedure diagnostiche che devono essere eseguite regolarmente per le persone sopra i 50 anni che hanno un'eredità pericolosa. Se le crescite non sono scoperte, allora la prossima volta è consigliato venire alla clinica dopo di due anni;

Dopo l'eliminazione della formazione di adenomatosi, una persona viene regolarmente esaminata per nuovi polipi nell'intestino;

La medicina moderna ha prove speciali per diagnosticare una predisposizione ereditaria allo sviluppo del cancro intestinale. Questa tecnica consente di prevenire tempestivamente l'inizio della degenerazione oncologica dei polipi.

Diagnosi di un polipo nell'intestino

La fase iniziale della malattia non dà sintomi brillanti, quindi la maggior parte dei paesi sviluppati ha introdotto una consegna annuale obbligatoria di feci per rilevare il sangue nascosto in esso. Questa analisi consente di rilevare anche particelle di sangue invisibili che escono con le feci durante i movimenti intestinali. Tuttavia, anche un risultato negativo dell'analisi non può indicare che non ci sia assolutamente polipo nell'intestino.

Tecniche come la risonanza magnetica e la TC possono rilevare la crescita in alcune parti dell'intestino. Per diagnosticare loro nel retto e nel colon sigmoideo, è più opportuno sottoporsi a una sigmoidoscopia usando un rettoscopio. Questo dispositivo consente di visualizzare più a fondo la parete intestinale. Inoltre, i proctologi raccomandano una sigmoidoscopia profilattica ogni 5 anni. È necessario fare tutte le persone per oltre 50 anni.

La ricerca con le dita è un altro modo per rilevare crescite polifere, ragadi, tumori, cisti ed emorroidi nella parte terminale del retto e nell'ano.

L'irrigoscopia consente la visualizzazione di formazioni più grandi di 10 mm. Viene eseguita introducendo un agente di contrasto nell'intestino crasso ed eseguendo fotografie a raggi X.

Tuttavia, il metodo più moderno e informativo per diagnosticare la poliposi è la colonscopia. Permette di ottenere informazioni su eventuali patologie dell'intestino e, quando viene rilevato un polipo, è possibile eseguire immediatamente una biopsia. La biopsia risultante viene inviata per l'esame istologico e citologico.

È importante che un medico non prenda un polipo per un'altra istruzione simile a lui:

Angioma. È un tumore che ha vasi multipli ed è spesso manifestato da gravi emorragie;

Il lipoma è un piccolo tumore, spesso scegliendo la parte destra del colon per la localizzazione;

Mioma, provocando un'ostruzione intestinale, viene diagnosticato raramente;

Un tumore non epiteliale che non ha un gambo e raggiunge allo stesso tempo una dimensione impressionante;

La malattia di Crohn può scatenare pseudopolipi, che si trovano nella parte superiore dell'intestino crasso;

Actinomicosi, che colpisce il cieco.

Differenziare il tipo di educazione aiuta principalmente l'istologia.

Domande e risposte popolari

Devo rimuovere polipi nell'intestino? La risposta a questa domanda è decisamente positiva. Qualsiasi polipo deve essere rimosso, il suo altro trattamento è impossibile.

Lo stomaco fa male ai polipi nell'intestino? Dolori di un carattere cramping possono essere osservati con grandi polipi. Allo stesso tempo la parte inferiore dell'addome e la regione iliaca sono dolorose. Inoltre, il dolore addominale può apparire sullo sfondo dell'infiammazione unita.

I polipi intestinali si rimuovono durante la rettoscopia? Durante questo studio diagnostico, possono essere rimosse formazioni di piccole dimensioni ben localizzate. In tutte le altre situazioni, è necessario un intervento chirurgico.

Trattamento dei polipi intestinali

Dopo che il polipo è stato accuratamente differenziato, il medico decide il metodo di rimozione. Per quanto riguarda il trattamento farmacologico, non è praticato, perché non è in grado di salvare il paziente dalla crescita eccessiva. In alcuni casi, è indicato un farmaco, ma questa misura è temporanea e consente di preparare il paziente per l'operazione imminente. Ciò è particolarmente vero per i pazienti con un sistema immunitario indebolito e in età avanzata.

Per ridurre i farmaci prescritti dalla distensione addominale dal gruppo di antiflatulanti, ad esempio, Simeticone. In presenza di forti dolori, si consiglia di assumere antispastici, ad esempio No-shpy.

Rimozione di polipi intestinali

Indipendentemente dalla dimensione delle formazioni, ognuna di esse deve essere rimossa. Dopo questa procedura, viene eseguito un esame microscopico per la presenza di cellule atipiche.

I metodi più popolari per rimuovere le crescite nell'intestino sono:

Escissione polipo transrettale

La procedura viene eseguita con forbici o un bisturi. In questo modo, solo i polipi vicino all'ano possono essere rimossi dal corpo. Dovrebbero essere non oltre 10 cm dall'inizio dell'ano, sebbene una distanza di 6 cm sia considerata ottimale per tale operazione.

Al paziente viene somministrato un anestetico locale. Più spesso usato per questo Novocaina 0,25%. L'anestesia generale è usata molto raramente. Dopo l'inizio dell'anestesia, il medico con uno specchietto speciale spinge il canale anale e rimuove il polipo.

Quando la formazione ha una gamba, viene utilizzato il morsetto di Billroth, con il quale il morsetto viene bloccato. Formata sul difetto della membrana mucosa da suturare. Per questo è sufficiente un massimo di 3 nodi realizzati con sutura a base di catgut. Non richiede rimozione e dopo un mese è completamente assorbito. Se il polipo è fissato su una base ampia, rimuoverlo tagliando il tumore dalla zona di una mucosa sana utilizzando un'incisione ovale.

Nel caso in cui le crescite si trovino a una distanza superiore a 6 cm, ma a una distanza inferiore a 10 cm dall'ingresso all'ano, la tecnologia dell'operazione viene in qualche modo modificata. Con l'aiuto di uno speculum rettale, il canale anale viene aperto e quindi allungato dalle dita fino a quando non è completamente rilassato. Quindi viene inserito un campione ginecologico più grande che consente di retrarre la parete intestinale senza polipo. Quindi viene inserito uno specchio corto e il paziente deve essere pizzicato. Questo ti permette di portare educazione e dà al medico l'opportunità di catturarlo con una clip allungata di Billroth, o una clip fenestrata. Il medico rimuove lo specchio corto, un'anestesia aggiuntiva viene introdotta nella regione della base del polipo e quindi viene rimossa.

Polipectomia endoscopica

Si consiglia di applicare questo metodo di rimozione di un polipo se le formazioni si trovano nelle parti centrali (prossimali) dell'intestino. Tale chirurgia è indicata come metodi chirurgici minimamente invasivi che possono essere utilizzati nello stato di sospensione del farmaco di un paziente. Durante la procedura, un endoscopio viene inserito nell'ano, con cui viene trovato un polipo. Dopo il suo rilevamento, il tumore viene rimosso utilizzando strumenti endoscopici. Il medico quindi si assicura che non vi sia emorragia e, se necessario, ricollega. Il polipo viene rimosso dal corpo del paziente utilizzando un endoscopio.

Se l'escrescenza ha una grande dimensione, allora deve essere rimossa non interamente, ma in parti. Questa procedura è chiamata scheggiatura. Questa è una tecnica piuttosto complicata, durante la quale può verificarsi un'esplosione di gas intestinali, oltre alla perforazione della parete intestinale, se la bruciatura è troppo grave. Pertanto, solo un proctologo o endoscopista appositamente addestrato può eseguire tale operazione. Dopo la rimozione di un polipo di grandi dimensioni superiore a 20 mm, il paziente deve sottoporsi a una seconda endoscopia un anno dopo. Una persona non viene rimossa dal registro di un proctologo e ogni 3 anni deve sottoporsi a questa procedura mirata ad identificare una possibile recidiva della malattia.

Asportazione elettrica

Un rettoscopio è inserito nella cavità del retto. Su di esso per il polipo spendere elettrico. Salta su un polipo, passa una corrente. La temperatura del loop aumenta, il tessuto epiteliale si riscalda. Di conseguenza, il tumore subisce una bruciatura termica e diventa morto. Quando il cappio viene stretto, la formazione viene interrotta e tirata fuori.

Questo metodo ha diversi vantaggi, in primo luogo, consente di prevenire lo sviluppo di sanguinamento, in quanto vi è una coagulazione istantanea dei vasi sanguigni.

Colotomia o resezione dell'intestino

L'operazione è indicata nel rilevamento di polipi nel colon sigmoideo, così come nella diagnosi di formazioni fleecy con una base ampia. Per la procedura richiederà l'introduzione dell'anestesia generale. Quindi il medico fa un'incisione nella regione iliaca sinistra e il colon viene portato nel lume risultante. Trama polipo palpabile e aperto. Le zone pre-sanitarie impongono poltiglie morbide restrittive. Il tumore e la parte della membrana mucosa su cui si trova vengono asportati, quindi i punti vengono messi su questo posto. L'intestino stesso è suturato in due file e la parete addominale anteriore a strati.

enterotomia

Intervento chirurgico finalizzato alla rimozione di polipi piccoli e attaccati alla gamba. A seconda della quantità di intestino che ha subito una crescita anormale, una duodenotomia (duodeno), un ileotomia (ileo), eunotomia (digiuno) sono isolati. La parte necessaria dell'intestino tenue viene sezionata con un bisturi o elettrocauterio, il polipo viene rimosso e il foro risultante viene suturato. L'operazione il più spesso non conduce a complicazioni, poiché il lume all'enterotomia standard si restringe leggermente.

Resezione segmentale dell'intestino tenue

L'operazione è indicata quando si osservano grandi polipi nell'intestino tenue o se la loro base è ampia. L'intera area in cui è localizzata la crescita è sottoposta a escissione. Le estremità dell'intestino si avvicinano e si forma una fistola intestinale. Spesso, questo intervento diventa una causa dei disturbi digestivi in ​​futuro, in quanto il paziente soffre di "sindrome dell'intestino corto".

Per quanto riguarda la prognosi per il recupero, è favorevole se la formazione è stata rilevata nelle fasi iniziali e prontamente rimossa dal corpo. Più a lungo i polipi sono nell'intestino e maggiori sono le dimensioni e il numero, maggiore è il rischio di rinascere in un tumore maligno. La probabilità di recidiva rimane piuttosto elevata anche dopo la completa rimozione del tumore, fino al 30%. Pertanto, è importante seguire il paziente e sottoporsi a un esame regolare.

Dieta dopo aver rimosso i polipi intestinali

La riabilitazione del paziente dopo l'operazione dipende principalmente dal rispetto della dieta. Il recupero consiste in diverse fasi e deve procedere secondo determinate regole.

Dopo l'operazione, inizia la prima fase della dieta. Dura per 3 giorni dopo l'intervento. Il paziente non è autorizzato a bere o consumare cibo nelle prime 24 ore. Quando scade questo tempo, una persona può dissetarsi. Il volume massimo di liquido assunto contemporaneamente non deve superare i 50 ml. Inoltre, il paziente può bere brodo vegetale o composta a base di frutta non zuccherata. Dopo altre 12 ore, sono ammessi brodo di riso, brodo debole o gelatina. È anche possibile diversificare il menu rigoroso del paziente dopo l'operazione con brodo di rosa canina. Tali restrizioni sono dovute al fatto che è necessario eliminare la motilità intestinale e ridurre la sua funzione escretoria. La produzione di enzimi biliari e digestivi può influire negativamente sulle condizioni delle cuciture e dei tessuti danneggiati.

La seconda fase della dieta inizia tre giorni dopo l'intervento. Se il paziente si sente soddisfacente, la sua dieta può essere ampliata con l'introduzione di porridge liquidi, soufflé di carne (da carne magra), zuppe di muco e uova alla coque. Per quanto riguarda i cereali, si dovrebbe dare la preferenza a miglio, farina d'avena e riso. Quando viene introdotto un nuovo prodotto, è necessario monitorare molto attentamente lo stato mentale del paziente. Se dopo l'ingestione di questo o quel piatto si verifica un aumento della formazione di gas o se appaiono sensazioni dolorose, è importante rifiutare tale cibo. La seconda fase della dieta è mirata ad aumentare costantemente il carico sugli intestini operati. In questo momento, il paziente ha bisogno di normalizzare la sedia. Per aderire a tale dieta dovrebbe essere fino alla dimissione dall'ospedale.

Il terzo stadio arriva due settimane dopo l'operazione. Nei prossimi quattro mesi, il paziente dovrà seguire una dieta delicata.

Il medico deve familiarizzare il paziente con le regole di base della nutrizione:

È importante aderire al regime. Se i prodotti vengono ingeriti allo stesso tempo, questo consentirà agli enzimi di iniziare a essere prodotti in anticipo. In questo caso, il processo di digestione non sarà così difficile per l'intestino rigenerante;

Richiede potenza frazionale. Ciò migliorerà la funzione motoria dell'intestino, riducendo il carico su di esso. Il numero di pasti non dovrebbe essere inferiore a 6, ma piccole porzioni dovrebbero essere consumate;

È importante non consentire processi di fermentazione nell'intestino, poiché possono causare lo sviluppo di peritonite. Per questo vale la pena rifiutare di includere i legumi nella dieta. Sotto la restrizione caduta di noci, asparagi e funghi;

Per la prevenzione della stitichezza, il paziente dovrebbe ricevere una quantità sufficiente di liquido. Il suo volume dipende dal peso corporeo del paziente e dalla media di 3 litri. Assicurati di includere i primi piatti nel menu;

Più il cibo è grasso, più la bile viene secreta. Il suo contenuto in eccesso influisce negativamente sul processo di rigenerazione del tessuto intestinale;

È importante rifiutarsi di accettare alimenti troppo ruvidi che possono danneggiare l'intestino. I prodotti devono essere completamente bolliti o cotti;

Aggiungi prodotti caseari, uova e carne magra alla tua dieta. Tutti contengono proteine, che contribuiscono al rapido recupero dei tessuti;

Sotto il divieto assoluto cadono cibi acidi, piccanti e fritti. Ciò è dovuto alla loro capacità di irritazione chimica dell'intestino.

Il menu dovrebbe essere progettato e assemblato in modo tale da soddisfare pienamente le esigenze di una persona emittente. Questo è importante da fare nonostante i limiti. La normale peristalsi intestinale è la chiave per regolare le feci. Ciò contribuisce alla prevenzione della disbiosi e della costipazione, e quindi, in una certa misura, riduce il rischio di riformazione dei polipi.

Autore dell'articolo: Volkov Dmitry Sergeevich | a. m. n. chirurgo, flebologo

Istruzione: Università statale di medicina e odontoiatria di Mosca (1996). Nel 2003, ha ricevuto un diploma da un centro medico educativo e scientifico per la gestione degli affari del Presidente della Federazione Russa.

http://www.ayzdorov.ru/bolezni/polipi/lechenie_polipov_kishechnika.php

Polipi nell'intestino - è pericoloso? Sintomi e rimozione di polipi

I polipi sono masse benigne che si trovano sulla membrana mucosa e pendono nel lume. Si formano durante il fallimento della rigenerazione dell'epitelio, quando nuove cellule si moltiplicano a un ritmo anomalo e formano crescite che coprono le pareti intestinali con colonie, occupando una vasta area.

Con l'aumentare dell'epitelio, i polipi possono essere danneggiati dalle feci, causando emorragie interne. Le lampadine di grandi dimensioni possono ostruire il lume, contribuendo alla stitichezza. Il danno sistematico ai polipi può causare tumori maligni, pertanto la comparsa di polipi è considerata una condizione precancerosa, devono essere rimossi.

Cos'è?

I polipi nell'intestino sono neoplasie benigne, spesso localizzate sulle sue pareti interne, come in altri organi cavi. Tali escrescenze sono formate dall'epitelio ghiandolare e sporgono nel lume dell'intestino, a volte poggiano sul peduncolo, e talvolta sono assenti, e poi parlano di polipi su una base ampia.

cause di

Le cause esatte dei polipi nell'intestino non possono essere specificate. Gli esperti fanno solo supposizioni analizzando la storia dei pazienti negli ultimi decenni. I medici avanzano diverse ipotesi che spiegano perché le escrescenze polifere possano comparire sulle pareti intestinali. Uno dei motivi principali è un processo infiammatorio cronico nell'area della mucosa associata a una dieta scorretta, malattie infettive, cattive abitudini, basso contenuto nella dieta delle fibre.

Il gruppo di rischio per la formazione di polipi comprende persone che:

  • subì procedure diagnostiche o operative traumatiche sull'intestino;
  • spesso consumano bevande e alimenti che sono irritanti per la membrana mucosa del tubo digerente;
  • soffre di stitichezza cronica;
  • impegnato in pesanti lavori fisici;
  • condurre uno stile di vita sedentario;
  • mangiare fast food, carne grassa, prodotti fast food contenenti carcinogeni e conservanti;
  • abusare di bevande alcoliche;
  • avere patologie croniche del tratto gastrointestinale, in particolare la natura infettiva-infiammatoria;
  • prendi un po 'di fibra insieme al cibo.

Formazioni con alto rischio oncogenico appaiono a causa dell'alto contenuto nella dieta di grassi animali, cibi fritti che contengono agenti cancerogeni. Sullo sfondo della mancanza di frutta e verdura fresca, la peristalsi intestinale è ridotta, il suo contenuto è a lungo contatto con le pareti intestinali. Gli agenti cancerogeni degli alimenti trasformati vengono assorbiti nell'epitelio, causando processi iperplastici nelle cellule ghiandolari.

classificazione

Le neoplasie benigne negli intestini hanno una diversa struttura, forma, dimensione. Esistono anche veri polipi: proliferazione di cellule mucose e pseudopolipi geneticamente modificati, costituiti da cellule immodificate e che appaiono con effetti avversi (ad esempio, durante un processo infiammatorio locale a lungo termine).

Per struttura, i polipi si distinguono:

1) Ferro (adenoma). Consiste in un tessuto ghiandolare in crescita del rivestimento interno dell'intestino, raggiungendo 2-3 cm di diametro, di consistenza densa. Tali formazioni non sono soggette a ulcerazioni e sanguinamento. Questo tipo di polipo è più comune e più probabile degenerare in un cancro.

  • polipi tubolari, che sono caratterizzati da colore rosa e superficie liscia.
  • villoso - nodulare di medie dimensioni o strisciante lungo la parete della formazione, riccamente vascolarizzato, quindi, di colore rosso e tendenza a sanguinamento, ulcerazione e necrosi;
  • villi ghiandolare;
  • villoso tubolare.

2) Giovanile. Consiste di tessuti embrionali che rimangono nella parete intestinale a causa di difetti dello sviluppo. Molto spesso, i bambini sotto i 10 anni sono malati, più ragazzi.

3) Iperplastico. Queste sono piccole formazioni, con dimensioni fino a 5 mm, consistenza morbida, simile al colore del tessuto circostante. Il polipo iperplastico dell'intestino si trova raramente in una singola copia, spesso la malattia è multipla.

4) Hamartomes. Conglomerati di tessuto epiteliale normale e alterato. Si ritiene che crescano allo stesso modo dei tessuti circostanti, ma più disorganizzati. L'incidenza è associata alla trasmissione per ereditarietà.

5) Lymphoid. Come parte di - cellule invase di tessuto linfoide. Questo tipo è spesso complicato da sanguinamento, e in un bambino può causare l'invaginazione dell'intestino.

I polipi si trovano nella forma:

  • formazione nodulare di consistenza densa;
  • fungo sulla gamba;
  • spugne lobulari;
  • grappolo d'uva.

Dal numero di emettere:

  • singolo;
  • multiplo - fino a centinaia, può essere collocato in gruppi;
  • diffuso - il numero può raggiungere diverse migliaia.

Le ultime due specie sono definite come poliposi intestinale, la diffusione è ereditata.

Qual è la probabilità di degenerazione del polipo nel cancro intestinale?

Quali polipi possono svilupparsi in maligni? Questi tipi di tumori comprendono quasi il 75% di tutti i polipi nell'intestino, sono chiamati adenomi o polipi adenomatosi. Secondo il comportamento delle cellule di polipo al microscopio, in medicina è consuetudine suddividere gli adenomi in sottotipi - questi sono ghiandolari, villosi e ghiandolari (tubulari). Le lesioni tubulari sono meno soggette a malignità, quando, come gli adenomi villosi, molto spesso portano a degenerazione oncologica.

La dimensione della formazione influenza inoltre se un polipo è minacciato di malignità. Di cosa si tratta, il rischio è più alto. Quando la crescita del volume supera i 20 mm, la minaccia viene esacerbata del 20%. A causa del fatto che anche i più piccoli polipi aumenteranno costantemente, devono essere rimossi immediatamente dopo il rilevamento. Ci sono alcuni tipi di polipi che non sono minacciati di malignità - si tratta di formazioni iperplastiche, infiammatorie e hamartomatiche.

  1. Dopo l'eliminazione della formazione di adenomatosi, una persona viene regolarmente esaminata per nuovi polipi nell'intestino;
  2. I grandi polipi rinascono malignamente con un maggiore grado di probabilità.
  3. Le formazioni adenomatose sono le più pericolose. Hanno un alto potenziale di malignità.
  4. La medicina moderna ha prove speciali per diagnosticare una predisposizione ereditaria allo sviluppo del cancro intestinale. Questa tecnica consente di prevenire tempestivamente l'inizio della degenerazione oncologica dei polipi.
  5. La colonscopia, la rectoromanoscopia e la sigmoidoscopia sono procedure diagnostiche che devono essere eseguite regolarmente per le persone sopra i 50 anni che hanno un'eredità pericolosa. Se le crescite non sono rilevate, allora la prossima volta si consiglia di venire in clinica dopo due anni.

sintomi

Nella fase iniziale, i polipi non causano alcun sintomo poiché sono piccoli e pochi. Inoltre, tali neoplasie sono difficili da individuare con metodi di ricerca conservativi, tranne che con l'aiuto della colonscopia. Con l'ulteriore crescita di tumori non maligni, c'è il rischio di lesioni a causa dei loro flussi fecali.

In questo caso, il danno all'integrità del polipo porta al rilascio di sangue o muco. Di solito il sanguinamento è di natura minore, e quindi viene rilevato solo attraverso test per sangue nascosto. In questo momento manca la sindrome del dolore, o così poco pronunciata da non suggerire lo sviluppo della poliposi.

La presenza di grandi polipi nel colon e nell'intestino tenue, al contrario, può essere diagnosticata dai sintomi disponibili. Il paziente ha osservato:

  1. Stitichezza regolare La massa fecale esce da sola, ma raramente e dolorosamente, con clisteri o lassativi.
  2. Sanguinamento dall'ano. I pazienti spesso confondono questo sintomo con ragadi anali, emorroidi e fistole. Di norma, il sanguinamento è accompagnato da una grande quantità di muco.
  3. Sensazione di corpo estraneo La sensazione sorge nel retto vicino all'ano.
  4. Sensazioni dolorose I grandi polipi causano dolore colico nella zona intestinale (in alcuni casi confusa con flatulenza). Inoltre, nell'addome inferiore possono comparire sensazioni dolorose.
  5. Danni. A causa della stitichezza, si verifica un processo infiammatorio in cui masse fecali dure danneggiano la parete intestinale. Spesso compaiono ragadi anali che devono essere trattati con antisettici e agenti antinfiammatori. Se ciò non avviene, si possono formare fistole purulente.
  6. La diarrea. Svuotamento frequente con feci molli. Possono essere presenti impurità di sangue, pus e secrezioni sierose.
  7. Perdita. Se il tumore si trova nel retto, può cadere durante i movimenti intestinali o bloccare il passaggio di masse fecali intorno allo sfintere. Questo sintomo è anche accompagnato da sanguinamento.
  8. L'esaurimento. I polipi sono un tessuto molle che cresce a spese della nutrizione. Entra attraverso il sistema circolatorio e le correnti linfatiche. Il paziente vede spesso un aumento dell'appetito o, al contrario, una diminuzione. I sintomi di anemia possono essere presenti: pelle pallida, cerchi sotto gli occhi, vertigini, nausea, mal di testa. In alcuni casi, l'anemia è un sintomo clinico.

Esamina e prescrive il trattamento - coloproctologist. Il metodo principale per il rilevamento dei polipi è la colonscopia.

Polipi nell'intestino: trattamento o rimozione?

Non esiste un trattamento medico conservativo per i polipi nell'intestino. A volte durante l'endoscopia del retto è possibile effettuare la rimozione dei polipi nell'intestino, se sono piccoli e ben localizzati. In altri casi è necessario un intervento chirurgico. Se il polipo è basso nel retto, può essere rimosso transanamente.

Quando vengono rilevati piccoli polipi durante la colonscopia, durante una procedura endoscopica, possono essere rimossi utilizzando un elettrodo ad anello, mediante elettroescissione, quando la gamba del tumore viene pizzicata con un elettrodo. In alcuni casi, la polipectomia può causare la perforazione della parete intestinale e complicare il sanguinamento. In tutti i casi, i polipi intestinali rimossi vengono esaminati istologicamente. Se i risultati dell'istologia danno una conclusione positiva sulla presenza di cellule tumorali, ricorrono alla resezione di questa parte dell'intestino.

I seguenti tipi di chirurgia sono distinti:

  1. Elettrocoagulazione. La procedura viene eseguita con l'introduzione attraverso l'ano di un colonscopio operativo. Attraverso questo strumento, un lume speciale viene introdotto nel lume dell'intestino, che passa la corrente, motivo per cui viene riscaldato a una certa temperatura. Cattura un polipo e lo interrompe.
  2. Asportazione transanale. Questo tipo di chirurgia è raccomandato per i pazienti con la posizione della formazione patologica a non più di 10 centimetri dal passaggio anale. Durante l'operazione viene applicata l'anestesia locale. Quindi il canale anale viene espanso con uno specchio speciale e il polipo viene asportato con una forbice o un bisturi, dopo di che le suture vengono applicate sulla mucosa.
  3. Resezione transanale del retto. È raccomandato per le persone con lesioni precancerose. La sua essenza sta nella rimozione del retto attraverso l'ano e la rimozione dell'area interessata insieme alle formazioni.
  4. Asportazione dell'endomirosi transanale. L'operazione viene eseguita attraverso l'ano con l'aiuto di un rektoskop. Un anello endoscopico viene inserito attraverso lo strumento, che interrompe la formazione. La procedura è più spesso utilizzata per rimuovere polipi villosi di grandi dimensioni.
  5. Kolotomiya. Questo è un intervento chirurgico che viene eseguito attraverso un'incisione addominale. Attraverso la ferita viene estratto un certo intestino con la successiva rimozione delle formazioni. Questa procedura viene eseguita con la difficoltà degli interventi transanal utilizzando un proctoscopio e altri strumenti.

Con poliposi familiare diffusa, e soprattutto quando associata a tumori di altri tessuti o alla sindrome di Gardner, il trattamento prevede la resezione completa dell'intestino crasso, con l'ano collegato alla parte terminale dell'ileo. 1-3 anni dopo la rimozione di grandi polipi, la patologia può ripresentarsi, quindi si consiglia di eseguire una colonscopia un anno dopo l'operazione e la diagnosi endoscopica viene eseguita ogni 5 anni. I polipi grandi e multipli, così come la poliposi familiare, hanno il maggior rischio di trasformazione in oncologia.

Ad oggi, non esistono misure preventive che possano prevenire lo sviluppo di polipi nell'intestino. Pertanto, solo una diagnosi regolare tempestiva dopo 40 anni o con una suscettibilità genetica al cancro intestinale può determinare la presenza di polipi oncogeni nell'organismo nelle prime fasi del loro sviluppo. Con il rilevamento tempestivo e la rimozione delle cellule tumorali, il recupero si verifica nel 90% dei casi.

Regole di potenza

La dieta dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico per eliminare i polipi a livello intestinale deve essere gentile e fornire almeno sei pasti durante il giorno. I prodotti consumati dovrebbero contenere una grande quantità di fibre vegetali, antiossidanti e vitamine.

Controindicato all'uso:

  • latticini;
  • qualsiasi cibo in scatola;
  • sottaceti;
  • carne affumicata;
  • piatti fritti e grassi;
  • prodotti raffinati contenenti un gran numero di aromi e coloranti.
  • mare e cavolo bianco;
  • piatti di zucca;
  • carote fresche, cipolle, spinaci;
  • germe di grano;
  • minestre e porridge passati;
  • tutti i tipi di prodotti a base di latte fermentato;
  • tè verde;
  • i frutti non sono varietà acide;
  • carni magre, bollite o cotte a bagnomaria.

Tutto il cibo deve essere caldo (i piatti troppo caldi e freddi sono dannosi per il paziente). I prodotti proteici non dovrebbero essere usati con l'amido.

Rimedi popolari

Il trattamento con i rimedi popolari non ha una base scientifica e non porta il risultato desiderato ai pazienti che rifiutano di rimuovere un tumore.

Su Internet, molte informazioni sull'uso di celidonia, chaga, iperico e persino rafano con miele, che può essere assunto per via orale o sotto forma di clisteri. Vale la pena ricordare che tale automedicazione è pericolosa non solo dalla perdita di tempo, ma anche da una lesione alla mucosa intestinale, che porta a sanguinamento e aumenta significativamente il rischio di malignità polipo.

prevenzione

Al fine di ridurre il rischio di sviluppare polipi nell'intestino, è necessario seguire alcune regole profilattiche, che includono:

  • smettere di fumare;
  • stile di vita attivo;
  • trattamento tempestivo e completo delle malattie intestinali;
  • corretta alimentazione;
  • eliminazione della stitichezza;
  • rifiuto di alcol;
  • ispezione di routine dell'intestino 1 volta in 3 anni e più spesso se necessario.

Nel caso in cui una persona sia a rischio per la formazione di polipi nell'intestino, dovrebbe consultare un medico in anticipo, selezionare uno schema individuale di esami preventivi dell'intestino e scoprire esattamente i primi sintomi dei polipi che possono verificarsi. Queste azioni o prevengono la malattia o, se si verifica, contribuiranno a farvi fronte con successo.

http://medsimptom.org/polipy-v-kishechnike/

Polipi nell'intestino: diagnosi o frase?

I polipi sono tumori che appaiono sulla membrana mucosa degli organi sotto forma di un guscio sferico. Possono essere coperti di muco e avere una tonalità grigio-rossa. Su quali sono i segni e il trattamento dei polipi nell'intestino, così come su come sbarazzarsi di questa patologia, e questo articolo lo dirà.

cause di

Nel caso in cui una persona abbia polipi nell'intestino, questa condizione è chiamata poliposi. Di per sé, non è maligno, ma è considerato dai medici una malattia precancerosa che, se non trattata, può trasformarsi in un tumore oncologico.

Si distinguono le seguenti cause e fattori che possono influenzare la formazione di polipi nelle donne e negli uomini:

  1. Colite cronica, febbre tifoide, enterite o dissenteria. In questo stato, l'intestino crasso diventa il centro di riproduzione dei batteri patogeni. Inoltre, tali malattie provocano ristagno di feci nell'intestino, il che aumenta anche la probabilità di formazione di polipi.
  2. Malattie in cui il retto è infiammato, così come altre aree del sistema digestivo. Si è constatato che i polipi non potevano formarsi in tessuti perfettamente sani. Per lo sviluppo di successo, hanno bisogno di processi infiammatori localizzati nella mucosa e che portano alla degenerazione epiteliale.
  3. Fattori esterni Ad esempio, il fumo, la dieta malsana, lo stress e l'abuso di forti bevande alcoliche influenzano notevolmente l'aspetto dei polipi. Inoltre, il lavoro del tratto gastrointestinale si riflette negativamente nel vivere in un ambiente ecologico inquinato e nell'uso di prodotti chimici.
  4. Malattie vascolari Soprattutto influenza negativamente la condizione della mucosa nell'aterosclerosi intestinale, che tende alla progressione costante.
  5. La predisposizione genetica individuale a tale malattia può causare la comparsa di polipi in un bambino. Inoltre, come mostrano recenti osservazioni, purtroppo la poliposi intestinale è "più giovane" e ora può essere facilmente diagnosticata anche nei bambini in età prescolare.
  6. Allergie alimentari, in particolare, intolleranza al glutine. In questo stato, una persona non può digerire le proteine. Quando entra nel sistema digestivo, quest'ultimo inizia a reagire violentemente ad esso. Percepisce la proteina come un componente estraneo che danneggia lo strato mucoso intestinale. Questo può aumentare la probabilità di formazione di polipi.

Inoltre, si distinguono le seguenti teorie sulla formazione dei polipi, che gli scienziati hanno suddiviso in diverse sezioni:

  1. Formazioni che sono sorte a causa dell'influenza di gastrite e ulcere gastriche (leggi la diagnosi di ulcera gastrica in questo articolo).
  2. Il processo infiammatorio del sistema riproduttivo nelle donne, che porta alla poliposi dell'intestino tenue.
  3. Effetto della malattia del calcoli biliari.

La probabilità di transizione verso l'oncologia

Secondo informazioni di ricerca, oltre il 70% di tutti i tipi di polipi nell'intestino, se non trattati (rimozione chirurgica o terapia farmacologica), può trasformarsi in patologia oncologica. Questo rende questa condizione molto pericolosa per la salute e la vita umana.

Se consideriamo tali formazioni al microscopio, possono essere tubolari o pilus. I primi tipi di polipi sono meno suscettibili alla transizione al cancro, a differenza del secondo.

Nel caso in cui la neoplasia raggiunga una dimensione di 2 cm, la probabilità di sviluppare oncologia aumenta del 25%. Ecco perché dopo la scoperta anche dei più piccoli polipi devono essere rimossi.

Sintomi e segni

Secondo le osservazioni dei medici, i polipi nell'intestino nella fase iniziale della percolazione raramente provocano sintomi caratteristici in un paziente. Inoltre, per molto tempo una persona non può nemmeno indovinare la sua malattia e apprenderla solo durante un esame di routine da parte di un medico.

Di solito, la gravità dei segni osservati è determinata dalla localizzazione specifica dei polipi, dalla loro dimensione, numero e dalla presenza o assenza di un processo oncologico.

I segni caratteristici della formazione di polipi nell'apparato digerente sono:

  1. L'aspetto di strisce sanguinolente nelle feci, così come il muco. Di solito questo fenomeno si osserva durante la diagnosi di formazioni simili a pilus.
  2. Per i polipi di grandi dimensioni, i pazienti possono lamentare dolori acuti nel basso addome, che sono crampi in natura. Possono anche avere un frequente problema di stitichezza e indigestione.
  3. Molto spesso, lo sviluppo dei polipi mostra una violazione della sedia. Questi possono essere diarrea e diarrea. Anche a volte si forma un'ostruzione intestinale.
  4. Il paziente può essere disturbato da frequenti nausea, spiacevoli eruttazioni e anoressia.
  5. Il peggioramento generale della salute e della perdita di peso si verifica quando viene trascurato lo stato di poliposi.
  6. A volte grandi formazioni di polipi portano a sanguinamento anale abbastanza pronunciato.

Misure diagnostiche

La diagnosi dei polipi intestinali prevede le seguenti attività e procedure:

  1. Esame iniziale del paziente, palpazione dell'addome e raccolta dell'anamnesi da parte di un medico.
  2. Colonscopia.
  3. Esami del sangue e delle urine.
  4. Esame ecografico della cavità addominale.
  5. Biopsia (uno studio durante il quale viene prelevato dal paziente un campione del tessuto interessato, dopo il quale viene esaminato al microscopio).
  6. CT o RM.

Inoltre, il medico deve necessariamente differenziare il tipo di polipo (iperplastico, tubulare, villoso, ecc.), Nonché determinare la sua negligenza.

È importante! Le persone anziane sono più suscettibili alla formazione di polipi nell'intestino, poiché nell'80% di tutti i casi questa patologia si riscontra nei pazienti dopo cinquant'anni. Ecco perché i medici consigliano alle persone di questa fascia di età di sottoporsi a diagnosi profilattiche all'anno.

Metodi di trattamento

Il trattamento dei polipi nell'intestino dipende dal tipo specifico, dalla dimensione della formazione e dalla negligenza generale delle condizioni del paziente.

Se la dimensione della neoplasia non è grande, allora dovrebbe essere rimossa endoscopicamente. In altri casi, il paziente richiederà un intervento chirurgico aperto.

La terapia farmacologica in questo stato comporta la nomina dei seguenti farmaci:

  1. Analgesici e antispastici sono usati per il dolore (No-spa).
  2. Preparati per migliorare la digestione.
  3. Rimedi per il gonfiore (Simeticone).
  4. Farmaci per la normalizzazione delle feci.
  5. Agenti immunomodulatori e vitamine.

Se i polipi di una persona hanno raggiunto una grande dimensione, devono essere rimossi chirurgicamente. Per questo, al paziente possono essere assegnati i seguenti tipi di operazioni:

  1. Rimozione di neoplasie transrettali. Questa procedura viene eseguita con un bisturi o forbici. Un metodo simile è usato quando il polipo è vicino all'ano. Durante la procedura, a una persona viene data l'anestesia locale.
  2. La polipectomia endoscopica viene eseguita su polipi nella sezione centrale dell'intestino.
  3. Asportazione elettrica. Prevede l'introduzione nel retto del rettoscopio e l'eliminazione della corrente del polipo. Inoltre, il tumore viene bruciato e diventa morto. Viene estratto con un loop speciale.
  4. La resezione viene utilizzata per identificare i polipi fleecy. È fatto tagliando la cavità addominale in anestesia generale.

È importante! Con diagnosi e trattamento tempestivi, la probabilità di guarigione completa di una persona è superiore all'80%. La cosa principale è seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico.

Cibo dietetico

La dieta dopo la rimozione dei polipi nell'intestino prevede il rispetto delle seguenti linee guida dietetiche:

  1. Entro un paio di settimane dopo l'operazione, il paziente dovrebbe mangiare il cibo macinato. Quindi sarà più facile da digerire.
  2. Dovresti eliminare completamente l'uso di sale, alcool e cibi grossolani.
  3. La base del menu dieta in questo stato dovrebbe essere sfilacciata di zuppa di porridge e purè.
  4. È importante passare a un pasto di sei pasti, ma le porzioni non dovrebbero essere più di una manciata.
  5. Il trattamento termico deve essere rigorosamente controllato. Pertanto, tutti i piatti devono essere al vapore, al forno o bolliti.
  6. Evitare di mangiare e mangiare un pasto secco. In generale, è auspicabile elaborare un programma nutrizionale e seguirlo chiaramente, anche mentre si lavora.

I seguenti prodotti sono severamente vietati in questa condizione:

  1. Funghi e piatti con la loro aggiunta.
  2. Verdure in scatola e in salamoia
  3. Bevande gassate dolci.
  4. Qualsiasi tipo di salse.
  5. Carne e pesce grassi
  6. Cibo in scatola
  7. Cavolo.
  8. Aringhe e carni affumicate.
  9. Frutta acida
  10. Carni.
  11. Tè nero e caffè

I prodotti consentiti sono:

  1. Kissel.
  2. Tè verde
  3. biscotti wafer.
  4. Farina d'avena e zuppe con esso.
  5. Purè di patate
  6. Frittata al vapore.
  7. Jelly.
  8. Pollo e pesce bolliti, che sono stati schiacciati.
  9. Verdure bollite tagliuzzate.
  10. Kefir a basso contenuto di grassi.

È importante! Si raccomanda di osservare tale nutrizione per un paziente per almeno un mese. Per tutto questo tempo, le condizioni del paziente devono essere monitorate dal medico curante.

prevenzione

Per ridurre la probabilità di formazione di polipi nell'intestino, è importante seguire questi suggerimenti:

  1. Arricchisci la dieta con cibi a fibra grossa. Questi includono mele, zucche, barbabietole, zucchine e cavoli.
  2. Evitare i grassi animali. È meglio sostituirli con quelli vegetali.
  3. Sottoposto regolarmente a diagnosi preventiva ed esame da parte di un medico.
  4. Trattare tempestivamente eventuali malattie infiammatorie dello stomaco e dell'intestino.
  5. Evitare gli spiriti.
  6. Smetti di fumare.
  7. Rifiutarsi dall'eccesso di cibo.

Puoi praticare il trattamento popolare dei polipi solo dopo il permesso del medico, e poi, se la malattia è nella forma iniziale del corso. In generale, gli esperti non raccomandano l'auto-trattamento di questa patologia. Richiede una seria terapia a lungo termine.

Esperienza lavorativa oltre 7 anni.

Capacità professionali: diagnosi e cura delle malattie del tratto gastrointestinale e delle vie biliari.

http://pdoctor.ru/health/polipy-v-kishechnike.html

Per Saperne Di Più Sarcoma

Le voglie o le talpe sono lesioni pigmentate sulla pelle. Sono in ogni persona e, di regola, non causano disagio. Se c'è una crescita in una talpa - questo è un segno allarmante.
Uno dei tumori più comuni che interessano il corpo femminile è il cancro al seno (BC). Del numero totale di tutti i tumori, il cancro al seno è di circa il 16%.
Questo articolo descrive le cause e le manifestazioni dei tumori spinali nella regione lombare. I metodi di diagnosi e trattamento sono descritti.
Transizione rapida sulla paginaAlcune diagnosi, come "polmonite", "gastrite" o "nevrosi", vengono capite senza alcuna spiegazione dalla maggior parte delle persone che sono lontane dalla medicina.