I tumori del cuore sono rappresentati da varie neoplasie benigne e maligne di struttura istologica eterogenea. Possono essere primari, cioè iniziano inizialmente la loro crescita dai tessuti dell'organo, o metastatici (germinando da altri organi).

La presenza di qualsiasi tumore, anche benigno, nel cuore è quasi sempre mortale per il paziente, poiché questo organo è vitale e le funzioni compromesse portano a gravi conseguenze. Le neoplasie primarie del cuore sono rare e vengono rilevate con una frequenza dello 0,001-0,2% e i tumori metastatici sono rilevati 25-30 volte più spesso. Di solito si verificano improvvisamente e possono essere diagnosticati in persone di qualsiasi età.

Le neoplasie possono iniziare la loro crescita da qualsiasi tessuto di organi: miocardio, pericardio, endocardio, setto e apparato valvolare. In alcuni casi, sono congeniti e vengono rilevati quando Echo-KG fetale del feto viene eseguito a 16-20 settimane di gestazione.

classificazione

A seconda dell'origine del tumore, il cuore è diviso in:

  • primaria - inizia inizialmente la loro crescita dai tessuti del cuore;
  • metastatico (o secondario) - germinano nel tessuto del cuore da altri organi, metastatizzando nel sangue o nel canale linfatico.

Le cause dei tumori primari del cuore non sono ancora note. I tumori secondari di solito derivano da metastasi nel cancro del polmone, della mammella e dello stomaco. In casi più rari, si verificano in metastasi di cancro della tiroide, cancro del rene, sarcoma di Kaposi, leucemia, linfoma, melanoma e sarcoma dei tessuti molli.

A seconda del tipo di cellula, i tumori del cuore sono divisi in benigni (rilevati in circa il 75% dei casi) e maligni. In un gruppo separato distinguere la formazione del pericardio e del mediastino, che schiaccia il cuore. A volte nel corpo si trovano pseudo-tumori: coaguli di sangue organizzati, cisti parassitarie, formazioni di origine infiammatoria (gomma, granulomi, ascessi) e corpi estranei.

Varietà di neoplasie benigne

myxoma

Queste neoplasie del cuore sono rilevate in circa la metà dei casi di tumori primari. Nelle donne, queste formazioni vengono rilevate 2-4 volte più spesso che negli uomini. In rari casi, il mixoma è il risultato della sindrome ereditaria di Carney, che di solito si sviluppa negli uomini. Nel 75% dei casi, questi tumori colpiscono l'atrio sinistro. Di solito sono single, meno spesso - multipli. In quasi il 75% dei casi, la neoplasia si sviluppa sulla gamba e può rendere difficile il riempimento del ventricolo a causa del prolasso della valvola mitrale. In altri casi, i mixomi hanno una base ampia e sono ben riparati. I tumori possono avere una struttura dura, mucosa, lobulata o friabile. In quest'ultimo caso, il tumore diventa spesso la causa di emboli.

Fibroelastoma papillare

Questi tumori sono papillomi avascolari che crescono sulla valvola mitrale o aortica. Il loro aspetto ricorda gli anemoni di mare, composti da ramoscelli papillari che crescono sul nucleo centrale. Molti fibroelastomi papillari hanno uno stelo. Non interrompono il funzionamento delle valvole, ma aumentano la probabilità di emboli.

rabdomioma

Queste formazioni benigne sono più comunemente rilevate nei bambini. Di solito si trovano nella parete libera o nel setto del ventricolo sinistro e spesso danneggiano il sistema di conduzione. Di regola, in un paziente vengono trovati diversi rabdomomi. Questi tumori di colore bianco hanno una struttura lobulare. Nella maggior parte dei pazienti, regrediscono con l'età, ma in alcuni pazienti portano allo sviluppo di tachiaritmie e insufficienza cardiaca. Spesso i rabdomiomi si verificano nelle persone con sclerosi tuberosa, tumori benigni renali e adenomi delle ghiandole sebacee.

fibromi

Questi tumori sono anche più spesso rilevati nei bambini. Di solito iniziano la loro crescita sulle valvole e si verificano dopo le lesioni infiammatorie del cuore. I tumori possono spremere o crescere nel sistema di conduzione e portare allo sviluppo di aritmie e l'inizio della morte improvvisa. Talvolta i fibromi sono una conseguenza della sindrome del nevo delle cellule basali o della sindrome di Gorlin.

lipoma

Questi tumori si possono formare in pazienti di qualsiasi età. Hanno una gamba e si trovano nell'epi o nell'endocardio. A volte non si manifestano in alcun modo, ma in alcuni casi iniziano a ostacolare il flusso sanguigno e portano allo sviluppo di aritmia.

teratomi

Iniziano la loro crescita dai tessuti pericardici e si verificano nei neonati o nei bambini. Nel 90% dei casi sono localizzati nella parte anteriore del mediastino e si trovano spesso vicino alla base delle grandi navi.

emangiomi

Queste formazioni di solito non si fanno sentire con i sintomi e vengono rilevate casualmente quando conducono ricerche per altre malattie cardiache. A volte possono causare disturbi di conduzione atrioventricolare. Con la germinazione del nodo atrioventricolare in un paziente, può verificarsi una morte improvvisa.

Paragangliomi (inclusi feocromocitomi)

Queste formazioni poco frequenti possono portare a un'eccessiva produzione di catecolamine, che si manifesta con tremore, tachicardia, ipertensione arteriosa e aumento della sudorazione. Più spesso i feocromocitomi si trovano alla base del cuore vicino all'estremità del nervo vago.

Cisti pericardiche

Sui raggi X, possono essere visualizzati come neoplasie o segni di pericardite essudativa. Di solito, i tumori sono piccoli e asintomatici. Grandi formazioni possono spremere i tessuti e gli organi circostanti e portare a tosse, mancanza di respiro e dolore al petto.

Tipi di tumori cardiaci maligni

sarcomi

Questi tumori maligni occupano il secondo posto (dopo il mix) tra i tumori primari del cuore. Più spesso vengono rilevati nelle persone dopo 40 anni. Quasi il 40% dei casi sono angiosarcomi, la maggior parte dei quali localizzati nell'atrio destro e infettano il pericardio, portando all'ostruzione del tratto destro dell'atrio. Possono collegare il pericardio e metastatizzare ai polmoni. Nei restanti casi, sarcomi indifferenziati, leiomyo, rabdomio, fibro, lipo, osteosarcomi e istiocitossigeni fibrosi maligni vengono rilevati nei pazienti. Sono localizzati più spesso nell'atrio sinistro e portano a insufficienza cardiaca a causa dell'occlusione della valvola mitrale.

Mesotelioma pericardico

Questi tumori sono raramente trovati e sono soggetti a una rapida crescita. Più spesso si verificano negli uomini. Il mesotelioma pericardico può causare tamponamento e metastasi alla pleura, ai polmoni, al cervello, alla colonna vertebrale e ai tessuti circostanti.

Linfomi primari

Questi tumori si verificano estremamente raramente e più spesso si sviluppano in pazienti con AIDS o altri stati di immunodeficienza. I linfomi sono soggetti a rapida crescita e portano allo sviluppo di aritmie, insufficienza cardiaca, sindrome della vena cava superiore, tamponamento.

Tumori metastatici

Questi tumori di solito colpiscono il pericardio, almeno - il miocardio. Le loro escrescenze possono portare a pericardite acuta, mancanza di respiro, tamponamento, aritmie, blocco atrioventricolare e insufficienza cardiaca congestizia.

sintomi

La natura e la gravità dei sintomi dei tumori cardiaci dipendono dal tipo, dalla dimensione, dalla posizione e dalla tendenza alla disintegrazione del tumore. Manifestazioni di formazioni di questo organo non sono specifiche e sono tipiche della cardiopatia coronarica e dell'insufficienza cardiaca. I sintomi di neoplasie maligne del cuore appaiono più chiaramente e progrediscono più rapidamente delle manifestazioni di tumori benigni.

A seconda della posizione del tumore, i sintomi sono suddivisi nei seguenti gruppi:

  • extracardiache;
  • intramiocardico;
  • endocavitaria.

Le manifestazioni extracardiache si verificano in formazioni non cardiache e sono suddivise in generali e meccaniche. I sintomi più comuni includono febbre, brividi, perdita di peso, sonnolenza, artralgia e, a volte, petecchie. Possono essere assunti per manifestazioni di endocardite, patologie del tessuto connettivo e processi cancerogeni. Quando le particelle di mixoma libere del tumore possono staccarsi dal fuoco e diventare la causa dell'embolia del cuore, dei reni, del cervello, dei polmoni, della milza, dell'intestino e degli arti inferiori. Con un grande tumore, si verificano manifestazioni meccaniche, causate dalla compressione delle camere del cuore e delle arterie coronarie o dall'irritazione del pericardio. Si manifestano come mancanza di respiro e dolori al petto. Con la crescita di tumori non cardiaci, si può sviluppare sanguinamento che causa tamponamento cardiaco.

Le neoplasie che crescono nei tessuti cardiaci causano disturbi o compressione del sistema di conduzione degli organi. I sintomi intramyocardial sono più comuni nei fibromi e nei rabdomiomi. Sono espressi nel verificarsi di tachicardie parossistiche e lo sviluppo di blocchi intra-e atrioventricolari.

Quando i tumori intracavitari di solito si verificano anomalie nelle valvole cardiache e flusso di sangue nelle cellule del corpo. Quando cambi la posizione delle manifestazioni del corpo può variare. I sintomi intracavitari si manifestano come transukupidnogo e stenosi mitralica o fallimento di queste valvole. Di conseguenza, il paziente sviluppa insufficienza cardiaca.

Spesso le prime manifestazioni di tumori cardiaci sono il tromboembolismo. Formazioni delle giuste parti del corpo possono provocare embolia polmonare, cuore polmonare e ipertensione polmonare. Con la comparsa di tumori nella metà sinistra del cuore, si manifestano in genere manifestazioni di ischemia cerebrale transitoria, ictus, infarto miocardico, ischemia vascolare delle gambe, ecc.. Questo è il motivo per cui lo sviluppo di infarto miocardico in pazienti giovani sullo sfondo dell'assenza di endocardite infettiva, fibrillazione atriale e difetti cardiaci dà motivo di sospetto sulla presenza di un tumore al cuore.

diagnostica

La diagnosi dei tumori cardiaci può essere basata solo sui risultati di vari studi:

  • ECG;
  • radiografia del torace;
  • ecocardiografia;
  • MSCT e risonanza magnetica del cuore;
  • ventriculography;
  • cavità cardiaca che suona;
  • scansione di radioisotopi;
  • cateterizzazione cardiaca o toracotomia per biopsia tumorale;
  • analisi istologica di biopsia.

trattamento

La tattica del trattamento dei tumori cardiaci è determinata dal loro tipo. Nelle neoplasie benigne, vengono rimossi. Durante l'operazione, l'escissione della formazione con una parte del tessuto sano circostante, sutura e difetto di plastica. Nella maggior parte dei casi, questi tumori possono essere rimossi completamente. In alcuni casi, l'operazione è completata con la chirurgia plastica o la sostituzione della valvola.

Il trattamento chirurgico dei tumori cardiaci maligni primari è solitamente impossibile o inefficace. Di norma, la terapia palliativa è prescritta a tali pazienti per radioterapia e chemioterapia. Anche la rimozione delle neoplasie metastatiche è inefficace e le cure palliative sono fornite al paziente.

prospettiva

L'esito dei tumori cardiaci è determinato dal tipo e dalla dimensione della formazione. Con i tumori benigni, il trattamento chirurgico di solito consente buoni risultati e il tasso di sopravvivenza a tre anni dei pazienti raggiunge il 95%. Dopo la rimozione del tumore, è raccomandata una clinica di follow-up per un chirurgo cardiaco con la tenuta obbligatoria di un Echo-KG una volta all'anno, che consente la rilevazione tempestiva delle recidive di tumori.

Con più tumori cardiaci, la prognosi peggiora. In questi casi, la sopravvivenza a cinque anni dei pazienti è generalmente ridotta al 15%.

I tumori maligni primitivi e metastatici del cuore hanno una prognosi sfavorevole. Le operazioni chirurgiche in questi casi sono inefficaci e il trattamento palliativo sotto forma di radioterapia e chemioterapia non migliora quasi i tassi di sopravvivenza.

I tumori cardiaci possono essere benigni e maligni. Il loro aspetto è sempre pericoloso per la vita del paziente, poiché la loro crescita porta alla distruzione delle funzioni di questo organo vitale. Il trattamento di queste neoplasie è esclusivamente chirurgico. La prognosi più sfavorevole per le neoplasie maligne è che la loro rimozione è impossibile o inefficace e il trattamento palliativo con chemioterapia o radioterapia ha scarso effetto sull'esito della malattia. La chirurgia tempestiva per rimuovere i tumori benigni del cuore di solito dà buoni risultati.

A proposito del mixoma nel programma "Vivi sani!" Con Elena Malysheva (vedi 32:53 min.):

http://doctor-cardiologist.ru/opuxoli-serdca-vidy-simptomy-diagnostika-principy-lecheniya

Tumore al cuore

I tumori del cuore sono un concetto che include un numero di formazioni patologiche in un dato organo. Sono diversi per struttura e origine.

Le neoplasie sono formate da tessuti e membrane dell'organo e infettano una persona indipendentemente dall'età o dal sesso. Questa patologia viene anche diagnosticata intrauterina nel feto alla sedicesima settimana.

I tumori cardiaci sono:

  • primaria;
  • secondario (metastatico).

Primarie non si trovano più spesso dello 0,2%, ma i tumori che sono germogliati a seguito della diffusione delle metastasi colpiscono il cuore trenta volte più attivamente.

Tali malattie cardiache rappresentano una seria minaccia per la vita umana. Possono innescare una serie di problemi di salute.

Classificazione dei sigilli patologici nel cuore

Come già indicato, i tumori nel cuore sono divisi in primario e secondario. Chiamato vera fonte, provocando la comparsa del tumore primario è abbastanza difficile, ma l'insorgenza di tumori metastatici causati da fasi progressive del cancro di altri organi.

Per natura, distinti tumori cardiaci benigni e maligni. La percentuale di diagnosi di queste patologie è 75 e 25, rispettivamente.

I tumori sono anche divisi in:

La classificazione medica distingue i tumori e le loro origini.

Il tumore benigno del cuore è dei seguenti tipi:

  • mixoma del cuore (diagnosticato in 8 casi su 10);
  • teratoma;
  • rabdomioma;
  • fibroma;
  • emangioma;
  • paranglioma e altri.

Una neoplasia maligna del cuore è rappresentata da sarcomi, mastelelioma pericardico, linfomi.

Si distingue anche lo pseudotumore nel cuore, che è la formazione di trombi con processi infiammatori.

Vengono anche diagnosticati tumori extracardiaci del mediastino e del pericardio, che comprimono il cuore e interrompono il normale funzionamento dei suoi ventricoli sinistro e destro.

I tumori primari del cuore di carattere benigno hanno la seguente etimologia. Tra la varietà di tumori, principalmente trovato mixoma. Questo tipo di tumore colpisce principalmente il corpo femminile. Il mixoma è localizzato principalmente nell'atrio sinistro. Hanno una diversa struttura morfologica. I più pericolosi sono i tumori friabili.

Dopo il mixoma, il secondo posto nella frequenza della diagnosi è il fibroelastoma papillare. Cresce nella valvola aortica e mitrale. Nella struttura, assomigliano a papillomi avascolari con rami e una gamba.

Rabdomioma, tumori benigni che colpiscono il corpo dei bambini. corpo cardiaca è pieno di più entità - rabdomioma che danneggiano il setto o parete ventricolare sinistra e disturba il sistema di conduzione cardiaca. Provoca tachicardia, aritmia, insufficienza cardiaca.

Anche tra i tumori dei bambini sono inclusi i fibromi. Principalmente germinano nelle valvole e nel sistema conduttivo. I fibromi provocano l'ostruzione meccanica, che porta alla falsa stenosi della valvola e allo scompenso cardiaco.

Emangiomi e feocromocitomi sono meno comuni. Formazioni patologiche del cuore di questa specie si trovano in dieci casi su cento. I sintomi quando appaiono sono assenti, quindi, molto spesso vengono diagnosticati durante gli esami professionali. In rari casi, con la crescita dell'emangioma può portare alla non conduzione atrioventricolare. Se il tumore ha germinato nell'atrio del ventricolo, potrebbe esserci una morte istantanea.

I feocromocitoma sono tumori cardiaci benigni correlati alla localizzazione intrapericolare e miocardica. I sintomi della malattia non sono quasi espressi, ma in determinate condizioni contribuiscono alla compressione del torace.

I tumori maligni del cuore comprendono sarcomi e linfomi, che hanno le loro sottospecie.

I sarcomi più comuni. Colpiscono la maggior parte delle persone in giovane età. I sarcomi sono localizzati nell'atrio sinistro e causano numerose complicazioni.

I linfomi sono tumori primari, questo tipo progredisce particolarmente rapidamente.

Neoplasie maligne del cuore portano a gravi conseguenze.

Sintomi di tumori cardiaci

Nuove escrescenze nell'organo cardiaco, a seconda del tipo, della natura, della struttura e dello stadio di sviluppo, causano alcuni sintomi nel corpo.

La localizzazione di un tumore al di fuori del cuore provoca il verificarsi di:

  • aumento della temperatura corporea;
  • brividi;
  • perdita di peso;
  • artralgia;
  • eruzioni cutanee.

Quando il tumore comprime la camera cardiaca e le arterie coronarie, appare:

  • problemi respiratori;
  • dolore al petto;
  • sanguinamento;

Questi sintomi portano al tamponamento cardiaco.

Nuove crescite nel sistema di conduzione portano a tachicardia e blocco parossistico.

I tumori situati all'interno del cuore interrompono il normale funzionamento delle valvole e impediscono il deflusso di sangue dalle camere cardiache. Con questa patologia, si osservano i sintomi di insufficienza cardiaca.

Poiché il primo richiama la presenza di sigilli patologici nel cuore, indipendentemente dalla sua natura, è considerato come:

  • tromboembolia vascolare;
  • embolia polmonare;
  • eschemia cerebrale;
  • ictus;
  • infarto miocardico.

Diagnosi del cuore per la presenza di tumori (ultrasuoni, RM, MSCT e altri)

L'esame del cuore non è un compito facile. Data l'enorme numero di varietà di inclusioni tumorali, e luoghi di loro localizzazione, per impostare una diagnosi accurata e di ottenere un grande modello della malattia, diagnosi richiede esteso corpo con varie tecniche.

Se si sospetta un tumore, prima viene eseguita un'ecografia del cuore. È più probabile che questa procedura determini il sigillo. Ci sono due tipi di diagnosi ecografica: ultrasuoni transesofagea - per ispezionare l'atrio e transtoralnoe ecografia - lo studio del ventricolo sinistro e destro.

Se i dati degli ultrasuoni non sono completi, è previsto un esame MRI e MSCT, oltre alla scansione dei radioisotopi e al suono del cuore. Anche a volte usi la ventricolografia.

Per studiare la natura del tumore, anche se gli ultrasuoni, con precisione determinato la sua presenza e origine, eseguire una biopsia. Per fare questo, spendi katerizatsiya o trial toracotomia. Inoltre, per l'istologia, si può usare il fluido pericardico ottenuto con la puntura.

Le ragioni per la formazione di tumori nel cuore non sono completamente comprese, quindi oggi non possiamo parlarne. Ma alcune leggi ancora studiati e in grado di identificare quei fattori che possono causare cambiamenti anormali nelle cellule a livello del gene, che portano alla loro divisione indiscriminata e la comparsa di tumori. Tra questi ci sono:

  • grande massa corporea;
  • effetti negativi di sostanze nocive;
  • stile di vita sbagliato;
  • cattive abitudini (fumo, alcolismo);
  • malattie infettive;
  • metastasi tumorali da altri siti primari in altri organi.

Trattamento dei tumori cardiaci

Solo dopo un esame completo e l'installazione di una diagnosi accurata, viene determinato il trattamento che avrà il massimo effetto e il minimo rischio di complicanze. Va detto che i tumori maligni hanno tattiche e metodi completamente diversi rispetto a un tumore maligno. Il trattamento si basa su:

  • intervento chirurgico (rimozione del tumore primario);
  • radioterapia e le sue ultime tecniche: brachiterapia e gamma-coltello;
  • la chemioterapia.

Indichiamo anche che se un tumore nel cuore contiene cellule tumorali, allora solo l'intervento chirurgico sarà estremamente insufficiente. L'oncologia richiede un trattamento complesso. Considera i problemi più generali delle patologie tumorali nel cuore.

Il cancro al cuore è una malattia rara. Per la maggior parte, non danneggia il muscolo cardiaco, poiché è attivamente rifornito di sangue. È troppo difficile determinare il cancro, perché richiede molto tempo senza alcun sintomo particolare. Pertanto, viene rilevato principalmente nella tarda età o dopo la morte.

Il cancro è primario e secondario. Un tumore primitivo maligno (sarcoma, angiosarcoma, rabdomiosarcoma, fibrosarcoma e altri) si sviluppa abbastanza rapidamente e migra verso linfonodi, polmoni e cervello.

I tumori cardiaci secondari derivano dalla metastasi di tumori maligni di altri organi. Questo tipo di oncologia è molto più comune delle neoplasie primarie. Dieci pazienti oncologici su dieci hanno metastasi nel cuore. La prima localizzazione di un tumore metastatico si verifica nel pericardio del cuore.

I sintomi di un tumore del cancro compaiono in base alla sua posizione e allo stadio di sviluppo. Se non penetra nel miocardio, la neoplasia patogena rimane inosservata per molto tempo e continua a crescere di dimensioni. Negli stadi successivi, si nota febbre, le articolazioni iniziano a dolere, compare debolezza, intorpidimento delle estremità, eruzione cutanea sul corpo e perdita di peso. Gli studi di laboratorio indicano cambiamenti patologici nella composizione del sangue.

Un tumore maligno, non solo nel miocardio, ma anche al di fuori di esso, sta crescendo rapidamente. Provoca aritmia, viola la conduttività, il dolore al petto è sentito quasi costantemente, il cuore cresce. Insufficienza cardiaca acuta può portare a morte improvvisa.

L'aspetto dei seguenti sintomi deve essere avvertito e servire come una chiamata per un esame completo:

  • dolore al petto;
  • gonfiore del viso e delle mani;
  • mancanza di respiro;
  • accumulo di liquidi nei polmoni;
  • aritmia;
  • dita snellenti e il loro ispessimento alle punte;
  • vertigini, perdita di coscienza.

Il cancro al cuore è abbastanza astuto. La prima cosa nella diagnosi, la seconda - nel rapido sviluppo, e in terzo luogo, nel trattamento.

Nella fase iniziale, un tumore maligno non si rivela per molto tempo, quindi nella maggior parte dei casi viene rilevato nelle fasi successive con un'ecografia, quando il cancro inizia a diffondere attivamente le metastasi. La prognosi per la diagnosi del cancro del cuore dipende dallo stadio della malattia in cui è stato eseguito il trattamento.

La diagnosi di un tumore maligno viene eseguita con ultrasuoni, risonanza magnetica, tomografia computerizzata, ventricolografia radioisotopica, angiocardiografia, ecocardiografia.

Uzi consente di esaminare lo stato del muscolo cardiaco, l'atrio e i ventricoli sinistro e destro. Questo metodo fornisce informazioni complete sulla presenza di formazione di tumori nel corpo. Oltre agli ultrasuoni, usare altri metodi di esame.

Il trattamento del cancro del cuore, a causa del rilevamento tardivo, è più probabile una natura palliativa. Nella maggior parte dei casi, l'operazione è già piuttosto tardiva, pertanto vengono adottate misure per ridurre i sintomi e migliorare le condizioni generali del paziente.

Il trattamento chirurgico viene applicato solo nelle prime fasi. In questo caso, il tumore viene rimosso, ma solo se ha un carattere primario di origine. Un trattamento così radicale non dà ancora una garanzia. In quattro persone su dieci, il tumore ritorna entro i primi due anni dopo l'operazione.

Il trattamento dell'oncologia cardiaca comporta un approccio integrato. Include l'uso della chemioterapia e delle radiazioni. Per eliminare le patologie che sono sorte a seguito dello sviluppo di un tumore, viene utilizzato un trattamento sintomatico. Obbligatorio è un corso di terapia di mantenimento e riabilitazione. L'uso di farmaci è selezionato tenendo conto delle caratteristiche individuali dell'organismo.

Dopo il trattamento, si raccomanda un'ecografia costante.

Nonostante il fatto che la prognosi per i tumori del cancro sia molto sfavorevole, una terapia complessa può prolungare la vita del paziente di cinque o più anni.

Se non si avvia una terapia tempestiva, il tumore "mangia" rapidamente la persona. La prognosi della malattia, dopo l'insorgenza dei sintomi dell'oncologia, è sfavorevole. In meno di un anno si verifica la morte.

http://rak03.ru/vidy/opuxol-serdca-2/

Tumore del cuore: quando è necessario "suonare l'allarme"?

Tumore del cuore: quando è necessario "suonare l'allarme"?

La più terribile malattia di qualsiasi organo umano è un tumore, benigno o maligno. Il tumore del cuore è abbastanza raro, ma ha ancora un posto nella pratica oncologica.

Classificazione e tipi di tumori

Nuove crescite nel cuore possono influenzare sia il pericardio che il tessuto del muscolo cardiaco stesso. Tale patologia non si riscontra spesso in oncologia a causa di un buon apporto di sangue all'organo e di un rapido processo di scambio.

I tumori del cuore sono: primari (si sviluppano dal miocardio stesso) e secondari (formati da cellule tumorali che arrivano al cuore attraverso la linfa e il sangue da organi con cancro degli organi).

La maggior parte delle formazioni primarie è benigna, ma nel 15% dei casi vengono diagnosticati anche processi maligni.

Per i tumori benigni del cuore comprendono 7 tipi:

  1. Mixoma. Si verifica nel 78% dei casi tra tutte le neoplasie miocardiche. Il tumore cresce nella cavità di uno degli atri. Il mixoma è più comunemente diagnosticato nelle donne in postmenopausa.
  2. Fibroelastoma papillare. Il tipo di tumore che si verifica abbastanza spesso. La posizione è la papilla aortica o della valvola mitrale. La posizione specifica del tumore impedisce alla valvola di chiudersi completamente riducendo i ventricoli.
  3. Rabdomiomi. Il tumore è formato da tessuto muscolare del cuore. Si verifica nel 12% dei casi. La posizione è il ventricolo sinistro. Provoca una violazione della conduttività del muscolo cardiaco. Più spesso diagnosticato nei bambini.
  4. Il fibroma colpisce principalmente le valvole cardiache. In grado di provocare stenosi tra ventricolo e atrio, pericardite.
  5. Lipoma. Neoplasia delle cellule del tessuto adiposo. Il posto di localizzazione può essere qualsiasi reparto di myocardium. Di solito non si manifesta, ma alle sue grandi dimensioni può provocare fallimenti nel lavoro del cuore.
  6. Emangioma. Il tumore dei vasi cardiaci, che viene diagnosticato molto raramente. Non influisce sul lavoro del miocardio, se non cresce nel nodo del seno. In tal caso, il ritmo cardiaco può scomparire, i casi gravi portano alla morte.
  7. Il teratoma è una cisti cardiaca che si sviluppa da cellule embrionali. Il tumore può essere localizzato sotto il cuore, sul lato o sopra di esso.

L'unico tipo di tumori cardiaci primari maligni sono i sarcomi. È diviso nei seguenti tipi:

  • angiosarcoma: è formato da vasi sanguigni e linfociti, più spesso colpisce l'atrio destro, nella maggior parte dei casi viene diagnosticato negli uomini;
  • fibrosarcoma: si sviluppa dai tessuti molli del miocardio;
  • liposarcoma: proviene da una collezione di cellule di origine prevalentemente mesodermica (mesenchima);
  • rabdomiosarcoma: si forma nella muscolatura striata, a volte cresce attraverso tutto il cuore, causa i sintomi dell'infarto del miocardio.

I tumori secondari del cuore provocano una metastasi del cancro che si sviluppa in altri organi. Questi includono tumori di reni, polmoni, mammella, stomaco e ghiandola tiroidea.

cause di

La causa dei tumori nel cuore è difficile da determinare. Grazie a lunghi studi clinici, medici e scienziati hanno scoperto fattori di rischio comuni per lo sviluppo di questa patologia. Questi includono:

  • cardiochirurgia dopo infortuni o problemi clinici;
  • coaguli di sangue;
  • malattie infettive;
  • tabagismo e abuso di alcol;
  • tossine;
  • obesità e sovrappeso;
  • metastasi del cancro di altri organi;
  • aterosclerosi dei vasi e del cervello;
  • situazioni stressanti persistenti che portano a un sistema immunitario indebolito;
  • predisposizione genetica.

sintomi

Nelle prime fasi di un tumore al cuore, non ci sono sintomi. Una persona non può nemmeno presumere di avere un cancro. Inoltre, i suoi sintomi sono molto simili ad altre malattie.

Il malato di cancro può leggermente aumentare la temperatura del subfebrile, che persiste durante l'intero periodo di sviluppo del cancro. C'è debolezza, stanchezza, dolore alle articolazioni. Perdita di peso irragionevole, intorpidimento delle dita indica anche la malattia.

A seconda della posizione della neoplasia, i reclami dei pazienti possono variare.

Ad esempio, se un tumore è germogliato nel miocardio, si manifesta con disturbi del ritmo cardiaco (aritmie) e altri gravi disturbi. Il paziente appare:

I tumori del cuore hanno la capacità di camuffarsi come i suoi difetti. Quindi i seguenti sintomi sono inerenti:

  • vertigini;
  • svenimento;
  • il lavoro fisico è difficile da tollerare.

Un forte deterioramento della condizione può causare tumori che hanno germinato nella cavità del cuore. Con una tale patologia, la conduttività del miocardio diminuisce, l'insufficienza cardiaca si sviluppa con attacchi d'asma (asma cardiaco).

Vale la pena notare che in presenza di un paziente con tumori nel cuore, le dita diventano come bacchette. Il dito stesso sta perdendo peso, e le sue punte, al contrario, si addensano.

diagnostica

La diagnosi di tumori cardiaci è un compito piuttosto difficile. I neoplasmi hanno molte forme morfologiche. Per determinare il tipo, lo stadio e la posizione del tumore, vengono utilizzati metodi diagnostici:

  • presa in carico della storia e valutazione dei reclami dei pazienti;
  • radiografia del torace;
  • elettrocardiogramma;
  • angiocardiografia,
  • tomografia computerizzata (CT);
  • imaging a risonanza magnetica;
  • cavità cardiaca che suona;
  • puntura pericardica;
  • biopsia;
  • ecocardiogramma;
  • analisi del sangue biochimica.

Tutte queste attività aiuteranno a determinare la presenza di cancro, il numero di metastasi, la vastità della loro crescita in altri organi e tessuti dell'uomo.

Trattamento in diverse fasi

I medici attribuiscono i tumori cardiaci alle più complesse malattie oncologiche. Non possono essere curati. Se è stato possibile rilevare il cancro nelle sue fasi iniziali, viene eseguito un intervento chirurgico, a condizione che il tumore sia primario. Tuttavia, non esiste ancora alcuna garanzia per una cura completa. Secondo le statistiche, su 10 persone su quattro di esse, il cancro ritorna durante i primi 2 anni dopo l'intervento chirurgico per rimuovere un tumore al cuore.

L'oncologia del cuore comporta un trattamento completo. Include radiazioni e chemioterapia. Il trattamento sintomatico è prescritto per eliminare i difetti dovuti alla crescita di una neoplasia. Serviva anche una terapia mirata a mantenere e ripristinare il corpo. I farmaci sono selezionati dal medico curante.

Quando un tumore si trova nelle fasi successive, il trattamento chirurgico non è appropriato. In tali casi, ha senso usare una terapia mirata ad alleviare i sintomi della malattia e migliorare la qualità della vita del paziente - cure palliative.

La stessa tecnica operativa include diversi passaggi:

  • apertura del torace (toracotomia);
  • connessione alla macchina cuore-polmone;
  • tagliare la camera cardiaca;
  • cucitura del sito dell'incisione;
  • disconnessione dalla macchina cuore-polmone.

Anche nella pratica operativa per rimuovere i tumori cardiaci usato lama gamma. È usato nei casi in cui la chirurgia è impossibile per determinate ragioni. Questo tipo di rimozione del tumore è una buona alternativa se il paziente ha gravi malattie in cui la chirurgia normale è controindicata.

Dopo aver subito un trattamento chirurgico, i pazienti sono mostrati per monitorare lo stato del miocardio usando ultrasuoni.

prospettiva

La prognosi dopo la rimozione dei singoli tumori è favorevole. L'aspettativa di vita aumenta di 5-10 anni, a volte di più. I pazienti devono essere costantemente monitorati da un cardiologo e un cardiochirurgo per identificare una possibile recidiva oncologica.

Per quanto riguarda il tumore del cuore - mixoma, quindi la prognosi dopo l'operazione è molto buona. Molti pazienti non la affrontano mai più. Le recidive si osservano in pazienti con neoplasie ereditarie o con escissione incompleta del sito di attacco per il mixoma.

La fatalità durante e dopo l'intervento chirurgico non è stata praticamente registrata. La maggior parte dei pazienti che si sono liberati prontamente della patologia, si verifica una guarigione completa. Le manifestazioni cliniche e l'ipertensione scompaiono completamente.

Un fattore importante per un esito positivo è la stretta osservanza delle raccomandazioni del medico e il passaggio della terapia di mantenimento dopo l'intervento.

Prevenzione delle malattie

Misure preventive specifiche, in quanto tali, non esistono. Tuttavia, i medici sono invitati a rispettare le norme preventive generali.

Prima di tutto, devi liberarti delle cattive abitudini (fumare, bere eccessivamente), condurre uno stile di vita sano, mangiare bene. È necessario prestare attenzione alle controindicazioni e agli effetti collaterali quando si scelgono i farmaci.

Un trattamento tempestivo delle malattie infettive serve come misura preventiva. Non puoi permettere loro di avere fasi croniche e infiammazioni. Tutti questi fattori contribuiscono alla formazione di cellule tumorali nel corpo. Non dimenticare di rafforzare il sistema immunitario.

Si consiglia di visitare un cardiologo ogni 6 mesi, di sottoporsi a un ecografia e un elettrocardiogramma del cuore.

È importante ricordare che è meglio prevenire la malattia e in tempo per contattare i medici, piuttosto che cercare i modi migliori per trattarli. Identificato nelle prime fasi del tumore del cuore - la chiave per una prognosi di successo nel trattamento e la completa liberazione dalla malattia.

http://cardiology24.ru/opuhol_serdca/

Tumori cardiaci (benigni e maligni): cause, tipi, sintomi, trattamento

I tumori del cuore sono rari e se si riscontra una neoplasia maligna, l'uomo per la strada lo chiamerà "cancro del cuore", sebbene questo non sia del tutto vero dal punto di vista terminologico. Le neoplasie maligne primarie del cuore sono i sarcomi e il cancro stesso germina da un organo vicino o è di natura metastatica.

I tumori del cuore sono abbastanza eterogenei nelle formazioni naturali. La fonte può essere il miocardio, il pericardio o lo strato interno dell'organo, le valvole, le partizioni tra gli atri o i ventricoli, il sistema vascolare. Non esiste una cornice di età, quando i tumori compaiono, possono essere rilevati nel feto, diagnosticati nei bambini, negli adulti di età giovane, matura o senile. Sia le donne che gli uomini sono ugualmente colpiti.

Se le neoplasie provengono dai tessuti del cuore stesso, saranno chiamate primarie. Tali tumori costituiscono non più dello 0,2% di tutte le neoplasie di un organo. Più spesso, i medici si trovano di fronte a una situazione in cui la malattia è secondaria - metastasi del cancro di altri organi, germinazione dei carcinomi polmonari, dello stomaco, dell'esofago, ecc. I tumori secondari si trovano fino a 30 volte più spesso dei tumori primari.

Indipendentemente dalle caratteristiche istologiche e dal sito del tumore, sono tutti carichi di insufficienza cardiaca, tamponamento d'organo, embolia, disturbi del ritmo mortale, quindi anche nel caso di una neoplasia completamente benigna, l'unico trattamento sarà un'operazione chirurgica, il ritardo con cui si commette un grave errore.

Varietà di tumori al cuore

I tumori primari del cuore, che crescono dalle sue strutture, sono:

Neoplasie benigne costituiscono tre quarti di tutti i tumori cardiaci, e Myxoma conduce tra loro, che si verifica nell'80% dei casi. Il restante 20% sono teratomi e formazioni di origine del tessuto connettivo: lipomi, rabdomiomi, tumori vascolari, fibromi, cisti pericardiche.

mixoma nell'atrio sinistro

Neoplasie maligne sono sarcomi di muscoli, tessuto adiposo, pareti vascolari, mesotelio, che copre il cuore esterno e neoplasie del tessuto emopoietico - linfoma. Le neoplasie maligne secondarie "arrivano" nel cuore dagli organi adiacenti - i polmoni, l'esofago, la trachea, la pleura, lo stomaco e la ghiandola mammaria. In questo caso, si trovano complessi di cancro che corrispondono alla struttura dei carcinomi degli organi in cui originariamente erano originati.

Vale la pena di dire alcune parole sulla terminologia in modo che il lettore sappia perché il "cancro" non cresce nel cuore. Dal punto di vista della scienza, il cancro è formato dall'epitelio e i tumori del tessuto connettivo sono chiamati sarcomi. Un tumore maligno del cuore è formato da muscolo, adiposo e altri tipi di tessuto connettivo, quindi il termine "cancro" non è usato per questo, ma è meglio designarlo come "sarcoma". Se il carcinoma si trova in un organo che è germogliato da altri organi o è apparsa lì come risultato di metastasi, non sarà anche chiamato cancro del cuore, ma indicherà invece la natura secondaria della lesione, necessariamente nominando la fonte primaria di cancro.

Tumori cardiaci benigni

Il mixoma è il tipo più comune di tumore al cuore, che rappresenta circa la metà di tutti i casi di malattia. Tra i pazienti ci sono molte più donne, l'età media è di 30-50 anni. Il mixoma atriale (il più delle volte la sinistra) inizia la sua crescita nel setto interatriale, fissandosi ad esso come una gamba e riempiendo gradualmente la cavità del cuore con se stesso. Raramente trovato mixoma ventricolare.

Il mixoma appare come un nodo sferico di consistenza morbida o densa (meno spesso), che riempie il lume dell'atrio o del ventricolo. Il diametro medio è di 3-4 cm, ma un mixoma può raggiungere gli 8 cm, impedendo il flusso sanguigno e svuotando le camere cardiache. I mixomi lobulari sciolti sono molto pericolosi per la separazione dei frammenti tumorali, che entrano immediatamente nella circolazione sistemica e possono causare embolia.

Fino al momento in cui il mixoma raggiunge il foro della valvola o riempie la camera cardiaca con se stesso, potrebbe non apparire. In caso di movimento del sangue disturbato, sovrapposizione della valvola atrioventricolare mediante sospensione del mixoma, compaiono sintomi simili a quelli con cardiopatia. La compromissione emodinamica aumenta con le manifestazioni in entrambi i circoli di circolazione sanguigna.

tipi di tumori benigni del cuore

Il secondo posto in termini di predominanza dopo il mix è occupato da fibroelastomi papillari, la cui localizzazione preferita sono le valvole: la mitrale a sinistra e il triplo nella metà destra del cuore. Esternamente, sono simili ai papillomi, formano crescite papillari sulle valvole valvolari, ma i capezzoli sono privati ​​di un vaso, a differenza dei veri papillomi. I fibroelastomi non influenzano il funzionamento delle cuspidi delle valvole, ma creano un alto rischio di embolia tumorale quando le papille vengono strappate.

I rabdomomi rappresentano circa un quinto di tutti i tumori benigni del cuore e sono particolarmente spesso diagnosticati nei bambini. Queste formazioni crescono dal tessuto muscolare striato del miocardio, si trovano nello spessore della parete cardiaca (il setto e il ventricolo sinistro più spesso), sono soggette a crescita multipla allo stesso tempo sotto forma di numerose lesioni. Sono pericolosi a causa della sconfitta delle fibre nervose conduttive, ispessimento e deformazione delle pareti del cuore con lo sviluppo di aritmie e insufficienza d'organo.

Tra le varietà più rare di tumori benigni del cuore vi sono i fibromi, i lipomi, gli emangiomi, che crescono sia all'interno del miocardio che sulle valvole (emangiomi, fibromi) e nelle cavità (lipomi). Questi tumori influenzano il sistema di conduzione, violano l'emodinamica e sono carichi di emboli.

Video: miksoma nel programma "Live is great!"

Neoplasie maligne del cuore

I tumori maligni del cuore sono formati da tessuto muscolare, fibroso, adiposo, pareti dei vasi, pericardio e sono chiamati sarcomi. L'atrio sinistro è il sito di crescita più frequente. La malattia colpisce persone di giovani e mezza età.

La causa principale dei sarcomi è il tumore vascolare - angiosarcoma (fino al 40% dei casi). Oltre a questo, il rabdomyo e i leiomiosarcomi (dal tessuto muscolare), i fibrosarcomi e persino gli osteosarcomi costituiti da tessuto osseo immaturo possono formarsi all'interno del cuore. Un quarto di tutte le neoplasie maligne sono sarcomi indifferenziati che sono soggetti a crescita attiva e metastasi precoci e hanno una prognosi molto sfavorevole.

Il mesotelioma, spesso diagnosticato nei maschi, può formare da cellule pericardiche. Nelle immunodeficienze, comprese quelle acquisite (infezione da HIV), si crea uno sfondo favorevole per la comparsa del linfoma cardiaco, che sta rapidamente crescendo con manifestazioni di insufficienza d'organo e aritmie.

Manifestazioni di tumori cardiaci

La maggior parte dei tumori cardiaci presenta sintomi simili associati alla presenza di tessuto aggiuntivo nella camera d'organo, al flusso sanguigno alterato attraverso i fori delle valvole e al sistema di conduzione. Le caratteristiche della clinica sono associate alla posizione del tumore all'interno, al di fuori del cuore, nello spessore del miocardio o sulle valvole delle valvole. I segni più caratteristici della patologia:

  • Dolore e pesantezza al petto;
  • Mancanza di respiro;
  • gonfiore;
  • Tachicardia, sensazione di interruzioni del ritmo;
  • Cianosi della pelle

Neoplasie maligne tendono a portare a cambiamenti nella natura generale - perdita di peso, febbre, mancanza di appetito, dolore alle ossa e alle articolazioni, forse una eruzione cutanea.

Le neoplasie localizzate al di fuori del cuore possono mostrare mancanza di respiro e dolore al petto. Man mano che crescono, interrompono la mobilità dell'organo, impedendo il corretto svuotamento e il riempimento delle sue camere. Lo sviluppo del tamponamento cardiaco, una condizione in cui la cavità del sacco cardiaco si riempie di sangue bloccando la contrazione dell'organo, è il risultato di un possibile decadimento e sanguinamento, il risultato del tamponamento è asistolia (arresto cardiaco) e morte.

La compressione dei grandi tronchi vascolari da parte del tumore si manifesta nella forma:

  • Edema del viso e della parte superiore del corpo durante la compressione della vena cava superiore;
  • Gonfiore delle gambe e stasi venosa negli organi interni con compressione della vena cava inferiore.

I tumori che crescono all'interno del miocardio influenzano le fibre del sistema di conduzione, pertanto, le aritmie cardiache sono tra i sintomi. I pazienti lamentano palpitazioni durante la tachicardia, nel caso di blocchi ci sono interruzioni e una sensazione di sbiadimento al petto. Oltre alle aritmie, i fenomeni di insufficienza cardiaca sono in aumento, mancanza di respiro, debolezza, gonfiore e aumento del fegato.

I tumori situati all'interno delle camere cardiache causano alterazione della circolazione sanguigna attraverso atri, ventricoli e vasi di grandi dimensioni, impediscono il riempimento della camera cardiaca o il suo svuotamento e possono chiudere l'apertura della valvola, imitando la stenosi. La principale manifestazione di tali tumori è considerata l'insufficienza cardiaca rapidamente progressiva.

Il mixoma dell'atrio sinistro quando riempito con questa fotocamera si manifesta con una grave mancanza di respiro, svenimenti, dolori al petto. Un suo segno caratteristico aumenterà l'insufficienza cardiaca, che non risponde al trattamento conservativo. La morte improvvisa è possibile con l'ostruzione (chiusura) della valvola mitralica del mixoma. È importante che i sintomi si aggravino cambiando la posizione del corpo.

Se la neoplasia colpisce le valvole, allora ci sono segni di stenosi o insufficienza - ristagno nella circolazione polmonare con mancanza di respiro, edema polmonare e tendenza ai processi infiammatori degli organi respiratori; in grande - con un ingrossamento del fegato, edema, cianosi.

Molto caratteristico e particolarmente pericoloso con localizzazione valvolare di neoplasia embolica con cellule tumorali. Con la sconfitta della valvola mitrale o aortica, i conglomerati cellulari cadono in un grande cerchio con sangue arterioso, occludono i vasi del cuore, del cervello, dei reni, delle gambe, ecc. Clinicamente, questo si manifesterà come un ictus, infarto del miocardio, ischemia delle estremità.

Se gli emboli del tumore entrano nel flusso sanguigno dal lato destro del cuore, allora l'arteria polmonare e i suoi rami si bloccano, che si manifesta con mancanza di respiro, aumento della pressione nel circolo inferiore, espansione della metà destra del cuore. In caso di violazione del flusso sanguigno attraverso l'arteria principale, si verifica più spesso la morte per insufficienza cardiaca polmonare acuta.

Data la non specificità dei sintomi, che può essere in una serie di altre malattie cardiache, la diagnosi di tumori di questo organo non è un compito facile. Con la probabile crescita di tumori, è più consigliabile inviare il paziente a un'ecografia, se necessario, vengono eseguite TC e MSCT, sondaggio, radioisotopi o esame radiopaco delle cavità cardiache. L'ECG durante un tumore non presenta cambiamenti caratteristici, aritmie, disturbi della conduzione, segni di stress sulle parti del cuore, ecc., Sono registrati su di esso, che si verifica nelle più diverse patologie cardiache.

Trattamento dei tumori cardiaci

Chirurgia, radioterapia e chemioterapia sono usati per trattare i tumori cardiaci. Il metodo più efficace è riconosciuto come intervento chirurgico, che può includere la rimozione di un tumore situato nella cavità di un organo, area del miocardio o pericardio con neoplasia.

Nel caso del mix e di altri tumori benigni, la chirurgia è l'unico trattamento efficace. La terapia conservativa elimina alcuni dei sintomi, migliora il benessere generale, ma il rischio di complicazioni e morte rimane piuttosto elevato, quindi ignorare o posticipare l'intervento è considerato un errore medico.

Quando si rimuove il mixoma o un altro tumore benigno che si sviluppa nella cavità atriale o nel ventricolo del cuore, è importante asportare non solo la parte di esso che interferisce con il flusso sanguigno, ma anche l'area da cui il tumore ha origine. Questo viene fatto per ridurre la probabilità di recidive, che sono ancora diagnosticate in alcuni pazienti.

Una sternotomia longitudinale mediana viene utilizzata per accedere al cuore colpito quando l'incisione passa attraverso lo sterno. Questo accesso fornisce una buona panoramica per il medico ed è sufficiente per le manipolazioni sul cuore e sulle grandi navi. Se è necessario rimuovere un tumore del ventricolo sinistro, il chirurgo penetra lì attraverso l'aorta, suddividendolo trasversalmente.

Qualsiasi tumore cardiaco benigno, situato nel lume dell'organo o sulle valvole, può causare embolia, quindi devono essere rimossi con molta cautela, senza spremere e un singolo blocco, mentre l'aorta deve essere schiacciata e il cuore fermato. Il controllo della cavità del dito non viene eseguito, invece, vengono lavati con soluzione salina per prevenire la formazione di cellule di neoplasma nel cuore. Dopo un'operazione al cuore, potrebbe essere necessario un ulteriore materiale plastico per riparare le valvole: protesi, annuloplastica.

Durante la manipolazione del cuore, viene fermato (cardioplegia) e la creazione di circolazione del sangue artificiale. Per mantenere il miocardio per questo periodo, è indicata la "protezione" farmacologica e fredda - trattamento dell'organo con soluzione salina raffreddata, introduzione di agenti farmacologici nei vasi.

In caso di neoplasie maligne, sono stati fatti tentativi di trattamento radicale, tuttavia, la pratica ha dimostrato che subito dopo l'intervento si verifica una recidiva, quindi i metodi principali per tali tumori sono la radioterapia e la chemioterapia. Spesso, i tumori maligni vengono diagnosticati nella fase in cui viene colpito un volume significativo del cuore e dei tessuti circostanti, quindi non è più possibile rimuovere tale tumore e l'unico modo per aiutare il paziente è quello di irradiarlo o prescrivere la chemioterapia sistemica.

Questo trattamento è anche il ricorso a lesioni secondarie, metastatiche, del cuore. Irradiazione e chemioterapia non portano alla cessazione del tumore, ma aiutano a ridurne le dimensioni, facilitando le condizioni del paziente, pertanto tale trattamento è considerato palliativo. Oltre a ridurre la gravità dei sintomi, il trattamento palliativo può prolungare la vita di un paziente a cinque anni dal momento in cui la malattia è stata rilevata.

La prognosi per i tumori cardiaci è seria. Favorevole può essere considerato per le neoplasie benigne, che sono state rimosse in modo tempestivo e non hanno portato a complicazioni. Tumori multipli danno un tasso di sopravvivenza a cinque anni di circa il 15%. Nei sarcomi e nel cancro metastatico, la prognosi è deludente - i pazienti muoiono entro 6-12 mesi dall'esordio della malattia e fino all'80% dei pazienti con neoplasie maligne primitive al momento della rilevazione hanno già metastasi.

Video: operazione di rimozione del mixoma atriale destra

Autore: medico-istologo Goldenshlyuger N.I.

http://onkolib.ru/organy/serdce/

Tumori cardiaci

Tumori del cuore - eterogenei sulla struttura istologica del tumore, originati principalmente dai tessuti del cuore o che germinano in essi da altri organi. I tumori del cuore, a seconda del tipo, della posizione e delle dimensioni, possono causare mancanza di respiro, tosse, tachicardia, aritmie, dolore toracico, insufficienza cardiaca, tamponamento cardiaco, tromboembolia. La diagnosi di tumori cardiaci viene effettuata tenendo conto dei dati di EchoCG, radiografia, ventricolografia, risonanza magnetica e TCMS del cuore, ECG, biopsia. Alla rivelazione di tumori primitivi benigni del cuore, viene eseguita la loro escissione radicale; il trattamento dei tumori primari maligni e metastatici è di solito palliativo (radioterapia, chemioterapia).

Tumori cardiaci

Tumori del cuore - un gruppo eterogeneo di tumori che cresce dai tessuti e dalle membrane del cuore. I tumori possono svilupparsi da qualsiasi tessuto del cuore e si verificano a qualsiasi età. Le neoplasie possono far germogliare il muscolo cardiaco, il pericardio, influenzare le valvole e il setto del cuore. Nel feto, possono essere rilevati utilizzando l'ecocardiografia fetale, a partire da 16-20 settimane. sviluppo intrauterino. I tumori cardiaci primitivi si trovano in cardiologia con una frequenza di 0,001-0,2%; secondaria (metastatico) - 25-30 volte più spesso. Tutti i tumori del cuore portano il potenziale pericolo di complicazioni mortalmente pericolose - insufficienza cardiaca, aritmie, pericardite, tamponamento cardiaco, emboli sistemici.

Classificazione dei tumori cardiaci

I tumori del cuore, che rappresentano malattie indipendenti, sono primari; i tumori che metastatizzano attraverso il sangue e i vasi linfatici o germinano dagli organi vicini sono secondari. Le cause dello sviluppo dei tumori cardiaci primari sono sconosciute. I tumori secondari del cuore sono più spesso rappresentati da metastasi del cancro al seno, allo stomaco e ai polmoni e, più raramente, ai tumori della tiroide e del rene.

Secondo il principio morfologico, i tumori cardiaci sono divisi in benigni (make up 75%) e maligni (make up 25%). Per origine, le neoplasie maligne possono essere sia primarie che metastatiche, secondarie. Tra i tumori benigni vi sono mixoma del cuore (50-80%), teratomi, rabdomiomi, fibromi, emangiomi, lipomi, fibroelastomi papillari, cisti pericardiche, paragangliomi, ecc. Le neoplasie maligne comprendono sarcomi, mesotelioma pericardico e linfomi.

Pseudo-tumori includono corpi estranei del cuore, coaguli di sangue organizzati, formazioni infiammatorie (ascessi, gomme, granulomi), echinococco e altre cisti parassitarie e conglomerati di calcificazione. Un gruppo separato è costituito da tumori extracardiaci del mediastino e del pericardio, che comprimono il cuore.

Tumori cardiaci benigni primari

myxoma

La metà di tutti i tumori primari del cuore si verifica nel mixoma. Il mixoma sporadico del cuore è 2-4 volte più frequente nelle donne. Esiste un complesso ereditario di Karni con un tipo di ereditarietà autosomica dominante, caratterizzato da tumori multicentrici di varie localita ': mixoma del cuore, tumori della pelle pigmentati, fibroadenomi al seno, cisti ovariche, displasia nodulare delle ghiandole surrenali, tumori testicoli myxoid, adenomi ipofisari, isteromiiasi, ipofisi, isteromiiasi, isteromioma

La localizzazione predominante del mix è l'atrio sinistro (circa il 75%). I mixomi con una gamba prolassano attraverso la valvola mitrale, rendendo difficile lo svuotamento dell'atrio sinistro e il riempimento del ventricolo durante la diastole. Macroscopicamente, i mixomi possono avere una struttura viscida, dura, lobata o friabile. Il mixoma sfuso non formato rappresenta il più grande pericolo in termini di sviluppo di embolia sistemica.

Fibroelastoma papillare

Tra i tumori primari del cuore, fibroelastoma papillare benigno, che colpisce principalmente le valvole aortica e mitrale, sono i secondi in frequenza. Morfologicamente, rappresentano papillomi avascolari con rami che ricordano gli anemoni che si estendono dal nucleo centrale. Più spesso hanno una gamba, ma a differenza del mix, non causano la disfunzione della valvola, ma aumentano la probabilità di embolia.

rabdomioma

I rabdomiomi tra tutti i tumori benigni del cuore rappresentano il 20% e sono le neoplasie più frequenti nei bambini. Di solito, i rabdomiomi sono multipli, hanno una localizzazione intramurale nel setto o nella parete del ventricolo sinistro e influenzano il sistema di conduzione cardiaca. Il decorso dei rabdomomi può essere accompagnato da tachicardia, aritmie e insufficienza cardiaca. Questi tumori cardiaci sono spesso associati a sclerosi tuberosa, adenomi della ghiandola sebacea, neoplasie renali benigne.

fibromi

Anche i tumori del cuore connettivo del cuore si trovano principalmente nei bambini. Possono colpire le valvole e il sistema di conduzione del cuore, causare ostruzione meccanica, imitare la stenosi valvolare, il quadro clinico di insufficienza cardiaca, cardiomiopatia ipertrofica, pericardite costrittiva. I fibromi del cuore possono essere parte della sindrome del nevo delle cellule basali (sindrome di Gorlin).

Altri tumori benigni al cuore

Gli emangiomi si trovano nel 5-10% dei casi di tutti i tumori cardiaci primari. Più spesso non causano sintomi clinici e vengono rilevati durante un esame di routine. Meno comunemente, gli emangiomi intramyocardici sono accompagnati da una ridotta conduzione atrioventricolare e durante la germinazione del nodo atrioventricolare possono portare a morte improvvisa.

I lipomi del cuore possono svilupparsi a qualsiasi età. Di solito si tratta di tumori su base ampia, localizzati nell'epicardio o nell'endocardio. Il corso dei lipomi è spesso asintomatico; dopo aver raggiunto una grande dimensione, possono causare aritmie, disturbi della conduzione, un cambiamento nella forma del cuore, radiologicamente rilevabile.

I feocromocitomi possono presentare localizzazione intrapericolare o miocardica, accompagnata dalla secrezione di catecolamine. Le cisti pericardiche sulle radiografie del torace spesso imitano i tumori cardiaci o la pericardite essudativa. Molto spesso sono asintomatici, a volte possono causare sintomi di compressione degli organi del torace.

Tumori cardiaci maligni

I sarcomi sono i tumori cardiaci maligni primitivi più comuni. Si manifestano principalmente in giovane età (età media 40 anni). I sarcomi cardiaci possono essere rappresentati da angiosarcomi (40%), sarcomi indifferenziati (25%), istiocitomi fibrosi maligni (11-24%), leiomiosarcomi (8-9%), rabdomiosarcomi, fibrosarcomi, liposarcomi, osteosarcomi. Tumori maligni del cuore si verificano spesso nell'atrio sinistro, portando a ostruzione dell'orifizio mitrale, tamponamento cardiaco, insufficienza cardiaca e metastasi polmonari.

Il mesotelioma pericardico è relativamente raro e si verifica soprattutto negli uomini. Di solito si metastatizzano alla pleura, alla colonna vertebrale, al cervello, ai tessuti molli circostanti.

I linfomi primitivi colpiscono più comunemente individui immunocompromessi (compresa l'infezione da HIV). Questi tumori del cuore sono soggetti a una crescita estremamente rapida e sono accompagnati da insufficienza cardiaca, aritmie, tamponamento e sindrome della vena cava superiore.

I tumori metastatici del cuore più spesso colpiscono il pericardio, almeno - il muscolo cardiaco, l'endocardio e le valvole cardiache. Come i tumori cardiaci primari, possono causare mancanza di respiro, pericardite acuta, tamponamento cardiaco, disturbi del ritmo, blocco atrioventricolare e insufficienza cardiaca congestizia. Nel cuore, il cancro del polmone, il cancro al seno, il cancro del rene, il sarcoma dei tessuti molli, la leucemia, il melanoma, il linfoma, il sarcoma di Kaposi possono metastatizzare.

Sintomi di tumori cardiaci

Manifestazioni di tumori del cuore dovuti al tipo di neoplasma, alla sua localizzazione, alle dimensioni, alla capacità di decadimento. I tumori extracardiaci si manifestano con febbre, brividi, perdita di peso, artralgia, eruzioni cutanee. Quando un tumore viene compresso dalle camere del cuore o delle arterie coronarie, si verificano mancanza di respiro e dolore al petto. Crescita o sanguinamento del tumore possono causare tamponamento cardiaco.

I tumori cardiaci con crescita intramyocardica (rabdomiomi, fibromi) che vengono schiacciati o inseriti nel sistema di conduzione sono accompagnati da blocco atrioventricolare o intraventricolare, tachicardia parossistica (sopraventricolare o ventricolare).

I tumori intracavitari del cuore distruggono principalmente la funzione delle valvole e impediscono il flusso di sangue dalle camere del cuore. Possono causare il fenomeno della stenosi mitralica e tricuspidale o dell'insufficienza cardiaca. I sintomi dei tumori intracavitari del cuore di solito si verificano quando la posizione del corpo cambia a causa di cambiamenti nell'emodinamica e le forze fisiche che agiscono sul tumore.

Spesso le prime manifestazioni di tumori cardiaci sono il tromboembolismo nei vasi della circolazione sistemica o polmonare. I tumori del cuore destro possono causare embolia polmonare, ipertensione polmonare e cuore polmonare; tumori del cuore sinistro - ischemia cerebrale transitoria e ictus, infarto miocardico, ischemia degli arti, ecc. Il verificarsi di infarti di organi interni nei giovani in assenza di difetti cardiaci congeniti e acquisiti, fibrillazione atriale ed endocardite infettiva ti fa pensare alla presenza di un tumore al cuore.

Diagnosi di tumori cardiaci

A causa della variabilità del quadro clinico e della molteplicità delle forme morfologiche dei tumori cardiaci, la loro diagnosi non è un compito facile.

I dati ECG per i tumori cardiaci sono polimorfici e poco specifici: possono riflettere i segni di ipertrofia delle camere cardiache, disturbi della conduzione e del ritmo, ischemia miocardica, ecc. La radiografia del torace spesso rivela un aumento delle dimensioni del cuore e dei segni di ipertensione polmonare. Un metodo più sensibile per la diagnosi dei tumori è un ecografia del cuore: l'ecocardiografia transsoracica atriale, l'echoCG transtoracico, un tumore ventricolare, è meglio visualizzata con l'ecocardiografia transesofagea.

In caso di risultati diagnostici dubbi, vengono eseguite la risonanza magnetica e il TCM del cuore, la scansione del radioisotopo, il sondaggio della cavità cardiaca e la ventricolografia. Per verificare la struttura istologica del tumore cardiaco, viene eseguita una biopsia durante la cateterizzazione o la toracotomia diagnostica. Nella pericardite essudativa, l'esame citologico del liquido ottenuto dalla puntura pericardica può fornire preziose informazioni diagnostiche. La diagnosi differenziale dei tumori cardiaci viene eseguita con CHD, miocardite, cardiomiopatia, pericardite, amiloidosi del cuore.

Trattamento dei tumori cardiaci

I tumori del cuore sono trattati chirurgicamente. Gli interventi chirurgici per i tumori cardiaci possono includere la rimozione di un tumore intracavitario, la rimozione di un tumore del miocardio o del pericardio, la pericardectomia, la rimozione di una cisti pericardica. Durante l'operazione radicale, vengono eseguite l'escissione del tumore cardiaco con i tessuti circostanti circostanti, la sutura o la chirurgia plastica del difetto. I tumori benigni del cuore nella maggior parte dei casi possono essere rimossi radicalmente. In alcuni casi, i pazienti possono aver bisogno di plastica o sostituzione della valvola.

La rimozione dei tumori cardiaci maligni primari è inefficace. In questo caso, molto spesso si ricorre alla rimozione parziale (palliativa) del tumore, seguita da radioterapia o chemioterapia. Per i tumori secondari del cuore, il trattamento è anche palliativo.

Prognosi di tumori cardiaci

La rimozione dei singoli tumori cardiaci benigni è solitamente accompagnata da buoni risultati separati: la sopravvivenza a 3 anni è del 95%. In futuro, i pazienti sono mostrati per osservare un cardiologo e un cardiochirurgo con un'ecocardiografia annuale per rilevare la recidiva di un tumore al cuore nel tempo. I tumori cardiaci multipli riducono la sopravvivenza nei prossimi 5 anni al 15%. Nei tumori primari e metastatici del cuore, la prognosi è molto scarsa; il trattamento chirurgico è inefficace, la chemioterapia e la radioterapia hanno scarso effetto sulla prognosi.

http://www.krasotaimedicina.ru/diseases/zabolevanija_cardiology/cardiac-tumors

Per Saperne Di Più Sarcoma

Quindi, quando passa il prossimo esame, il medico curante ti fa una terribile diagnosi di "Leucemia", acuta o cronica, non dovresti cadere nella disperazione, perché ci sono molti nuovi metodi diversi di trattamento, che ti permettono di guardare ottimisticamente alla prognosi per il trattamento di questa grave malattia.
Cancro al seno, un cancro femminile abbastanza comune. Sfortunatamente, negli ultimi tempi c'è stata una tendenza ad aumentare l'incidenza dell'identificazione di una tale malattia, per di più alla seconda e persino alla terza fase del suo sviluppo.
Tradizionalmente, i malati di cancro cercano aiuto da cliniche in Israele o in Germania, ma solo perché sono scarsamente informati sulle capacità dei centri medici cinesi.
L'emangioma nei neonati è un tumore benigno costituito da vasi piccoli e grandi. Il più delle volte si forma sulla superficie della pelle del bambino.