Nella struttura delle malattie oncologiche dell'intestino, la maggior parte delle neoplasie maligne si verificano nei segmenti del colon, il 46% dei quali cadono per il cancro del retto. Date le ultime statistiche, il numero di pazienti è solo in aumento, il che è associato al rapido progresso economico e tecnologico in molti paesi. L'impatto negativo dell'ecologia inquinata, l'alimentazione squilibrata, lo stile di vita sedentario, l'ereditarietà, provocano i processi di cambiamento delle cellule normali, che accettano le proprietà del maligno.

La stessa patologia ha un periodo di sviluppo sufficientemente lungo, la neoplasia che si sviluppa gradualmente germina attorno alla circonferenza, verso l'alto verso la parte sigmoidea dell'intestino crasso. Dopo 1-2 anni, il tumore può circondare completamente l'intestino, dopo di che cresce nelle sue pareti e dà metastasi agli organi adiacenti e lontani (ossa pelviche, sacro, colonna vertebrale, polmoni, fegato e altri).

Percorsi di metastasi:

  • Germinazione diretta nei tessuti vicini;
  • La diffusione delle metastasi attraverso il flusso sanguigno si verifica nel 25% dei casi;
  • Sul flusso linfatico, in caso di tumore al di fuori dello strato muscolare;
  • Percorso implantare - si sviluppa nel periodo successivo all'intervento, nella zona del colon distale, peritoneo, ovaie, anastomosi.

Quando le cellule maligne si disperdono in tutto il corpo, indipendentemente dal luogo in cui entrano nel sangue o nei vasi linfatici, la formazione del cancro secondario inizia in quel luogo. Secondo le statistiche, nel 20% dei pazienti, il tumore viene diagnosticato già nella fase in cui il tumore dà metastasi e vi è una lesione di organi distanti.

Sintomi generali

L'insorgenza del cancro del colon, specialmente nel segmento del retto, è latente, senza sintomi. Ma non appena il tumore inizia a crescere, il paziente inizierà a mostrare i primi segni nella forma: disagio o dolore durante la defecazione, l'output, insieme alle feci di impurità di muco, sangue o pus, cambiamenti visivi nella natura delle feci (le feci acquisiscono una forma simile a un nastro).

Inoltre, cominciano a comparire i primi sintomi gravi: costipazione alternata a diarrea, tenesmo (falsi impulsi), feci sanguinolente purulente con un odore fetido sgradevole e altri.

La malattia continua a progredire, e insieme ad essa c'è un aumento della gravità dei sintomi. Nel tempo, ci sono interruzioni nel lavoro di alcuni organi in cui la neoplasia ha metastatizzato. I linfonodi regionali diventano il primo obiettivo del cancro del colon-retto, quindi il tumore si metastatizza a fegato, polmoni e spina dorsale con sintomi caratteristici: colore della pelle itterica, mal di testa, tosse ed emottisi, dolori alle ossa, ecc.

Il paziente ha sintomi comuni di cancro: debolezza cronica, perdita di appetito, rapida perdita di peso corporeo.

Il tumore del retto è abbastanza imprevedibile e spesso provoca la comparsa di gravi complicanze. Il paziente può sviluppare un'ostruzione intestinale. A causa della proliferazione, il tumore chiude gradualmente l'intestino crasso nel segmento della sua localizzazione, causando il ristagno delle masse fecali e lo stiramento delle pareti intestinali.

Sintomaticamente, questa complicazione si manifesta sotto forma di distensione addominale, mancanza di gas e feci, dolore addominale, nausea e vomito frequente. Questa condizione è un'emergenza e richiede l'assistenza immediata dei medici.

Inoltre, il cancro del retto può crescere nella vescica o nella vagina, con la formazione di una fistola. Questo problema provoca il rilascio di urina torbida con l'odore di feci. Forse l'aggiunta di una serie di processi infiammatori: peritonite, ascite, flemmone.

I siti più comuni di metastasi dei tumori del colon

1) Metastasi nella colonna vertebrale.

Le metastasi spinali sono una delle forme più complesse di metastasi di un tumore maligno, in quanto questa complicanza spesso indica lo sviluppo del cancro prima dello stadio IV (terminale), che a sua volta ha previsioni deludenti e finisce in un risultato letale nel 90% dei casi.

Molto spesso, le metastasi nella colonna vertebrale provengono da organi interni, in particolare dal colon (diretto, sigmoideo, cieco, ecc.), Dalla prostata e dal pancreas. L'area della lesione patologica nella colonna vertebrale e i sintomi che ne derivano dipenderanno dal luogo della neoplasia iniziale che dà le metastasi.

Se la metastasi del cancro del colon-retto colpisce la regione toracica, i sintomi non appariranno immediatamente, poiché le ossa di questa parte hanno alcune peculiarità in relazione ad altri reparti. Nel tempo, il paziente inizierà a sentire attacchi di forte dolore o disagio nella colonna interscapolare.

Ma per il cancro del colon-retto, un'area più caratteristica delle lesioni spinali è la regione lombare, che si distingue per una diagnosi complessa, dovuta alla somiglianza dei sintomi con la malattia renale. Segni di metastasi possono essere: fratture da compressione delle vertebre, innescate da una forte tensione statica e lesioni al midollo spinale con ulteriore sviluppo della paralisi degli arti inferiori.

Per rilevare metastasi nella colonna vertebrale, il paziente deve sottoporsi ad una serie di esami:

  • Radiografia del problema della colonna vertebrale in 2 proiezioni (diritte e laterali). Sulla fotografia a raggi X, si può notare la presenza di un fuoco di metastasi, che si manifesta sotto forma di oscuramento, e anche notare la presenza di fratture vertebrali, sotto forma di deformazione o la loro distruzione nella fotografia.
  • CT è un modo innovativo e più informativo per esaminare questo problema. Oltre alle capacità della radiografia standard, la TC ci consente di esaminare più in dettaglio la parte della colonna vertebrale di cui ha bisogno un medico.
  • Puntura spinale - un insieme di liquido spinale attraverso una puntura tra le vertebre, con ulteriore studio del materiale ottenuto per la presenza di cellule maligne. Nominato in caso di coinvolgimento della patologia delle strutture nervose

2) Metastasi al fegato.

Molto spesso, malattie oncologiche del colon, complicate da metastasi agli organi addominali, cioè cancro diretto, cancro cieco e cancro del colon sigmoideo con metastasi al fegato, reni, ghiandole surrenali. Quando il fegato di una persona è interessato, provoca una serie di sintomi specifici, che includono:

  • Severità e dolore nell'ipocondrio destro, derivante dall'epatomegalia con stiramento della capsula di Gleason che ricopre l'organo;
  • Ittero e l'espansione accumulo maglia addome vascolare di grandi quantità di liquido nella cavità addominale, basta indicare patologia fegato;
  • Prurito della pelle di eziologia sconosciuta;

La presenza di questi sintomi in parallelo con il cancro del retto può indicare che il cancro ha metastatizzato nel fegato. Per confermare la presenza di una complicazione, al paziente viene assegnato un numero di metodi aggiuntivi di esame: sangue per l'analisi biochimica del sangue, ecografia del fegato, TC e risonanza magnetica. Se gli ultrasuoni mostrano la presenza di eventuali anomalie, i medici eseguono una biopsia, con ulteriore esame istologico dei tessuti, per la presenza di cellule maligne e determinano il primato del tumore.

3) metastasi polmonari.

Durante la metastasi dei tumori del colon ai polmoni, di cui il cancro diretto spesso si metastatizza a questo organo, il paziente inizia a essere disturbato dai sintomi sotto forma di:

  • Tosse frequente, con mancanza di respiro e mancanza di respiro;
  • Sensazione di dolore e costrizione al petto;
  • Emottisi dopo la tosse

Per assicurarsi che le cellule tumorali polmonari siano presenti nei polmoni, i medici raccomandano un esame a raggi X di OGK, CT o MRI. Se trovano una lesione sospetta, sarà necessaria una biopsia.

previsioni

La presenza di metastasi a distanza nel corpo è già una prova diretta che il processo è almeno nella fase III, il che significa che le previsioni su ulteriori trattamenti e sulla vita non saranno favorevoli.

Se il paziente ha metastasi della colonna vertebrale, allora qui la prognosi è relativamente positiva, ma solo nel caso di rimozione radicale del tumore primario e protesi delle vertebre danneggiate, con chemioterapia concomitante. Tali manipolazioni danno ai pazienti la possibilità di vivere altri 10 anni, e anche di più.

Se il tumore si è diffuso nel fegato, tutte le previsioni dipenderanno dal tipo di cellule e dalla loro localizzazione, nonché dal momento della diagnosi (ad esempio, i pazienti con metastasi allo stomaco vivono per circa 1 anno e se escono dal colon - fino a 2 anni). Senza il trattamento necessario, tali pazienti vivono per non più di 4 mesi, ma se il trattamento è iniziato, i periodi aumentano di 1-1,5 anni. La chemioterapia aumenta l'aspettativa di vita di un ulteriore 1 anno.

La metà dei pazienti sottoposti a resezione del fegato, vivono nella zona di 5 anni, se è stato eseguito un trapianto di organi, può prolungare la vita di 3 anni, ma con un rischio di successo del 75%.

Le metastasi polmonari danno previsioni deludenti, poiché l'aspettativa di vita media dei pazienti dura circa 5 anni. Se è stata eseguita una resezione totale del tumore del colon e della chemioterapia, allora il 50% dei pazienti può vivere fino a 10 anni.

Restrizioni alimentari dopo il trattamento

Dopo la lotta contro il cancro del retto, al paziente viene assegnato uno speciale alimento dietetico, che ha lo scopo di stabilizzare le condizioni generali e prevenire le metastasi. I medici consigliano ai pazienti di usare prodotti a base di carne, verdure fresche e frutta. Nella dieta dovrebbero essere mantenute proporzioni di proteine, grassi e carboidrati (2: 1: 2).

http://rak03.ru/vidy/metastazy-pri-rake-pryamoj-kishki/

Quanti vivono con metastasi negli intestini e cosa succederà se non vengono curati

La comparsa di metastasi accompagna la loro diffusione ad altri organi nel cancro intestinale. La malattia in questo corso ha diverse fasi. Nella maggior parte dei casi, le metastasi sono incurabili. L'eccezione è affetta da lesioni localizzate nel fegato, nei polmoni o nella cavità addominale. Pertanto, il paziente può essere salvato con l'aiuto di una tecnica chirurgica.

Cosa sono le metastasi?

Nel cancro intestinale, le metastasi agiscono come una degenerazione maligna delle cellule degli organi. La lesione si estende solo alla mucosa. Spesso la malattia progredisce nel retto e nel colon. Pertanto, la malattia è chiamata cancro del colon-retto. Le persone over 40 sono a rischio. I pazienti non vivono con la malattia per molto tempo se le metastasi si sviluppano nelle ultime fasi.

Il processo di danno inizia con un tumore, quando la crescita è più di 5 cm di diametro, la metastasi cresce sugli organi vicini e l'epitelio. Il cancro è pericoloso per i pazienti a causa dell'inizio precoce delle lesioni. Nella maggior parte dei casi, i pazienti muoiono, ma la malattia ha una prognosi favorevole, a differenza di altri tipi di cancro. Ciò è dovuto alla manifestazione dei primi e primi sintomi di metastasi nel cancro intestinale.

Classificazione della malattia nel tubo digerente

Le metastasi negli intestini sono divise in stadi. I medici hanno 5 stadi del decorso di un tumore maligno. Pertanto, tutto inizia dallo stadio 0. Allo stesso tempo, non c'è il cancro, ma si osserva una formazione sotto forma di tumore o polipo.

Quindi le seguenti fasi di metastasi intestinali sono ufficialmente distinte:

  • a 1 stadio un nodo si sviluppa da epitelio alterato, ma non c'è metastasi;
  • La fase 2 si divide in sottospecie, che è caratterizzata da un tumore senza metastasi (2A) o dalla presenza di lesioni sui linfonodi (2B);
  • la ramificazione si ripresenta ancora nella fase 3, quando la malattia cresce completamente nella parete intestinale (3A) o le cellule tumorali si diffondono in gran numero ai linfonodi (3B);
  • Lo stadio 4 è caratterizzato dalla manifestazione di crescita e dalla loro diffusione ad altri organi con epitelio mucoso.

Cosa causa metastasi

Le cause del cancro includono malattie e condizioni del corpo. Pertanto, lo sviluppo di metastasi associate a predisposizione genetica.

Le malattie dell'intestino con infiammazione delle pareti dell'epitelio mucoso comprendono le seguenti patologie:

  • poliposi nel retto;
  • colite ulcerosa;
  • difficoltà di movimento intestinale;
  • adenoma del colon;
  • La malattia di Crohn.

Oltre alle malattie dell'apparato digerente, le abitudini nocive influenzano lo sviluppo delle cellule tumorali maligne. A volte la causa del cancro intestinale è la sindrome di Lynch o la forma cronica di proctite.

Caratteristiche del quadro clinico

I segni di metastasi non hanno caratteristiche e si manifestano, come altre malattie. Pertanto, i medici nella diagnosi sulla base dei seguenti sintomi:

  • dolori affilati in uno stomaco a turni e inclinazioni;
  • dolore persistente;
  • costipazione;
  • gonfiore.

I sintomi principali sono simili all'intossicazione del corpo. Questo si manifesta in attacchi di nausea e vomito. A volte c'è una spiacevole eruttazione. I sintomi delle metastasi nell'intestino si manifestano con l'effusione di sangue dall'ano.

Quando si verifica la crescita delle metastasi, il paziente inizia ad avere cachessia. Questo segno di cancro intestinale è osservato come debolezza. Con questo, si verifica la perdita di peso. Quindi il paziente ha sintomi di un disturbo psicologico.

Modi per diffondere

Le cellule maligne sono in grado di muoversi in tutto il corpo. I siti principali per la diffusione del cancro dal colon o dal colon sono solo 3. Le formazioni si trasformano in germinazione diretta delle pareti degli organi adiacenti. Inoltre, le metastasi si diffondono attraverso il sangue o la linfa.

Per questo motivo, le lesioni del cancro compaiono nella colonna vertebrale. Questa è una metastasi frequente e la comparsa di tumori maligni secondari. In questo caso, i sintomi sono confusi con la manifestazione di un'ernia intervertebrale. Quando si verifica un danno intestinale diretto, le cellule maligne passano al tessuto epatico. I sintomi si manifestano con dolori nella parte destra dell'area sotto le costole. I segni vanno alla pelle come ittero. A volte le metastasi si depositano nei tessuti dei polmoni, a causa delle quali la funzione respiratoria è compromessa.

Cosa succede se non trattato

Una complicazione della malattia è considerata una transizione verso le crescite secondarie. Se il trattamento appropriato non viene eseguito in tempo, quando la crescita è un polipo benigno, il paziente inizia una lotta per la vita. Quando il cancro progredisce, il corpo del paziente viene avvelenato dai prodotti della disgregazione cellulare. Pertanto, ci sono segni della malattia. Quando si verificano metastasi ad altri tessuti, i processi metabolici sono disturbati.

Pertanto, le malattie aggiuntive iniziano a svilupparsi:

  • melanoma maligno della pelle;
  • carcinoma della pelle.

Le crescite secondarie compaiono solo in presenza del tumore principale.

Fare una diagnosi

La diagnostica delle metastasi nell'intestino avviene in più fasi. Contattare l'ospedale è richiesto dopo il primo segno sotto forma di dolore nell'addome quando si sposta o si piega. In primo luogo, il medico fa un esame e la palpazione del peritoneo. Questo è necessario per determinare la presenza di neoplasie maligne, che si manifestano con distensione addominale e cambiamenti nella capacità contrattile dell'intestino.

Quindi il paziente deve sottoporsi a esami strumentali:

  • rettoscopia;
  • sigmoidoscopia;
  • colonscopia;
  • biopsia di cellule maligne;
  • esame ecografico;
  • terapia di risonanza magnetica.

Oltre alla normale colonscopia, eseguire un esame virtuale. Inoltre, il paziente viene inviato per condurre la radiografia dell'intestino. Oltre ai metodi strumentali di ricerca, assicurarsi di prelevare campioni di sangue e di urina da un paziente per carcinoma intestinale. Nei risultati sarà immediatamente visibile un indicatore modificato delle cellule del sangue. Inoltre, con lo sviluppo di metastasi nel sangue, si osservano elementi della degradazione delle cellule tumorali.

Terapia e prognosi

L'unico aiuto per i malati di cancro nelle fasi iniziali delle metastasi è la chirurgia. Questo viene fatto quando il tumore può essere raggiunto se si trova nell'intestino. L'operazione avviene con la rimozione di parte dei tessuti interessati. Pertanto, le estremità dell'intestino cuciono. A volte per questo usa il metodo dell'endoprotesi.

Quando un chirurgo non ha la possibilità di eseguire un'operazione di routine, viene eseguita una colostomia. A differenza del metodo endoprotesico, la rimozione delle cellule tumorali avviene in un complesso con altre terapie. Oltre alla chirurgia, al paziente viene prescritto un trattamento con farmaci chimici. Tale trattamento delle metastasi aiuta a distruggere le cellule tumorali. Dopo la rimozione delle escrescenze, la profilassi viene effettuata sotto forma di chemioterapia.

La prognosi per il cancro intestinale con tumori secondari dipende dallo stadio della malattia. Quando si verifica una metastasi, il paziente è in grado di continuare a vivere normalmente solo nel 40% dei casi. A volte questa cifra è del 20%. Ciò è dovuto allo stadio di oncologia. Nell'ultima fase, al paziente viene prescritto un trattamento per alleviare i sintomi. Ritardare la diagnosi è con qualsiasi tipo di cancro colloidale. Pertanto, i farmaci possono influenzare l'aspettativa di vita e ritardare la morte per diversi anni.

Lo sviluppo di un tumore benigno nelle metastasi del cancro intestinale porta ad un lento processo di morte. Il quadro clinico dell'oncologia non è diverso dalle altre malattie intestinali. Pertanto, i pazienti cercano aiuto nelle fasi finali del cancro, quando i tumori danno un tumore secondario. Nelle prime fasi del trattamento delle escrescenze e delle cellule maligne viene effettuata mediante la loro rimozione. Se la malattia si è ulteriormente sviluppata, il paziente deve prolungare la sua vita con le medicine.

http://gastrot.ru/kishechnik/metastazy

Metastasi intestinali

Le malattie oncologiche sono registrate di recente sempre più spesso. E anche se le metastasi nell'intestino sono meno comuni del tumore primario di questo organo, non rappresentano meno una minaccia per la salute e la vita umana. Offriamo di scoprire come si manifesta questa condizione, se può essere curata e quale sarà la previsione dell'aspettativa di vita.

Cosa sono le metastasi?

Le metastasi sono tumori maligni secondari o affiliati. Provengono dal tumore materno, formato nel corpo per la prima volta. Praticamente tutti gli oncochages sono in grado di diffondere cellule atipiche, provocando lo sviluppo di tumori metastatici nel sistema linfatico, nei polmoni, nel fegato e, naturalmente, nell'intestino, sia nelle parti sottili che in quelle spesse.

Le metastasi sono pericolose perché si verificano in un momento in cui il corpo del paziente è già esausto e stanco di combattere oncologia. L'area di danno ai tessuti sani sullo sfondo della diffusione delle cellule maligne aumenta in modo significativo e l'immunità non è più in grado di resistere a questo. A questo proposito, lo stato di salute del paziente peggiora e l'avvelenamento di tutto il corpo con prodotti di intossicazione diventa pronunciato.

Il cancro metastatico interferisce con il normale funzionamento dell'intestino e di altri organi che si trovano in prossimità di esso. Ciò porta a disturbi metabolici e alla formazione di complicanze. Inoltre, il processo di metastasi è dovuto alla sindrome da dolore e all'aspirazione più forti, che influiscono negativamente sulla qualità della vita umana.

Il principio di sviluppo e la diffusione delle metastasi

Se non uno, ma molti nodi metastatici sono diagnosticati nell'intestino, è difficile determinare quale tumore abbia un'origine primaria. L'intervento chirurgico in questo caso non avrà l'effetto terapeutico desiderato. Qualsiasi neoplasma maligno è in grado di metastatizzare nel corpo, ma il più delle volte gli oncociti cadono nella parte inferiore del tratto gastrointestinale dalle strutture anatomiche adiacenti - i reni e le ghiandole surrenali, il fegato, lo stomaco, il pancreas, l'utero, le ovaie e la prostata.

Gli oncologi sono sicuri che le metastasi entrano nell'intestino in due modi: linfogene ed ematogene. Le cellule tumorali, staccandosi dal oncocarpo primario, entrano nella circolazione sistemica o linfa e iniziano a circolare in tutto il corpo. Allo stesso tempo, gli scienziati osservano che non sempre mostrano immediatamente la loro attività - molti degli elementi atipici per un lungo periodo di tempo possono rimanere "addormentati", con un ritardo che dà slancio al processo oncologico secondario. Ma gli esperti non sono riusciti a capire perché la loro rapida divisione inizi dopo un lungo periodo di latenza.

sintomi

Il quadro clinico della lesione metastatica dell'intestino non si verifica sempre con i segni caratteristici del processo oncologico in un determinato organo. Molte manifestazioni di alterazioni maligne secondarie sono simili ai sintomi delle malattie dell'apparato digerente. Ma ci saranno ancora alcuni segni che richiedono attenzione:

  • Il dolore è progressivo. Maggiore è l'area nell'intestino che cattura il processo del tumore, più intenso è il dolore dovuto al danneggiamento dei tessuti ricchi di terminazioni nervose.
  • Il restringimento del lume del corpo fino alla sua completa ostruzione. Distensione addominale, assenza prolungata di feci, intossicazione generale si nota.
  • Disturbi dispeptici - nausea, vomito, anoressia, cioè lo sviluppo di condizioni causate dal collasso di una neoplasia maligna.
  • Sanguinamento dall'orifizio anale. Indica una violazione dell'integrità del corpo e l'abbandono della patologia.

In quale fase appaiono?

Se le metastasi vengono diagnosticate nell'intestino, stiamo parlando degli stadi III e IV della malattia. Più notevole è la loro presenza nel colon e nel retto. Una persona viene mostrata trattamento chirurgico e chemioterapia, a condizione che questa non sia una forma trascurata di patologia. Altrimenti, al paziente vengono prescritte misure di cure palliative.

Sfortunatamente, una vasta lesione tumorale si forma nell'organo nello stadio IV, coprendo non solo i tessuti del tratto GI inferiore, ma anche i linfonodi e le strutture ossee (aree della zona sacro-coccigea, ossa pelviche). Cosa prova il paziente in questa fase?

Sintomi e condizioni caratteristiche dell'ultimo stadio di metastasi nell'intestino:

  • completa perdita di prestazioni;
  • avversione a qualsiasi odore e cibo;
  • feci a forma di nastro con inclusioni di sangue, pus, muco;
  • sindrome del dolore persistente, che dà all'area del sacro e del perineo, aumentando con la progressione del processo maligno;
  • sensazione della presenza di un corpo estraneo nell'addome.

La prognosi delle metastasi a livello intestinale allo stadio IV è negativa. L'operazione come metodo di trattamento indipendente in questo caso non porterà un risultato positivo. Uno specialista può selezionare una tattica complessa di assistenza oncologica, basata su aspetti come la chirurgia e la chemioterapia. Queste azioni non saranno in grado di eliminare completamente la malattia, ma alleggeriranno significativamente le condizioni del paziente e rallenteranno la progressione della malattia sotto il loro potere.

La presenza di un tumore primario in cui organi e sistemi parlano di metastasi nell'intestino tenue e crasso

Se le metastasi vengono rilevate nell'intestino, quindi, di regola, non si tratta di un singolo, ma di più tumori, che interferisce in modo significativo con la ricerca di una neoplasia primaria. La resezione delle lesioni maligne secondarie senza rimuovere il materno - è inefficace nella lotta contro carcinomi e sarcomi. Pertanto, gli scienziati prestano tanta attenzione al problema, come la relazione del cancro metastatico con altri organi.

Sono riusciti a scoprire che l'oncoprocess secondario nella parte inferiore del tratto gastrointestinale si forma durante la diffusione delle cellule tumorali dai seguenti organi, che sono discussi nella tabella.

Differenza di tumore metastatico da primario

Gli oncologi sono fiduciosi che nelle prime fasi della malattia, il tumore primario stesso e il sistema immunitario umano, che resiste attivamente all'influenza delle cellule maligne, impediscono la diffusione delle metastasi. Ma in assenza di una terapia adeguata e sullo sfondo di altri fattori concomitanti, il processo metastatico inizia ancora e con esso aumenta il numero di cellule tumorali nel corpo.

Se il tumore primario viene diagnosticato raramente immediatamente, ad esempio, ci sono casi di rilevamento mesi e anni dopo la comparsa nel corpo, quindi le metastasi vengono rilevate in un tempo abbastanza breve. Ciò è dovuto alla loro maggiore aggressività rispetto all'oncocarpo materno.

A livello genetico, la struttura dei tumori metastatici dovrebbe essere identica alla neoplasia primaria - stiamo parlando di un concetto come l'eterogeneità. Ma le metastasi sono molto più pericolose perché influenzano negativamente tutti i processi interni e il lavoro degli organi e dei sistemi vitali, e quindi la morte di una persona, di regola, è il risultato del loro aspetto. Inoltre, la forma metastatica del cancro richiede un'analgesia costante e severa, poiché il dolore che provoca raggiunge il suo massimo in questo caso.

diagnostica

Dopo aver visitato il medico, lo specialista inizia a raccogliere l'anamnesi. Durante il primo esame, vengono eseguite la palpazione e le percussioni dell'addome, mentre l'oncologo attira l'attenzione su tali sintomi come un aumento asimmetrico del suo volume, problemi con la motilità degli organi, la presenza e la gravità del dolore. Quindi lo specialista prescrive una serie di esami volti a confermare la diagnosi proposta:

  • Rectoromanoscopy - lo studio del sigma e del retto.
  • Colonscopia: esame dell'intero colon. Recentemente, è stato eseguito con l'aiuto della radiografia virtuale, che consente di ottenere un'immagine tridimensionale di un organo sul monitor di un computer.
  • Biopsia e successiva analisi istologica del tumore intestinale proposto.
  • Ultrasuoni degli organi addominali.
  • Risonanza magnetica di tutto il corpo per la ricerca di tumori primitivi e metastasi in altre strutture anatomiche.

Particolare attenzione se si sospetta che un processo maligno nel tratto GI inferiore sia somministrato ai test di laboratorio. Il paziente è invitato a prendere la seguente serie di test:

  • Biochimica del sangue. Nel caso dell'oncologia nel corpo, il titolo delle frazioni proteiche, dell'emoglobina e degli eritrociti diminuisce bruscamente, ma il livello di urea, aptoglobina, ESR e leucociti aumenta significativamente.
  • Test per i marcatori tumorali. Metodo affidabile che determina la presenza nel corpo del processo tumorale e il grado della sua malignità. Per ciascun organo viene condotto uno studio su un antigene specifico, con neoplasie intestinali, questo è l'antigene del cancro embrionale (CEA), l'antigene carboidratico (CA242), l'alfa-fetoproteina (AFP).
  • Analisi per sanguinamento latente. È eseguito ripetutamente. La presenza confermata di sangue nelle feci indica una emorragia interna caratteristica della rottura di una neoplasia maligna.

trattamento

Attualmente, la lotta contro le metastasi inizia con l'escissione chirurgica del cancro e dei tessuti in contatto con esso. Poiché stiamo parlando dell'intestino, la parte interessata dovrebbe essere rimossa, dopo di che le estremità superstite del corpo vengono unite. Se è impossibile ripristinare la sua permeabilità, per esempio, in caso di neoplasie multiple, il medico forma una colostomia - un foro artificiale per rimuovere le masse fecali.

Il trattamento chirurgico delle metastasi nell'intestino, di norma, è completato da radioterapia e chemioterapia - in assenza di controindicazioni a questi metodi. I farmaci usati nell'azione chimica distruggono intenzionalmente le cellule tumorali e inibiscono la crescita del tumore. Il metodo viene eseguito mediante diagrammi del corso e può essere eseguito sia prima che dopo l'operazione. Nel primo caso, aiuta a ridurre i noduli metastatici, nel secondo, previene le recidive della malattia.

La radioterapia si basa sull'uso di radiazioni ionizzanti ad alta frequenza. Non può essere un approccio indipendente nel trattamento dell'oncologia, ma il suo uso spesso consolida con successo il risultato dell'intervento chirurgico e della chemioterapia.

Attualmente, puoi trovare molte informazioni che i metodi tradizionali aiutano ad affrontare il cancro in qualsiasi fase del suo sviluppo fino alla fase metastatica. Gli oncologi sono fortemente in disaccordo con questa affermazione. Efficace nella lotta contro il cancro può essere solo l'intervento chirurgico, la chemioterapia e la radioterapia - i metodi ufficiali di trattamento, accuratamente studiati e testati dal tempo, ma non erbe medicinali e prodotti animali. I medici ritengono che i metodi tradizionali possano causare danni irreparabili alla salute e accelerare lo sviluppo del processo maligno.

Assistenza psicologica

Avendo imparato a conoscere la forma metastatica dell'oncologia, una persona sperimenta un profondo shock emotivo e non sempre riesce a far fronte ai suoi sentimenti. La notizia che è incurabilmente malato gli sembra una frase, così tante persone cambiano letteralmente il loro atteggiamento verso il mondo esterno e cadono in una grave depressione.

È buono se il paziente è circondato da parenti che sono pronti a condividere il suo dolore con lui. Ma, come dimostra la pratica, anche questo non è abbastanza per aiutare una persona a far fronte alle sue emozioni. Pertanto, in tutto il mondo, i malati di cancro ricevono un aiuto qualificato da uno psicologo. Sfortunatamente, in Russia un tale servizio medico non è comune e accessibile a tutti i pazienti. La direzione della psicologia palliativa sta appena iniziando a svilupparsi e la politica OMS non paga le spese di uno specialista qualificato.

Come può uno psicologo aiutare una persona che soffre di cancro metastatico avanzato? In primo luogo, ascolterà il paziente, lo aiuterà a capire e, soprattutto, ad accettare la sua diagnosi in una certa misura, vedere la sua vita futura con questo problema. Una persona smetterà di pensare solo alla morte rapida e percepirà la morte come una tragedia, imparerà a rallegrarsi ogni giorno. Molte persone, rendendosi conto che il cancro può essere combattuto, sono più facili da contattare, interagiscono con il personale medico, escono da uno stato depressivo, che aggrava solo la loro vita quotidiana e accelera il processo maligno.

Corso e trattamento nei bambini, in gravidanza e in allattamento, gli anziani

Bambini. I sintomi del carcinoma intestinale secondario sono comuni nei bambini e negli adulti. Il quadro clinico della malattia assomiglia a un processo infiammatorio acuto, sintomi come ostruzione intestinale, dolore progressivo, segni di intossicazione maligna indicano la presenza di un tumore. I principi di trattamento dei bambini non differiscono dagli adulti. La base della cura del cancro è la chirurgia, la chemioterapia e le radiazioni. Se le metastasi vengono trascurate, la preferenza è data solo a questi ultimi metodi come misure efficaci di esposizione palliativa.

Incinta. Cancro e gravidanza: una combinazione rara che complica seriamente il processo di trasporto di un bambino e minaccia la vita della futura gestante. Se una donna ha una forma di oncologia metastatica durante il periodo gestazionale, è necessario un trattamento specialistico urgente per combattere il processo maligno.

In questa situazione, non puoi aspettare. Al paziente viene prescritta una cura per il cancro palliativo, spesso incompatibile con la gravidanza. La consegna anticipata viene eseguita quando possibile. La tattica del trattamento è determinata dal medico, è severamente vietato ricorrere all'aiuto di metodi popolari.

L'allattamento al seno. Il processo maligno nell'intestino richiede un trattamento immediato. Questo vale anche per le donne che hanno recentemente trovato la felicità della maternità e stanno allattando al seno. In questi casi, i medici insistono nel rifiutare l'allattamento, come durante l'allattamento, i metaboliti dei farmaci aggressivi utilizzati in chemioterapia e le sostanze radioattive dopo l'irradiazione possono entrare nel latte.

Anziani. I tumori metastatici nell'intestino degli anziani sono diagnosticati abbastanza spesso. La malattia viene spesso rilevata tardi, in una fase avanzata, quando è quasi impossibile aiutare una persona con i metodi tradizionali di trattamento. Le cure palliative sono un'adeguata anestesia, chemioterapia e radioterapia.

Il processo di recupero dopo il trattamento

Il modo più efficace per ripristinare l'intestino dopo la terapia radicale è il suo lavoro, cioè il funzionamento diretto. Senza digestione, l'organo non si adatta alle nuove condizioni create dalla chirurgia. È importante passare alla nutrizione normale il più presto possibile per iniziare la produzione di enzimi e succhi necessari per una corretta digestione del cibo. Nella dieta umana devono essere acidi grassi, fibre alimentari e glutammina.

Se la resezione dell'area interessata dal processo del cancro era piccola, l'alimentazione enterale è consentita da 3 giorni dopo l'intervento. Nel caso di un intervento chirurgico esteso e lo sviluppo di complicazioni correlate, la nutrizione attraverso una sonda è raccomandata per 2-4 settimane.

Anche nel periodo postoperatorio è necessario risolvere i seguenti compiti:

  • prevenire complicazioni come polmonite congestizia, trombosi, atonia del tratto gastrointestinale con moderato sforzo fisico;
  • normalizzare il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni;
  • migliorare il background emotivo del paziente.

Inoltre, al paziente può essere assegnato un trattamento palliativo sintomatico. Se necessario, al paziente e ai suoi parenti viene insegnato a trattare la colostomia. La persona continua ad essere sotto la costante supervisione del personale medico fino alla dimissione dall'ospedale.

dieta

Il processo maligno nell'intestino richiede il rispetto di una dieta frazionata in piccole porzioni ogni 2-3 ore. Dopo la rimozione radicale dei siti tumorali e durante la chemioterapia e la radioterapia, la dieta del paziente dovrebbe includere il 55% di carboidrati, il 30% di proteine ​​e il 15% di grassi. La nutrizione dovrebbe essere arricchita con microelementi che miglioreranno l'immunità antitumorale e il cibo dovrebbe essere facilmente digerito e digerito senza provocare diversi disturbi del tratto gastrointestinale.

Con un menu a cinque-sei, il cibo servito al tavolo dovrebbe essere vicino alla temperatura corporea, macinato allo stato purea o semi-liquido per almeno 4 settimane dopo l'intervento chirurgico, mentre avviene una guarigione intensiva dei tessuti intestinali. Inoltre, si raccomanda di offrire al paziente 6 bicchieri di acqua filtrata al giorno.

Elenco dei prodotti consentiti:

  • verdure, frutta, bacche;
  • cereali, pasta;
  • pane integrale;
  • pesce di mare;
  • pollame e carne di coniglio;
  • prodotti a base di latte fermentato;
  • le uova

Elenco dei prodotti vietati:

  • qualsiasi cibo che irrita il tratto digestivo e causa flatulenza, come i legumi;
  • bevande gassate e alcoliche;
  • carni grasse;
  • dolciaria;
  • prodotti semilavorati;
  • cibo affumicato, cibo in scatola

Queste raccomandazioni sulla nutrizione sono anche importanti da seguire dopo la fase principale del trattamento.

Trattamento del cancro con metastasi intestinali in Russia e all'estero

Offriamo di imparare come combattere il cancro dell'intestino metastatico in diversi paesi.

Trattamento in Russia

Molti pazienti russi, avendo appreso il processo del cancro in corso nel corpo, percepiscono la loro diagnosi come una frase, credendo che un trattamento di alta qualità possa essere ottenuto solo all'estero. Gli oncologi domestici praticano anche una terapia combinata per la rilevazione delle metastasi nell'intestino, che consente di ridurre al minimo le manifestazioni cliniche della malattia e prolungare la vita umana.

Oggi, sia i farmaci moderni che le ultime tecnologie utilizzate all'estero sono disponibili in cliniche a livello federale e privato. Pertanto, gli oncologi non consigliano di iniziare il trattamento, che può essere efficace.

Il costo della terapia dipende da molti fattori: l'ubicazione e le caratteristiche del tumore primario, l'area delle metastasi, la salute del paziente, ecc. Considera i prezzi approssimativi:

  • intervento chirurgico (resezione del tessuto intestinale) - da 50.000 rubli;
  • chemioterapia postoperatoria - da 30.000 rubli;
  • radioterapia - da 18.000 rubli.

Quali cliniche posso contattare?

  • Centro di oncologia "Clinica europea", Mosca. Istituto medico di tipo privato. Fornisce assistenza 24 ore su 24 a persone con tumori maligni. Qui l'intera gamma di servizi medici oncologici è disponibile in conformità con gli standard europei.
  • Università Cancer Center PSPBGMU loro. Acad. IP Pavlova, San Pietroburgo. La qualità del trattamento proposto per il cancro nella clinica è paragonabile a livello mondiale. Il centro ha i suoi laboratori diagnostici e sale operatorie e oltre 600 candidati di lavoro scientifico nel suo staff.

Considera le recensioni di queste cliniche.

Trattamento in Germania

Le cliniche tedesche sono forse una delle poche al mondo in grado di offrire ai loro pazienti un trattamento individualizzato e uno schema di riabilitazione con una condizione così complessa come la forma metastatica del cancro. Il programma di trattamento dipende direttamente dal tipo e dalla sede del tumore primitivo, dallo stadio del processo oncologico e dalla natura delle metastasi.

Quando si contatta la clinica, il paziente deve sottoporsi a una serie di procedure diagnostiche. Ecco alcuni di loro:

  • test per i marcatori tumorali - € 599-800;
  • biopsia del tumore proposto sotto controllo ecografico - 5500 - 15 000 €;
  • Consulenza specialistica (oncologo, radiologo, ecc.) - 300 €.

Dopo la conferma delle metastasi nell'intestino, al paziente vengono offerti i seguenti tipi di cure per il cancro:

  • radioterapia preoperatoria - 16.000 - 30.000 €;
  • chemioterapia - 2000 - 30 000 €;
  • rimozione chirurgica dei nodi metastatici - 50.000 - 60.000 €;
  • radioterapia postoperatoria - € 13.000 - € 24.000.

Negli schemi di trattamento usavano solo farmaci di ultima generazione. Lo stesso si può dire delle attrezzature mediche specializzate. Grazie alle innovazioni costantemente introdotte dagli scienziati tedeschi nella pratica oncologica, è possibile aumentare l'efficacia del trattamento del cancro metastatico di quasi 2 volte.

Quali cliniche posso contattare?

  • Ospedale universitario di Essen. All'interno delle mura della struttura medica vengono forniti servizi di alta qualità per il cancro e un reparto di riabilitazione e cure palliative.
  • Clinica universitaria Solingen. Il centro medico è dotato di attrezzature di ultima generazione, che garantiscono accuratezza diagnostica e qualità delle procedure mediche. La clinica ha uno staff medico amichevole, composto da specialisti di alta classe.

Considera le revisioni delle istituzioni mediche elencate.

Trattamento del cancro con metastasi intestinali in Israele

La lotta contro i tumori intestinali secondari nelle cliniche israeliane offre spesso previsioni incoraggianti e buoni risultati. Un primo appello a un oncologo qualificato aumenta le possibilità di un risultato positivo a metà.

Quando si contatta una clinica israeliana, al paziente viene chiesto di sottoporsi alla seguente serie di misure diagnostiche volte a rilevare e confermare le metastasi nell'intestino:

  • PET (1600 USD) - tomografia ad emissione di positroni, che identifica in modo più preciso i tumori metastatici nel corpo in qualsiasi parte di esso.
  • Risonanza magnetica (1200 USD). Localmente esamina il tessuto interessato e calcola tutte le neoplasie secondarie fino a quelle microscopiche e singole.
  • Radiografia del torace (90 USD).
  • Test per marker tumorali (490 USD).
  • Consultazioni di specialisti stretti - oncologo, anestesista, chemioterapista, ecc.

Dopo l'esame, viene effettuata una consultazione dei medici e il regime di trattamento necessario viene selezionato individualmente per il paziente. Di norma, se parliamo di metastasi singole nell'intestino, viene presa la decisione sulla loro rimozione immediata, seguita da chemioterapia e radioterapia. Con molteplici focolai affiliati nel corpo, le misure di cure palliative sono prescritte utilizzando gli ultimi progressi della medicina israeliana, come la radioterapia selettiva, l'embolizzazione, l'ablazione con radiofrequenza e il controllo del dolore sintomatico, che è particolarmente importante in caso di cancro metastatico.

Il costo del trattamento dipende dalla quantità di intervento terapeutico. L'importo finale può variare in modo significativo tra i pazienti. In media, la lotta contro il cancro metastatico in Israele costa da 25 mila USD.

Quali cliniche posso contattare?

  • Hadassah Clinic, Gerusalemme. All'interno delle mura del centro, è possibile ottenere assistenza oncologica di alta qualità sia nelle direzioni principali che palliative.
  • Clinica "Assuta", Tel Aviv. Il più grande centro medico del paese, conosciuto ben oltre i confini di Israele. Gli specialisti della clinica offrono servizi medici di alta qualità sia ai connazionali che ai pazienti stranieri.

Proponiamo di considerare le revisioni delle istituzioni mediche elencate.

complicazioni

Elenchiamo le conseguenze che possono svilupparsi nel cancro metastatico del tratto gastrointestinale inferiore:

  • ostruzione intestinale;
  • sanguinamento interno dai nodi tumorali;
  • perforazione della parete del corpo con il rilascio del suo contenuto nella cavità addominale;
  • processo infiammatorio acuto, trasformandosi in un'infezione mortale - peritonite;
  • la diffusione di oncoprocess agli organi vicini con la formazione di un conglomerato tumorale continuo;
  • cachessia, o estremo esaurimento del corpo;
  • esito fatale.

Queste complicazioni influenzano negativamente il quadro clinico complessivo della malattia e complicano il suo decorso. Come dimostra la pratica, molte persone muoiono a causa delle conseguenze causate dalle metastasi.

Aspettativa di vita

Quando vengono diagnosticate le metastasi negli intestini, una persona è sempre interessata a quanto durerà la sua vita. È importante notare che la risposta a questa domanda dipende direttamente dalla gravità della malattia in questione.

Nelle persone con forme avanzate di cancro metastatico in presenza di complicanze, la soglia della sopravvivenza a 5 anni è superata nel 20% dei casi. In questa situazione, stiamo parlando della nomina di cure palliative di alta qualità, che consente solo di estendere la vita della malattia, ma non di liberarsi del processo maligno nel corpo.

Sfortunatamente, se ci sono molte metastasi, nessuna misura terapeutica renderà la vita del paziente più lunga di un anno.

Ottenere disabilità

La disabilità nel cancro metastatico viene assegnata indefinitamente. Ricevere un gruppo significa che una persona riceverà una pensione mensile dallo stato, assistenza sociale e medica e la fornitura gratuita di medicine essenziali.

Ai fini della disabilità, è necessario contattare la commissione ITU (Medical and Social Examination) nel luogo di residenza e fornire l'elenco di documenti richiesto, che include i risultati degli esami di laboratorio e strumentali, un estratto dalla storia medica e la conclusione del medico curante. Dopo aver determinato il gruppo, la persona continua ad essere sotto controllo medico e ricevere una terapia di supporto.

prevenzione

Non esistono misure preventive specifiche per il carcinoma dell'intestino metastatico. È impossibile prevenire il processo oncologico, ma ridurre il rischio del suo sviluppo nel corpo da parte di ogni persona. A tal fine, gli oncologi raccomandano di aderire alle seguenti regole:

  • nutrizione equilibrata;
  • rifiuto di cattive abitudini;
  • esercizio moderato;
  • rafforzamento dell'immunità;
  • trattamento tempestivo di tutti i processi infettivi e infiammatori nel corpo;
  • vivere in un'area ecologica.

Se una persona ha già sperimentato una malattia maligna ed è stata curata per il processo di cancro primario, in futuro avrà sicuramente bisogno di visitare un oncologo per identificare possibili recidive.

Le metastasi nel tratto intestinale sono pericolose per la salute e la vita umana, a condizione che si rivolga al medico. Misure terapeutiche tempestive consentono di fermare lo sviluppo del processo del cancro e prolungare la vita di una persona non per mesi, ma per anni.

http://oncologys.ru/metastazy/metastazy-v-kishechnike

Previsioni e sopravvivenza per il cancro del retto metastatico

La metastasi è la diffusione dal sito primario di una neoplasia maligna. Le metastasi nel cancro del retto possono manifestarsi già 1-2 anni dopo la comparsa di un tumore materno. Il corso e il regime di trattamento, la possibilità di utilizzare le tattiche chirurgiche dipendono dalla distanza e dal numero di tumori secondari.

Cause di metastasi del cancro del retto

L'esatto meccanismo di metastasi non è stato ancora identificato. La metastasi stessa è formata da un pezzo distaccato con cellule del tumore primario. Con il flusso sanguigno o linfatico, questa particella penetra in qualsiasi organo. Ci sono molti fattori che determinano il numero e la velocità della diffusione del processo maligno. Lo stadio del cancro dipende da loro. Il fattore determinante è il tipo di tumore, che determina il grado di differenziazione cellulare, il tasso di crescita del tumore.

Come si formano le metastasi?

Le metastasi hanno la stessa struttura del tumore primario.

Le cellule maligne comuni non esistono da sole. Stimolano la secrezione di specifici fattori di crescita, che portano alla formazione di una rete capillare intorno a loro, che viene utilizzata per nutrire e far crescere le metastasi. Per molto tempo, i fuochi secondari potrebbero non manifestarsi, il che disturba la diagnosi.

Fasi di metastasi

  1. L'introduzione di cellule tumorali in uno dei vasi: sangue o linfatico.
  2. Separazione delle cellule con sangue o linfa.
  3. Fermati in qualsiasi punto della nave e penetrazione in esso.
  4. Riproduzione cellulare e creazione di un substrato capillare vitale.
Lo schema di metastasi di un tumore consiste nella separazione delle cellule tumorali dal flusso sanguigno e dalla loro fissazione in ogni vaso. Torna al sommario

Dove vanno le metastasi?

Il cancro del retto inizialmente metastatizza ai linfonodi adiacenti (principalmente nell'inguine). Dopo i linfonodi, il fegato è al secondo posto in frequenza. Ciò è dovuto al ricco apporto di sangue di questo organo. Il cancro metastatico penetra nei polmoni attraverso la vena centrale, da dove è vicino al cuore. Raramente, ma ancora si verificano, metastasi nelle ossa, nel peritoneo e nel cervello.

Sintomi di cancro del colon-retto, metastasi e loro trattamento

Prima di tutto, dovresti prestare attenzione ai sintomi dei tumori del retto. È diviso in due gruppi: sintomi non specifici e caratteristici. Il primo include tali disturbi come affaticamento, febbre, debolezza muscolare, rapida perdita di peso. I sintomi specifici includono la presenza di muco, sangue o pus nelle feci, dolore all'ano, all'osso sacro, al coccige o al perineo.

Linfonodi

Nelle prime fasi del cancro del colon-retto, le metastasi sono determinate nei linfonodi inguinali, nel tessuto pelvico e nei nodi del mesentere. Molto spesso questo non infastidisce il paziente. Alla palpazione dei nodi interessati, puoi sentire un aumento delle loro dimensioni. Inoltre, il paziente avverte dolore quando viene toccato. Per una diagnosi accurata, è necessario eseguire una biopsia. Il miglior trattamento è quello di rimuovere i linfonodi colpiti dalle cellule tumorali.

La presenza di metastasi nel fegato e le caratteristiche del trattamento

La presenza di cellule tumorali primarie nel fegato indica un terzo stadio del processo maligno.

La gravità dell'ipocondrio destro può indicare lo sviluppo di tumori della figlia nel fegato.

Le metastasi epatiche non si manifestano più spesso, ma nelle fasi finali il processo dà i seguenti sintomi:

  • sindrome di ittero;
  • dilatazione dei vasi sanguigni sulla parete anteriore dell'addome;
  • prurito della pelle;
  • pesantezza nell'ipocondrio destro.

È importante effettuare una diagnosi differenziale delle metastasi con malattie del fegato, poiché una diagnosi tempestiva corretta aumenta le possibilità di completa eradicazione della neoplasia e dei suoi screening nel corpo. Quando vengono rilevate cellule maligne nel fegato, vengono rimosse con un metodo speciale, vale a dire usando la chemioembolizzazione dei vasi sanguigni.

Metastasi polmonari

I sintomi principali si manifestano:

  • persistente tosse improduttiva;
  • dolore al petto;
  • espettorazione di sangue.

Il primo metodo diagnostico che consente di sospettare le metastasi ai polmoni è una radiografia degli organi della cavità toracica. I metodi secondari includono broncoscopia e tomografia, con i quali è possibile confermare con precisione la presunta diagnosi. Il trattamento principale per la diffusione del cancro dal retto al sistema respiratorio è la chemioterapia. La radioterapia è indicata per alleviare i sintomi e l'operazione viene eseguita solo per una singola metastasi.

La diffusione del cancro nelle ossa

Questo tipo di metastasi è abbastanza raro, ma nella maggior parte dei casi la localizzazione è la colonna vertebrale, cioè la regione lombare. Il paziente è preoccupato per il dolore nella colonna vertebrale, possibili fratture delle vertebre, che si riprendono molto lentamente. Molto spesso ciò avviene negli stadi finali del cancro e quindi le morti sono del 90%. La base del trattamento di questa complicanza di un tumore maligno del retto è l'esposizione alle radiazioni e la chemioterapia.

Caratteristiche della dieta per i tumori del retto

La nutrizione di tali pazienti dovrebbe essere terapeutica e arricchita con proteine, vitamine. Gli alimenti ricchi di grassi e carboidrati dovrebbero essere esclusi, poiché questi elementi sono il mezzo per nutrire il tumore. Gli ingredienti alimentari devono essere composti da oligoelementi selenio, che è in grado di distruggere le cellule tumorali. Questi includono cibi come broccoli, uova, fegato, pesce e grano.

Prognosi per il cancro del retto

La prognosi per il recupero e la qualità della vita dipende dallo stadio del processo patologico. Il primo stadio è caratterizzato dall'assenza di metastasi, pertanto la mortalità è inferiore al 20%. Il cancro del secondo stadio è accompagnato dalla diffusione ai linfonodi regionali, in connessione con questo risultato sfavorevole arriva per il 40%. Le fasi 3 e 4 del tumore comprendono metastasi agli organi interni. Questo è accompagnato da una cifra statistica spiacevole - 80-90% della morte.

http://etogemor.ru/opuholi/metastazy-pri-rake-pryamoj-kishki.html

Per Saperne Di Più Sarcoma

I nevi o le talpe spesso infastidiscono una persona con il loro aspetto, specialmente sul viso. In questo caso, è consentito rimuoverli con la chirurgia, il laser o altri mezzi.
Molte persone, quando rilevano una neoplasia o una compattazione, si interrogano sulla malignità dell'oncologia e su quale fase del cancro si trova al momento e se ci sono metastasi.
Stadio di cancro al seno 1 - la formazione di cellule tumorali nello strato epiteliale. Trovato abbastanza presto, che è estremamente raro. Il tumore nella prima fase si sviluppa per circa 1 anno.
Descrizione della malattiaL'adenocarcinoma del colon, il cancro ghiandolare o colorettale è una neoplasia maligna che consiste in cellule epiteliali ghiandolari.