I tumori maligni sono i tumori più pericolosi e imprevedibili, il cui verificarsi è associato a determinati fattori provocatori. Soprattutto spesso si sviluppano sullo sfondo di un'immunità indebolita. La medicina moderna ha metodi efficaci per il trattamento del cancro nelle prime fasi dello sviluppo.

Tuttavia, i processi di lunga durata sono spesso accompagnati dalla diffusione di cellule tumorali in tutto il corpo, il che porta alla sconfitta di altri organi da parte del processo maligno. Le metastasi più comuni si verificano nel cervello, nelle ossa e nel fegato.

Il trattamento delle metastasi è offerto dal Centro di Oncologia dell'Ospedale di Yusupov. A causa delle attrezzature di alta classe della clinica, della vasta esperienza di specialisti che utilizzano i metodi più avanzati di trattamento del cancro, la condizione è notevolmente facilitata e l'aspettativa di vita dei pazienti affetti da malattie oncologiche è prolungata.

Metastasi al cervello nel cancro di altri organi

Le metastasi al cervello sono una neoplasia intracranica abbastanza comune, che molto spesso può causare il cancro alle ovaie, ai polmoni, alle ghiandole mammarie e alla pelle.

Secondo le statistiche, lo sviluppo di questa complicanza si osserva in quasi un terzo dei pazienti affetti da queste malattie. L'attivazione della metastasi è imprevedibile e non è mai possibile prevedere in quale stadio di sviluppo della neoplasia si verificherà questo processo. Di norma, la metastasi compare negli stadi finali del cancro, ma a volte le metastasi si diffondono già nelle prime fasi dello sviluppo del tumore. Si possono sviluppare metastasi cerebrali singole e multiple.

L'eliminazione dei rischi di questa complicanza pericolosa fornisce solo un trattamento completo prescritto da un oncologo esperto.

Gli specialisti del Centro di Oncologia dell'Ospedale Yusupov stanno facendo tutto il possibile per aumentare l'aspettativa di vita e alleviare la condizione dei pazienti con diagnosi di metastasi cerebrali. Il trattamento viene effettuato utilizzando la più recente tecnologia medica sull'attrezzatura di alta classe della clinica.

Metastasi nel cervello: cause e gruppo di rischio

Il processo metastatico si sviluppa per determinati motivi. Il predecessore di questa patologia è un tumore maligno, precedentemente formato in un particolare organo umano. Molto spesso, metastasi cerebrali si trovano in pazienti con cancro ai polmoni e al seno. Nel 10% dei casi viene diagnosticata una metastasi del melanoma al cervello.

Un tumore cerebrale secondario (metastasi) si sviluppa in presenza delle seguenti malattie:

  • tumori nella regione nasofaringea;
  • neoplasie che si sviluppano nella colonna vertebrale;
  • linfoma addominale;
  • coriocarcinoma;
  • cancro cervicale e ovarico;
  • neoplasma maligno nella vescica

La struttura istologica del focus secondario è più spesso simile alla neoplasia primaria.

Il gruppo di rischio comprende le seguenti categorie di persone:

  • pazienti affetti da cancro oltre i 50 anni;
  • donne che soffrono di cancro al seno;
  • uomini con diagnosi di cancro ai polmoni.

Metastasi nel cervello: sintomi

Nelle persone con diagnosi di metastasi al cervello, i sintomi caratteristici del principale processo oncologico sono completati dai seguenti sintomi:

  • mal di testa debilitante (se il paziente ha metastasi nel midollo osseo, i sintomi sono completati da dolori ossei);
  • un disturbo della coscienza;
  • grave nausea al mattino;
  • aumento della pressione;
  • convulsioni epilettiformi;
  • violazione della funzione visiva e uditiva;
  • il verificarsi di paralisi;
  • violazione della funzione muscolo-scheletrica (le metastasi nel cervelletto del cervello si manifestano più spesso in questo modo);
  • disturbi psicologici (comparsa di eccessiva aggressività, irritabilità, rabbia);
  • febbre, febbre;
  • condizioni letargiche;
  • menomazione o perdita di memoria;
  • disturbi neurologici.

Se i suddetti segni di metastasi nel cervello vengono rilevati, il paziente deve contattare immediatamente l'oncologo che rileverà le metastasi nel cervello in modo tempestivo. I sintomi prima della morte nei pazienti con diagnosi di tumore cerebrale secondario (metastasi al cervello) sono simili ai segni di morte in arrivo da tutti i tumori: i pazienti perdono l'appetito, appaiono debolezza e sonnolenza, la respirazione diventa difficile, il disorientamento si verifica nello spazio, ecc.

Metastasi cerebrali: diagnosi presso l'ospedale Yusupov

La diagnosi viene fatta sulla base dei risultati degli studi, per i quali l'apparecchiatura informativa all'avanguardia è utilizzata nel Centro di Oncologia dell'Ospedale di Yusupov, che consente di determinare il tipo di tumore: carcinoma cerebrale primario, metastasi e tumori benigni. La diagnosi e il trattamento di follow-up sono selezionati da due specialisti specializzati: un oncologo e un neurochirurgo.

Per rilevare le metastasi nel cervello, è prescritto un esame strumentale che include:

  • tomografia computerizzata con contrasto - per identificare la localizzazione del tumore, la sua natura e dimensione;
  • La risonanza magnetica - è considerata un metodo diagnostico di alta precisione usato per determinare neoplasie anche di dimensioni minime nelle prime fasi di un processo oncologico;
  • angiografia;
  • biopsia stereotassica;
  • tomografia ad emissione di positroni.

I risultati degli studi diagnostici di cui sopra consentono ai medici dell'ospedale Yusupovskogo di scegliere le tattiche di trattamento più efficaci che aiuteranno ad alleviare le condizioni del paziente e prolungare la sua vita.

Metastasi nel cervello: trattamento all'ospedale di Yusupov

Il programma di trattamento è sviluppato dagli specialisti del Centro oncologico dell'Ospedale Yusupov individualmente per ogni paziente della clinica, tenendo conto del grado di progressione del processo metastatico, del numero di metastasi (non ci sono solo metastasi ma anche metastasi multiple al cervello), età del paziente, sue condizioni generali e altri fattori importanti.

Per il trattamento delle metastasi, gli oncologi dell'ospedale di Yusupov usano le tecniche più moderne:

  • intervento neurochirurgico - è usato per pazienti con neoplasie singole resecabili nel cervello. Questa complessa operazione viene eseguita utilizzando l'innovativo sistema di neuronavigazione. Se necessario, utilizzare la navigazione fluorescente, che consente di distinguere l'area interessata da strutture cerebrali sane;
  • radioterapia - contribuisce alla distruzione delle cellule maligne nell'area a cui è diretta (in questo caso, l'irradiazione cerebrale durante le metastasi). Le conseguenze della radioterapia dipendono da molti fattori individuali e possono essere sia moderati che gravi, poiché questo metodo influenza non solo la formazione patologica, ma anche i tessuti sani circostanti;
  • la chemioterapia;
  • coltello gamma (radiochirurgia stereotassica);
  • terapia farmacologica - è un farmaco che aiuta ad alleviare le condizioni del paziente, alleviare il dolore acuto e altri sintomi avversi del cancro.

Il trattamento completo delle metastasi cerebrali, sfortunatamente, non è un garante di un completo recupero, in quanto si tratta di una grave complicanza che non può essere sempre accettabile per completare la terapia, anche se i neurochirurghi rimuovono tutti i tumori metastatici esistenti. Le procedure terapeutiche sono mirate principalmente ad alleviare la condizione generale della persona gravemente malata e prolungare la vita del paziente con una diagnosi di metastasi nel cervello. Quanti pazienti hanno vissuto dopo un trattamento complesso dipende dallo stadio di sviluppo del tumore metastatico identificato, dal loro stato di salute, dall'età, dal rispetto delle raccomandazioni del medico curante e da molte altre importanti sfumature.

Brain Metastases: Survival Prediction

La conseguenza più pericolosa del cancro sono le metastasi, incluse le metastasi nel cervello. L'aspettativa di vita dei pazienti con una diagnosi simile in assenza di un trattamento adeguato non supera il mese.

L'uso della terapia con corticosteroidi fornisce un'aspettativa di vita di due o tre mesi.

Con l'aiuto della radioterapia, l'aspettativa di vita dei pazienti può essere estesa a sei mesi.

A causa del trattamento complesso, l'uso di tecniche innovative e l'uso di attrezzature mediche all'avanguardia, la vita dei pazienti del Centro oncologico dell'Ospedale di Yusupov viene estesa per diversi anni!

Metastasi al cervello: prevenzione

Al fine di prevenire lo sviluppo di metastasi, è necessario rispettare alcune regole importanti:

  • contattare prontamente gli specialisti per una diagnosi completa e la diagnosi precoce delle formazioni tumorali;
  • iniziare a curare il cancro nelle fasi iniziali dello sviluppo dei processi maligni;
  • quando viene rilevato un tumore maligno, attenersi a tutte le raccomandazioni del medico curante.

Per evitare il verificarsi di gravi complicazioni, è necessario seguire le principali regole preventive - condurre uno stile di vita sano e abbandonare le cattive abitudini, riducendo il rischio di sviluppare tutti i tumori, le cui conseguenze sono le metastasi nel cervello.

È possibile fissare un appuntamento con un oncologo altamente qualificato presso il Centro di Oncologia, ottenere informazioni complete sul costo delle procedure diagnostiche e dei metodi per il trattamento delle metastasi cerebrali, chiamando l'ospedale Yusupov o online sul sito web della clinica.

http://yusupovs.com/articles/oncology/metastazy-v-golovnom-mozge-prodolzhitelnost-zhizni-bolnykh-simptomy-i-lechenie/

Metastasi nella testa (cervello)

I tumori cerebrali maligni secondari si verificano nel 25-50% dei casi clinici in oncologia. Le cellule tumorali invadono le sue strutture da tumori situati in qualsiasi parte del corpo. Ogni anno in Russia vengono diagnosticate metastasi cerebrali in almeno 50.000 persone. Offriamo ulteriori informazioni su questa condizione.

Cosa sono le metastasi?

Le metastasi sono neoplasie maligne secondarie, che indicano la progressione dell'oncocarpo presente nel corpo. Le cellule del tumore primitivo si diffondono liberamente attraverso il corpo attraverso metodi linfatici (attraverso la linfa) ed ematogeni (attraverso il flusso sanguigno generale). Il cervello è affetto da cancro metastatico in modo per lo più ematogeno.

Il codice della malattia per il sistema ICD-10: C79.3 Neoplasia secondaria del cervello e meningi.

Il principio di sviluppo e la diffusione delle metastasi

Il tumore primitivo che si è manifestato nel corpo sta crescendo e sviluppandosi attivamente, e questo processo patologico richiede l'arricchimento dell'organo interessato con flusso sanguigno con molecole di ossigeno e componenti nutrizionali. Di conseguenza, lo spazio attorno alla lesione maligna viene riempito con una rete capillare che lo supporta.

Allo stesso tempo, le cellule tumorali iniziano a staccarsi dal tumore primario e ad entrare nel flusso sanguigno e nel sistema linfatico attraverso il quale si diffondono alle strutture cerebrali. A causa della capacità di sintetizzare elementi angiogenici, le cellule atipiche formano autonomamente la propria rete di vasi e quindi penetrano nella barriera emato-encefalica.

Le metastasi nel cervello compaiono dopo aver superato la membrana sierosa dell'organo. Nel carcinoma polmonare, un neoplasma maligno inizialmente cresce nella cavità toracica, peritoneo o pericardio, e da lì si diffonde alle aree del midollo spinale e del cervello, letteralmente penetranti con una moltitudine di cellule tumorali. Molto spesso, il cancro del polmone metastatico si trova nel lobo parietale del cervello.

Una volta nello spazio intracranico, le cellule maligne possono penetrare e crescere in materia bianca e grigia. Di solito sono inibiti dalle articolazioni delle arterie che alimentano le strutture cerebrali. Allo stesso tempo, le metastasi del cervelletto e dell'ipofisi sorgono sullo sfondo del flusso venoso retrogrado, che è caratteristico del carcinoma mammario primario (BC).

Metastasi nel cervelletto del cervello. Il cervello umano è una struttura incredibilmente complessa, divisa anatomicamente in anteriore (emisferi maggiori), intermedio o mesencefalo, posteriore (cervelletto, ponte, midollo). In primo luogo nello sviluppo del processo maligno secondario è il cervelletto. I tumori metastatici colpiscono più raramente i nervi cranici, le membrane e la base del cranio.

Le metastasi nel cervelletto del cervello si sono diffuse da fonti primarie come i polmoni, le ghiandole mammarie e gli organi interni - lo stomaco, il fegato, gli intestini. Le cellule maligne penetrano questa struttura cerebrale principalmente attraverso il flusso sanguigno comune.

Sintomi (comuni, prima della morte)

I segni clinici delle metastasi delle cellule tumorali nel cervello dipendono direttamente dalla dimensione dei cambiamenti del tumore, dal loro numero e dalla loro esatta posizione. Convenzionalmente, sono divisi in due gruppi:

  1. Locale. A causa della localizzazione di tumori in una particolare parte del cervello che è responsabile per l'esecuzione di alcune funzioni.
  2. Generale. Dipende dall'area del cancro, che influenza direttamente il funzionamento ottimale del sistema nervoso centrale.

Considerali in dettaglio.

I sintomi locali si manifestano nelle seguenti condizioni cliniche:

  • Le menomazioni visive, inclusa la perdita di singoli campi, sono osservate quando il tumore si trova nell'area di innervazione delle strutture oculari.
  • Segni di paresi o paralisi parziale sono osservati durante la crescita delle metastasi nei tronchi cerebrali e nel cervelletto.
  • La sconfitta del sistema muscolo-scheletrico, l'aumento del nervosismo e gli attacchi di comportamento aggressivo si verificano quando il tumore metastatico è localizzato nel lobo frontale del cervello.
  • Aumento della pressione intracranica, debolezza, vertigini, doppia visione e depressione sono caratteristici quando il tumore si trova nel lobo temporale del cervello.
  • Violazioni della riproduzione del linguaggio, problemi di voce compaiono con la sconfitta del dipartimento di linguaggio del CNS.
  • Il deterioramento della sensibilità degli arti superiori e inferiori su un lato del corpo indica la germinazione del tumore nell'emisfero cerebrale - se il braccio e la gamba sinistra sono interessati, allora si tratta della presenza di metastasi nell'emisfero destro.

Oltre a questi sintomi, in quasi tutti i casi c'è una tendenza a sviluppare convulsioni simili alle crisi epilettiche.

I seguenti sintomi diventano manifestazioni cliniche comuni delle metastasi cerebrali:

  • forti mal di testa e vertigini;
  • disturbi delle funzioni cognitive (memoria, attenzione, pensiero) e percezione generale;
  • interruzione dell'apparato vestibolare;
  • problemi di visione;
  • paresi e paralisi;
  • perdita parziale o totale della memoria.

Vengono inoltre distinti i seguenti sintomi non specifici del carcinoma del cervello metastatico:

  • problemi di prestazione caratterizzati da rapida perdita di forza;
  • frequenti attacchi di malessere;
  • febbre;
  • pallore della pelle;
  • perdita di peso inspiegabile.

Se i sintomi elencati iniziano a peggiorare, stiamo parlando dell'imminente morte del paziente. I seguenti segni possono essere osservati poco prima della morte:

  • mancanza di appetito;
  • forte perdita di peso;
  • depressione;
  • vomito indomabile;
  • mal di testa intrattabili;
  • difficoltà a respirare;
  • dolore versato su tutto il corpo;
  • disturbi del sonno.

Molti pazienti pochi giorni prima della morte cadono in coma.

Edema cerebrale con metastasi

L'edema degli elementi strutturali del cervello nell'area del processo tumorale è accompagnato da una maggiore pressione intracranica con la fornitura delle seguenti manifestazioni cliniche cerebrali elencate di seguito:

  • vertigini;
  • nausea e vomito con attività motoria minima, per esempio, anche quando si aprono gli occhi;
  • singhiozzo indomabile.

Questi sintomi influenzano negativamente la mente di una persona e spesso cade in un coma cerebrale. Con una pressione intracranica elevata, il paziente può morire: questa condizione spesso causa ictus, diminuzione della frequenza cardiaca e complicanze della respirazione.

Il gonfiore cerebrale sta aumentando rapidamente, provocando ischemia dei tessuti adiacenti. La mancanza di un adeguato flusso di sangue porta alla morte delle strutture cerebrali che regolano i centri vitali del corpo umano. Dà anche le sue complicazioni e influisce negativamente sull'aspettativa di vita del paziente.

In quale fase appaiono?

Se i tumori metastatici si trovano nelle strutture del cervello, allora stiamo parlando di oncologia di stadio III o IV, che è caratterizzata da metastasi a distanza. Nella fase iniziale dello sviluppo, le metastasi nella testa hanno dimensioni microscopiche e non è facile riconoscerle. Ma la situazione clinica sta rapidamente cambiando in peggio: i segni della patologia si intensificano letteralmente sotto i nostri occhi.

La posizione del tumore primario nelle metastasi cerebrali

Il danno cerebrale secondario di solito si verifica a causa dei seguenti tumori:

  • cancro ai polmoni (soprattutto negli uomini) - 48%;
  • cancro al seno - 15%;
  • melanoma - 9%;
  • cancro del colon - 5%;
  • cancro al rene - 4%.

Anche i casi di diffusione di cellule maligne da altre strutture di organi non sono esclusi, ma sono molto meno comuni di quanto sopra.

Se la localizzazione iniziale dei cambiamenti del tumore è difficile da diagnosticare, parlano di metastasi da un cancro non identificato. Di norma, il danno cerebrale secondario viene rilevato per la prima volta a 6-24 mesi dalla scoperta del carcinoma primario o del sarcoma e nel 10-20% dei casi clinici viene diagnosticato in precedenza.

Differenza di tumore metastatico da primario

Le metastasi sono neoplasie maligne affiliate derivanti dal tumore primario. Hanno un'origine comune e un quadro istologico simile, ma differiscono ancora dall'attenzione materna nei seguenti aspetti:

  • La comparsa di metastasi nel corpo indica l'incurbilità del processo oncologico.
  • Il sistema immunitario nel cancro metastatico cessa completamente di resistere alla malattia, che inizia a progredire rapidamente.
  • Il lavoro di tutti gli organi vitali è compromesso, la condizione di una persona si sta deteriorando bruscamente.

diagnostica

Per determinare la presenza di metastasi nel cervello, ricorrere a diverse opzioni di indagine. Questi includono:

  • CT. Il metodo indica visivamente qualsiasi cambiamento patogenetico della natura extracranica, cioè localizzato sulla superficie dell'organo.
  • Stati Uniti. Condotto nel modo di sono-ed ecografia utilizzando la biopsia di aspirazione per la rimozione di macropreparazione e la sua ulteriore analisi istologica.
  • PET. Consente di considerare in dettaglio oncope di varie dimensioni, con una media di 15 mm di diametro.
  • MR. Il metodo più informativo per il cancro metastatico aiuta ad ottenere informazioni dettagliate sul quadro clinico della malattia.

Inoltre, il medico può prescrivere uno studio del liquido cerebrospinale e condurre esami patologici, neurologici e neuro-oftalmologici volti a rilevare metastasi in varie aree della testa.

trattamento

Tra gli approcci terapeutici per il tumore cerebrale secondario, si può prestare attenzione ai seguenti metodi di cura del cancro:

  • Chirurgia con ulteriore radiochirurgia stereotassica (irradiazione di tutte le aree della testa). Teoricamente, la prognosi per la sopravvivenza con tale trattamento è aumentata.
  • Radioterapia È prescritto per il rilevamento di più metastasi e la durata stimata fino a 3 mesi.
  • Radiochirurgia stereotassica. È raccomandato per le persone con oncochae isolate nel cervello.
  • La chemioterapia. Viene usato molto raramente, ma alcuni tipi di tumori - tumore polmonare a piccole cellule e linfoma - sono influenzati da questo metodo, anche in presenza di metastasi.

Trattamento conservativo Il trattamento principale per le metastasi nel cervello è finalizzato al mantenimento del corpo, che si ottiene assumendo anticonvulsivanti, anticoagulanti, glucocorticosteroidi. La scelta della terapia dipende dall'eziologia della neoplasia primaria, dal numero di tumori della figlia nel cervello, dai precedenti metodi di trattamento utilizzati e dalle condizioni generali del paziente. L'aiuto oncologico con tale diagnosi può essere radicale e palliativo.

Il trattamento radicale è completamente finalizzato alla regressione della neoplasia maligna primaria e delle sue strutture figlie. La terapia palliativa è prescritta all'ultimo stadio della malattia e pone compiti tali da ridurre al minimo le dimensioni dei tumori esistenti, eliminare i principali sintomi del processo patologico e migliorare la qualità della vita umana.

L'ormonoterapia è importante nel trattamento del cancro metastatico. Al paziente vengono prescritti glucocorticosteroidi - Prednisolone, desametasone, ecc. Hanno un effetto positivo sull'aspettativa di vita del paziente nelle metastasi cerebrali, riducendo la pressione intracranica e l'edema, eliminando i sintomi neurologici normalizzando l'attività funzionale delle membrane cellulari.

Sono anche prescritti anticonvulsivi, come Topiramato e Valproato. Con la tendenza a formare coaguli di sangue, anticoagulanti come Eparina, Warfarin, ecc. Vengono aggiunti allo schema di terapia conservativa.

In una fase avanzata dell'oncologia, vengono prescritti potenti antidolorifici per alleviare le condizioni del paziente. Di regola, stiamo parlando di analgesici narcotici.

Operazione. Il trattamento chirurgico viene eseguito a condizione che il tumore della figlia nel cervello sia singolo, di grandi dimensioni e provochi gravi disturbi neurologici. In alcune situazioni cliniche, la neoplasia può essere rimossa completamente, ma più spesso gli interventi chirurgici radicali non sono disponibili per i medici a causa della sconfitta delle più importanti strutture di organi del sistema nervoso centrale.

In questo caso, gli esperti rimuovono parzialmente il tessuto tumorale, cercando di minimizzarne le dimensioni. La chirurgia palliativa può alleviare la condizione del paziente, alleviare molti dei sintomi della patologia e prevenire la morte prematura di una persona.

Radioterapia Ci sono due varianti di questo approccio terapeutico:

  1. Irradiazione totale dell'intero cervello. È prescritto per più metastasi, in media, richiede da 5 a 10 sedute per 2 settimane.
  2. Radioterapia stereotassica e radiochirurgia. Un metodo più moderno e sicuro, efficace per i tumori maligni singoli. Basato sull'uso di Gamma e Cyber ​​Knife o dell'acceleratore lineare, modificato in radiochirurgia. Applica un numero arbitrario di volte: quante sono necessarie per il trattamento. Ad esempio, in caso di comparsa di nuovi focolai tumorali o dello sviluppo di una recidiva di oncologia.

Nella lotta contro le metastasi nel sistema nervoso centrale, il coltello gamma è particolarmente popolare. In termini di efficienza, solo CyberKnife è paragonabile al suo utilizzo, il che comporta vantaggi ancora maggiori. Entrambi i metodi sono stati specificamente progettati per il trattamento di tumori nella zona della testa e del cranio.

Nonostante la presenza della parola "coltello", le procedure non sono chirurgiche in senso letterale. Se vengono utilizzati, l'intervento addominale nel cervello non sarà, entrambi i metodi sono indolore, senza sangue e sono considerati degni alternative alle operazioni. Si basano sull'uso di dosi maggiori di radiazioni, che vengono inviate direttamente al centro di oncologia.

Gamma e Cyber ​​Knife sono prescritti per il trattamento di tumori difficili da raggiungere e sono adatti a persone con controindicazioni all'intervento chirurgico. Di solito occorrono da 1 a 5 trattamenti della durata di 30-90 minuti per combattere una neoplasia nel cervello. Il trattamento viene eseguito su base ambulatoriale, il paziente non è richiesto per il ricovero precedente. Dopo l'irradiazione, è possibile lo sviluppo di tali effetti collaterali come mal di testa e vertigini, aumento della sonnolenza, che di solito scompare entro pochi giorni dopo l'intervento.

Trattamento popolare La lotta contro l'oncologia nella fase di metastasi attraverso la medicina informale non è accettata. Vi sono prove che alcune piante medicinali e prodotti animali possono migliorare l'immunità, alleviare il dolore e altri spiacevoli sintomi di patologia e persino contribuire alla regressione del processo del cancro, ma questa informazione non è stata verificata dagli scienziati. Pertanto, non è consigliabile affidarsi ciecamente alla medicina tradizionale e curare metastasi a casa con il suo aiuto senza la conoscenza del medico.

Assistenza psicologica

Le persone con metastasi nel cervello spesso soffrono di umore variabile, cambiamenti di personalità, aumento dell'ansia e della depressione, deterioramento cognitivo. L'assistenza per queste condizioni si basa sulla consulenza di uno psicologo, sia individuale che familiare, e richiede anche la selezione di sedativi e tranquillanti, antidepressivi e ipnotici. La prescrizione di farmaci viene effettuata da uno specialista correlato - un neurologo o uno psichiatra.

Il corso e il trattamento della malattia nei bambini, in gravidanza e in allattamento, gli anziani

Bambini. I bambini più spesso sviluppano neoplasie cerebrali primarie (16-20%) rispetto alle metastasi (12%). I tumori secondari del sistema nervoso centrale, a differenza dei pazienti adulti, possono rimanere inosservati per lungo tempo a causa della estensibilità dei ventricoli del cervello e delle suture craniche, differenze fisiologiche del cranio e del tessuto nervoso. I primi sintomi di patologia insorgono dopo che l'oncocentro raggiunge una certa dimensione.

Un bambino con metastasi progressive nel cervello ha i seguenti segni clinici:

  • circonferenza della testa innaturale;
  • fallimento della fontanella;
  • sfocare i contorni della sella turca sul craniogramma;
  • irritabilità;
  • esaurimento fisico;
  • vomito, spesso indomabile;
  • ritardi nello sviluppo mentale e psicomotorio;
  • problemi di visione;
  • convulsioni, paresi.

Il trattamento delle metastasi nel sistema nervoso centrale in un bambino viene effettuato con un metodo standard - rimozione chirurgica dei cambiamenti del tumore. Negli ultimi decenni, il tasso di sopravvivenza tra i bambini con questa diagnosi è aumentato in modo significativo a causa dell'introduzione della diagnostica moderna (RM, TC, PET), innovazioni nelle tecniche neurochirurgiche, lo studio della neuroanesthesiologia e della rianimazione. La prognosi dipenderà dalle caratteristiche del quadro clinico della patologia.

Incinta. Le metastasi al cervello nelle future mamme portano allo sviluppo di sintomi come un cambiamento dello stato emotivo, forti mal di testa, convulsioni convulsive, allucinazioni, disturbi della coscienza. Quando compaiono questi segni clinici, si raccomanda a una donna di contattare un oncologo e sottoporsi a un esame completo.

Le complicanze metastatiche del cancro esistente sono un esaurimento completo pericoloso delle riserve corporee della futura madre. Con il danno cerebrale nella maggior parte dei casi, si verifica la morte dei pazienti. La metastasi attraverso la barriera placentare nel feto è estremamente rara.

È molto difficile combattere l'oncologia durante la gravidanza. Se una donna insiste a preservare e prolungare la gestazione, le misure terapeutiche sono ridotte per alleviare la condizione della futura madre e migliorare la qualità della sua vita. La strategia di trattamento seguirà gli stessi principi generali degli altri pazienti.

Durante la gravidanza e le metastasi nel sistema nervoso centrale, i medici possono offrire alle donne la rimozione radicale di singoli foci metastatici nel cervello, chemioterapia e radioterapia. Decide sulla conservazione del feto da sola, tenendo conto delle raccomandazioni del personale presente.

L'allattamento al seno. Le metastasi rilevate durante l'allattamento sono una conseguenza dell'assenza o dell'inefficacia del trattamento eseguito in relazione alla malattia oncologica primaria. I sintomi del danno cerebrale metastatico sono vertigini e forti emicranie, debolezza generale, mancanza di appetito, vomito, febbre, convulsioni e paralisi.

Il trattamento dei tumori secondari nel sistema nervoso centrale è prescritto individualmente, tenendo conto della localizzazione del oncocrino e del suo tipo morfologico, dello stato della neoplasia primaria, della dinamica del cancro metastatico e delle condizioni del paziente nel suo insieme. Per eliminare i possibili rischi, di regola, si raccomanda di allattare al seno nella fase di cura del cancro.

I principi di trattamento saranno in accordo con le direzioni radicali e palliative. La prognosi dipende dalla competenza dello specialista, dallo stato dell'istituto medico, dall'incuria del processo maligno nel corpo e dalle condizioni generali del paziente, sia fisico che psicoemozionale. In caso di trattamento tardivo a un medico e assenza di trattamento adeguato, le metastasi cerebrali portano a lesioni irreversibili con successiva morte.

Anziani. Il problema del cancro oggi è più rilevante tra gli anziani. Secondo le statistiche, almeno il 50% dei pazienti oncologici ha più di 65 anni.

La lotta contro le metastasi in età avanzata viene solitamente effettuata con l'aiuto della chemioterapia e del trattamento sintomatico. Se non ci sono controindicazioni, viene prescritta l'asportazione chirurgica della lesione maligna nel cervello o la radiochirurgia stereotassica. Con l'inefficacia di questi metodi, viene fornita la cura del cancro palliativa.

Si noti che con l'età, il corpo reagisce in modo peggiore alle misure terapeutiche proposte e difficilmente si riprende, anche a causa di malattie concomitanti. Pertanto, la prognosi per i pazienti anziani sarà significativamente peggiore rispetto ai giovani.

Il processo di recupero dopo il trattamento

Dopo il completamento di tutte le misure terapeutiche, ai pazienti viene prescritta una terapia di riabilitazione, che viene sviluppata per ciascun paziente in base a criteri individuali. Gli esperti considerano lo stadio e le complicazioni del processo del cancro, le condizioni generali della persona, la prognosi della situazione clinica.

L'obiettivo principale della riabilitazione è quello di rafforzare il corpo del paziente, sostenere il sistema immunitario, eliminare gli effetti degli interventi terapeutici e prevenire le ricadute. Naturalmente, con l'ultimo stadio di oncologia con cambiamenti metastatici nel cervello, è quasi impossibile raggiungere questi compiti in pieno.

Nel processo di riabilitazione vengono utilizzati attivamente metodi come la terapia vitaminica, la fisioterapia e l'immunoterapia.

dieta

La nutrizione in oncologia, incluso il danno cerebrale, gioca un ruolo importante. Una dieta equilibrata aiuta a sostenere il sistema immunitario e dà all'organismo una forza extra per combattere la patologia.

La dieta raccomandata per il cancro al cervello metastatico è la seguente:

  • fibra vegetale (frutta e verdura) - 60%;
  • cereali integrali - 20%;
  • legumi e frutti di mare - 5%;
  • zuppe - 5%;
  • i piatti rimanenti - 10%.

Nel caso di danno cerebrale oncologico sono ammessi i seguenti prodotti:

  • aglio;
  • tè verde;
  • curcuma;
  • semi di soia;
  • verdure - principalmente zucchine, barbabietole, pomodori, carote, cavolo rosso e broccoli;
  • frutta - preferibilmente ananas, melograno, lampone, fragola, uva, albicocca, mora e ciliegia;
  • zenzero;
  • peperoncino;
  • olio d'oliva;
  • noci;
  • carne magra e pesce;
  • uova;
  • senape verde;
  • ortica, foglie di tarassaco.

L'elenco dei prodotti vietati include:

  • carne affumicata;
  • grassi trans;
  • fast food;
  • maionese;
  • ketchup;
  • dolciaria;
  • patatine fritte, popcorn;
  • prodotti semilavorati, in particolare quelli che sono stati congelati;
  • bevande gassate;
  • cottura a base di lievito termofilo;
  • caffè;
  • di cacao;
  • gelato;
  • zucchero e suoi sostituti artificiali;
  • funghi;
  • bevande alcoliche

Tutti i piatti devono essere cotti al vapore o al forno. Il paziente oncologico quotidiano dovrebbe ricevere sei pasti al giorno in piccole porzioni. Il cibo deve essere caldo - troppo freddo o, al contrario, i piatti caldi non sono raccomandati.

Trattamento del cancro con metastasi cerebrali in Russia e all'estero

Offriamo di scoprire come viene condotta la lotta contro le metastasi cerebrali in diversi paesi.

Trattamento in Russia

Il trattamento di pazienti con metastasi cerebrali in Russia vent'anni fa era considerato assolutamente poco promettente - persino gli oncologi di Mosca e San Pietroburgo che avevano rifiutato tali pazienti. Oggi alle persone con questa diagnosi vengono offerti tipi di cure radicali e palliative, la cui scelta dipende dallo stadio di oncologia e dallo studio morfologico, dall'età del paziente e dalla presenza di controindicazioni all'intervento chirurgico.

Cliniche moderne e dispensari oncologici hanno tutte le risorse necessarie per condurre il trattamento più efficace. Le direzioni principali sono la rimozione chirurgica del tumore, della droga e della radioterapia. In condizioni favorevoli, la prognosi per la vita del paziente migliora.

Quali cliniche posso contattare in Russia?

  • Centro di radioterapia "OnkoStop", Mosca, Kashirskoye sh., 23 Edificio 4. Offre servizi di consulenza, diagnostica e terapeutici a pazienti con metastasi cerebrali. Gli specialisti della clinica hanno una grande esperienza e professionalità. La tattica del trattamento è determinata da una consultazione multidisciplinare di medici affini: neurologi, neurochirurghi, radioterapisti, ecc. Il trattamento dei tumori maligni intracranici in OncoStop varia da 145 migliaia di rubli.
  • Cancer Clinic "MIBS", San Pietroburgo, st. Karl Marx 43. All'interno della clinica ci sono tutte le possibilità di condurre un trattamento radiochirurgico e complesso altamente qualificato di pazienti con neoplasie cerebrali, patologie vascolari e funzionali. L'ospedale ha le migliori attrezzature progettate per la radiochirurgia in Russia. Le tattiche terapeutiche per le persone con metastasi cerebrali vengono selezionate individualmente dai medici specialisti diagnostici e clinici. Il costo del trattamento è da 160 mila rubli.

Considera le recensioni di queste cliniche.

Trattamento in Germania

Proprio ieri, la scoperta di focolai affiliati nel cervello era considerata una condanna a morte, oggi lo sviluppo delle capacità mediche e tecnologiche in Germania rende possibile fermare la progressione della patologia, prolungare la vita umana e migliorare significativamente la sua qualità, e talvolta parlare di remissione.

Per rimuovere i focolai metastatici nel cervello, gli oncologi tedeschi usano le seguenti tecniche:

  • Gamma Knife;
  • Cyber ​​Knife;
  • radioterapia protonica.

Le moderne attrezzature delle cliniche tedesche consentono di eliminare le cellule tumorali senza danneggiare i tessuti sani adiacenti e l'organismo nel suo complesso. A volte la chirurgia cerebrale aperta viene scelta come approccio alternativo agli interventi radiochirurgici. La rimozione delle metastasi è accompagnata da un trattamento simultaneo del tumore primario. I seguenti metodi possono essere inclusi nello schema generale di terapia:

  • operazioni;
  • la chemioterapia;
  • radioterapia;
  • trattamento ormonale;
  • immunoterapia;
  • terapia mirata;
  • iniezione di cellule staminali;
  • riabilitazione.

I pazienti di tutto il mondo vengono in Germania per combattere il cancro. Nella medicina tedesca vedono i seguenti punti positivi:

  • diagnosi accurata;
  • medici altamente qualificati specializzati nel trattamento di una specifica oncopatologia;
  • l'uso di tecnologie avanzate;
  • attrezzature all'avanguardia;
  • farmaci di alta qualità con comprovata efficacia;
  • i vantaggi dell'assistenza riabilitativa tedesca, che consente di ottenere il recupero dei pazienti in breve tempo.

I prezzi per la diagnosi di cancro nelle cliniche in Germania vanno da 2,5 a 4 mila euro, il costo del trattamento varia da 15 mila euro.

Quali cliniche posso contattare?

  • Ospedale universitario "Grosshädern", Monaco. Istituto medico multidisciplinare, incluso nella lista dei migliori del paese. La clinica esegue le operazioni più complicate, gli specialisti del centro trovano modi efficaci per trattare le complicanze oncologiche, incluso il cancro metastatico.
  • Ospedale universitario "Rechts der Isar", Monaco. La particolarità della clinica è la stretta collaborazione di centri interdisciplinari, i cui medici creano regimi terapeutici ottimali volti a raggiungere risultati elevati di terapia. La clinica usa solo attrezzature avanzate e approcci medici moderni.

Considera le recensioni dei centri di cancro elencati.

Trattamento del cancro con metastasi nel cervello in Israele

La lotta contro le metastasi cerebrali nelle cliniche israeliane viene effettuata utilizzando le ultime tecnologie con risultati positivi del trattamento. La cura del cancro viene fornita attraverso la chirurgia stereotassica con acceleratori lineari, brachiterapia, CUSA e altre tecniche. Molti di questi approcci terapeutici sono applicati con successo a più metastasi nel cervello, quando la resezione del processo del tumore con il metodo classico con trepanning del cranio non è possibile.

Le tattiche di trattamento dipendono dalla natura della neoplasia primaria, dal numero di focolai metastatici nel cervello, dalla presenza di tumori della figlia in altri organi, dalle caratteristiche legate all'età e dalla salute generale del paziente. I medici israeliani mettono in pratica moderne opzioni per le cure oncologiche che soddisfano gli standard dell'OMS.

Il costo della diagnostica nelle cliniche israeliane varia tra 2,5 e 5 mila dollari. Il trattamento del cancro metastatico è molte volte più costoso a seconda del quadro clinico della malattia.

Quali cliniche posso contattare?

  • Centro medico "Meir", Kfar Saba. La clinica avanzata del paese, che gode di una meritata popolarità ben oltre i suoi confini. Lo staff del centro cura scrupolosamente ogni caso clinico, selezionando un regime di trattamento individuale. I servizi medici all'interno delle mura di "Meir" sono ad alto livello, mentre i loro prezzi rimangono ragionevoli.
  • Centro medico "Rambam", Haifa. I medici del dipartimento neurochirurgico della clinica forniscono un trattamento efficace dei tumori cerebrali, delle lesioni vascolari e neurologiche. Le moderne attrezzature high-tech, ad esempio la navigazione intraoperatoria degli ultrasuoni, che aiuta a rimuovere la concentrazione del tumore dal tessuto cerebrale nel modo più accurato possibile, li aiuta a praticare interventi chirurgici complessi. Gli specialisti di Rambam si occupano della cura di qualsiasi caso complesso di cancro.

Considera le recensioni di queste cliniche.

complicazioni

La principale conseguenza del cancro al cervello metastatico è la morte di una persona. Si sviluppa a causa di danni organici alle strutture vitali del corpo a causa di edema, aumento della pressione intracranica o germinazione del fuoco del tumore nei suoi tessuti, tronchi e vasi in assenza di cure mediche.

Tali stati come paralisi, convulsioni, allucinazioni, anomalie respiratorie e cardiache, cecità, ecc. Diventano precursori della morte di una persona.

Corsa con metastasi cerebrali

I tumori metastatici provocano un'alterazione del flusso sanguigno al tessuto cerebrale, che porta ad una compressione anormale dei vasi sanguigni, alla loro trombosi ed embolia, così come ischemia ed emorragia nel tessuto dell'organo, contribuendo a una lesione focale persistente. Questa condizione è chiamata ictus. Provoca la morte del tessuto nervoso ed è accompagnato da un alto tasso di mortalità tra i pazienti.

Quando una persona ha un ictus, si sviluppano i seguenti sintomi:

  • forte mal di testa;
  • perdita di coscienza fino allo sviluppo del coma;
  • disabilità visive e uditive;
  • vomito;
  • muscoli del collo rigido;
  • intorpidimento di parti del corpo;
  • condizione generale estremamente seria.

Il flusso di sangue alterato nel cervello contro la trombosi vascolare o l'emorragia nel tessuto delle metastasi può anche portare a sintomi simili allo sviluppo di un ictus, ma è causato da un processo progressivo di cancro. In questo caso, i tumori della figlia si trovano nella corteccia o nella sostanza subcorticale, nel guscio duro e negli emisferi del cervello, meno frequentemente nel cervelletto, ma la loro presenza non è esclusa in nessuna altra area delle strutture cerebrali. A volte germinano nelle ossa del cranio, assomigliando al meningioma nella struttura.

Previsione (aspettativa di vita)

Per le persone con metastasi nel cervello, la prognosi rimane estremamente sfavorevole, poiché le cellule maligne influenzano attivamente altri organi vitali. Se non tratti la malattia, la morte avviene nei prossimi mesi.

È anche importante prendere in considerazione il rischio di recidiva, poiché il processo di tumore infantile nelle strutture cerebrali è quasi impossibile da rimuovere completamente a causa del difficile accesso al tumore e della complessità dell'intervento chirurgico. Quindi, la previsione per quanto tempo il paziente vivrà dipenderà dai seguenti motivi:

  • tipo e localizzazione del tumore primario;
  • la dimensione e il numero di cambiamenti del tumore nel corpo del tipo genitore o figlio;
  • condizione generale del corpo.

La prognosi molto sfavorevole si osserva nei casi di metastasi del melanoma nella struttura del cervello. Nel cancro della pelle, i fuochi maligni nel sistema nervoso centrale progrediscono più rapidamente, diffondendosi rapidamente verso nuove parti sane dell'organo. Pertanto, non sorprende che con tale diagnosi, il benessere di una persona si deteriori letteralmente sotto i nostri occhi. La durata massima in questo caso clinico non supera i 6 mesi.

Ottenere disabilità

I tumori cerebrali - maligni e metastatici - portano a gravi disabilità negli esseri umani e morti premature. Quando alle metastasi nel cervello viene assegnata una disabilità a vita, che significa una disabilità completa. Un gruppo di disabilità dipende dalla capacità di una persona di servire se stesso - se richiede costantemente un'infermiera e altre cure, il che è molto spesso il caso di una lesione maligna del sistema nervoso centrale, il gruppo sarà il primo.

Dopo la presentazione di documenti alla commissione ITU, il paziente può ricevere una disabilità e con essa i benefici forniti dallo stato. Di solito, il loro elenco include i dati degli esami diagnostici, informazioni sul trattamento effettuato, un estratto dalla storia medica, ecc. L'esame medico viene effettuato entro 1 mese dalla presentazione dei documenti.

Alle persone con disabilità provata viene corrisposta una pensione mensile in un importo fisso, vengono erogate prestazioni per le bollette, gratuitamente per i farmaci salvavita, i servizi per gli assistenti sociali, le cure di follow-up presso un oncologo ei viaggi nelle aree sanatorie-resort per il prossimo ciclo di trattamento.

prevenzione

Non esistono misure preventive specifiche in relazione allo sviluppo di metastasi nel cervello. È impossibile prevedere chi sarà colpito da questa malattia, quindi tutti i pazienti scoprono la loro diagnosi in modo imprevisto e per molti diventa un colpo.

La diagnosi precoce dei sintomi del processo del cancro nell'organismo è considerata la base del trattamento, quindi la politica di vigilanza oncologica tra i medici è una delle principali misure preventive che possono impedire la progressione della malattia e prevenire la diffusione dei tumori della figlia. Ciò significa che nell'individuare eventuali segni sospetti in una persona che indica l'insorgenza di una neoplasia maligna nel corpo, è necessario un oncologo per consultare e condurre i test necessari.

http://oncologys.ru/metastazy/metastazy-v-golove-golovnom-mozge

Sintomi e trattamento delle metastasi cerebrali

Tutti i tumori maligni hanno la capacità di metastatizzare e nel 20-40% dei casi, i foci separati vengono diagnosticati nel cervello. Allo stesso tempo, la lesione metastatica si manifesta da 6 a 10 volte più spesso rispetto alle neoplasie intracraniche primarie.

La metastasi è un focolaio di carcinoma appena formato che è sorto dopo che le cellule di una neoplasia maligna si sono spostate con un flusso sanguigno o linfatico verso un altro organo. I modi di metastasi dipendono dalle caratteristiche dell'afflusso di sangue e dal flusso linfatico dell'organo interessato. Ad esempio, il sangue dall'intestino viene raccolto nella vena porta, che viene inviato al fegato - quindi, quando il carcinoma è localizzato nel tratto gastrointestinale, le metastasi al fegato sono più spesso formate. Ma dal terzo inferiore del retto, il sangue entra direttamente nella vena cava inferiore, da cui le cellule tumorali, passando attraverso la metà destra del cuore, possono entrare nei polmoni (un'altra variante frequente di metastasi) e quindi con il flusso di sangue al cervello, che raggiunge 20 % di portata cardiaca.

Alcune statistiche

Durante la vita, le neoplasie intracraniche metastatiche sono diagnosticate 1,5 - 3 volte meno spesso che postume: nell'autopsia di coloro che sono morti di cancro, le lesioni del sistema nervoso centrale sono fissate nel 25% dei casi. Se parliamo dei tipi di tumori, le neoplasie maligne delle seguenti localizzazioni spesso si metastatizzano al cervello:

  • luce - 48%;
  • ghiandola mammaria - 15%;
  • melanoma - 9%;
  • colon e retto - 5%;
  • rene - 4%.

Di regola, le metastasi nel cervello compaiono dopo 6 mesi - 2 anni dopo la scoperta della neoplasia primaria. Ma nel 10% dei casi sono l'unica manifestazione della malattia. La tempistica delle metastasi dipende anche dalle caratteristiche del tumore stesso: se il cancro polmonare a piccole cellule nell'80% dei casi metastatizza in un anno di malattia, il cancro al seno può svilupparsi da 5 a 15 anni prima di formare metastasi.

Se parliamo della posizione di focolai lontani, la parte principale si trova nella regione dei grandi emisferi (molto probabilmente a causa del fatto che "prendono" il 70% del flusso sanguigno).

Localizzazione per dipartimento:

  • 80 - 85% - sovratentoriale (nella regione dei grandi emisferi);
  • 10 - 15% - nel cervelletto;
  • 3 - 5% - nel bagagliaio;
  • 1 - 2% - nelle meningi.

Quadro clinico

Il danno al cervello si manifesta con disturbi neurologici. Possono svilupparsi in una delle opzioni:

  • tumorale - un graduale aumento della gravità del quadro clinico;
  • apoplessia (ictus imitativo) - i sintomi compaiono improvvisamente e sono il più delle volte causati da emorragia in metastasi o blocco da un embolo metastatico di una grande nave;
  • opzione di remissione: la gravità della manifestazione cambia in ondate.

Tutti i sintomi delle metastasi nel cervello sono divisi in cerebrali e focali.

Cerebrale - sono segni di danno al cervello come organo.

  • mal di testa - diffuso, cioè, in un punto specifico, e "versato" su tutta la testa, aggravato cambiando la posizione del corpo;
  • vertigini;
  • nausea, vomito, non associato al mangiare;
  • funzioni cognitive compromesse (affaticamento, disturbi della memoria, attenzione), intelligenza - derivanti da alterate funzioni integrative del cervello; convulsioni epilettiche, generalizzate (che coinvolgono tutto il corpo) o non convulsive, "assansia".

I sintomi focali indicano danni a una parte specifica del cervello:

  • coordinamento motorio alterato (patologia cerebellare);
  • visione doppia, visione offuscata (localizzazione della lesione nella zona occipitale);
  • cambiamenti comportamentali: vertigini, battute "piatte" o, al contrario, aggressività - in presenza di metastasi nei lobi frontali;
    allucinazioni visive - una lesione al margine delle regioni temporale e occipitale;
  • disturbi motori e sensoriali: paresi, perdita di sensibilità da certe aree - con la sconfitta della zona centrale del giro.

È anche possibile un decorso asintomatico: nel 3-7% dei pazienti le metastasi sono rilevate solo su CT o RM di controllo.

La causa più comune di morte è l'ischemia cerebrale diffusa o l'inserimento di tessuto cerebrale nell'apertura del cervelletto o un grande forame occipitale, uno stato in cui, a causa dell'aumento della pressione intracranica, il cervello "cessa di adattarsi" nella cavità cranica.

La pressione intracranica aumenta non tanto a causa della crescita delle metastasi stesse, quanto piuttosto come conseguenza dell'edema accompagnatorio. Ma se il tumore blocca le vie di deflusso del liquido cerebrospinale - il liquido che lava la cavità cranica - i sintomi della pressione intracranica aumentano rapidamente:

  • scoppio di mal di testa;
  • vomito improvviso all'altezza del mal di testa, che non porta sollievo;
  • letargia, sonnolenza, letargia, perdita di coscienza, coma;
  • in casi critici - un aumento di sistolico, "superiore", pressione sanguigna, bradykaria (battito cardiaco lento), diminuzione della respirazione.

Quando si incastra, il gonfiore del tessuto cerebrale aumenta rapidamente, l'ischemia (mancanza di afflusso di sangue) si verifica, i centri che regolano le funzioni vitali sono compressi e muoiono.

Sintomi terminali (prima della morte): la temperatura aumenta bruscamente, la respirazione si accelera prima, poi diventa irregolare nel ritmo e nella profondità, la pressione sanguigna diminuisce, l'impulso si indebolisce.

diagnostica

Include l'esame di un neurologo e di un oculista (consente di vedere il disco "stagnante" dei nervi ottici, indicando un aumento della pressione intracranica). Ma per la diagnosi finale occorrono studi strumentali.

Il metodo diagnostico più affidabile è la risonanza magnetica con contrasto al gadolinio. La tomografia computerizzata è meno informativa per contrasto (una sostanza che assorbe i raggi X viene iniettata nel sangue) e ancor meno tomografia computerizzata senza contrasto. Ad esempio, alla risonanza magnetica, vengono rilevati più fuochi nel 65 - 80% dei casi e con CT, solo nel 50%.

L'elettroencefalogramma viene utilizzato per rilevare l'attività convulsiva.

trattamento

Non esiste ancora uno standard di trattamento per le neoplasie maligne metastatiche nel cervello. Le opzioni per l'azione dipenderanno da:

  • tipo istologico di tumore, sua sensibilità alla chemioterapia, radioterapia;
  • condizione generale del paziente;
  • il numero, la dimensione e la posizione dei nodi metastatici nella cavità cranica;
  • lo stato del focus primario, il tasso di crescita, le metastasi agli altri organi.

Possibili algoritmi di azione:

  • chemioterapia - per le varianti sensibili di una neoplasia maligna (alcuni tumori del seno, delle ovaie e dei polmoni);
  • radioterapia per tutto il volume cerebrale - in presenza di 4 fuochi (e più) e / o il loro diametro supera i 3 cm);
  • radiochirurgia stereotassica - irradiazione direzionale e intensiva di un'area limitata (sistema Cyber ​​Knife);
  • trattamento chirurgico - se è possibile rimuovere contemporaneamente la lesione metastatica, mentre la crescita del tumore primario è sotto controllo;
  • chirurgia palliativa - per ragioni di salute, il più delle volte per ridurre l'ipertensione endocranica.

Con l'aumento della pressione intracranica, vengono prescritti corticosteroidi. In generale, il trattamento dei tumori cerebrali metastatici è considerato uno dei problemi più difficili in oncologia.

Tasso di sopravvivenza

Le metastasi al cervello significano sempre 4 fasi di sviluppo di un tumore maligno. La prognosi in questo caso è spesso sfavorevole. Sopravvivenza di pazienti senza trattamento in media 4 - 6 settimane dopo diagnostics. Con la nomina di alte dosi di glucocorticoidi - 1 - 2 mesi. Durante l'irradiazione del cervello senza intervento chirurgico - fino a 3 - 6 mesi. Il trattamento chirurgico prolunga in modo affidabile la vita, ma parlare dei valori specifici della sua durata "in generale" non è pratico: troppi fattori lo influenzano. La durata della vita dipenderà dalla capacità di rimuovere l'intera metastasi, l'aggressività, infatti, il tumore, il tasso di crescita e la prevalenza del focus iniziale, le condizioni del paziente e così via. In media, la sopravvivenza a cinque anni dopo il trattamento chirurgico non supera il 10%.

http://rosonco.ru/zno-cns/metastazy-v-gm

Per Saperne Di Più Sarcoma

Il sito fornisce informazioni di base. Diagnosi e trattamento adeguati della malattia sono possibili sotto la supervisione di un medico coscienzioso.
Tachicardia per raffreddori e raffreddori Per molti anni alle prese con ipertensione senza successo? Il capo dell'Istituto: "Sarai stupito di quanto sia facile curare l'ipertensione assumendola ogni giorno.
La formazione di sigilli sulla gomma che assomigliano a un nodulo è un fatto che non dovrebbe essere ignorato. Per un po ', una persona potrebbe non notare la patologia, poiché una crescita che non sempre appare è accompagnata da dolore.
Le talpe sono piccoli segni che si trovano sul corpo di ogni persona. Il nome medico di un tale fenomeno è un nevo. Per molto tempo sono state create molte leggende attorno a una simile neoplasia.