Il linfoma, i cui sintomi dipendono dallo stadio della malattia, è una malattia benigna o maligna. In quest'ultimo caso, le cellule linfatiche si dividono rapidamente e i loro cluster formano tumori.

Eziologia della malattia

Il linfoma è un gruppo di malattie oncologiche accompagnato da un aumento dei linfonodi e danni a vari organi. Nello stesso momento i linfociti atipici si accumulano, formando tumori.

Cause del linfoma maligno:

  • età da 55 a 60 anni;
  • maschio (per linfoma di Hodgkin);
  • malattie associate, comprese quelle causate dal virus Epstein-Barr, infezione da CMV;
  • epatite C, sclerosi multipla, infezione da HIV;
  • infezione da helicobacter pylori;
  • interazione costante con i pesticidi;
  • assumere droghe che sopprimono il sistema immunitario.

Tipi di linfomi

La medicina conosce più di 30 tipi di linfomi. Tutti loro differiscono tra loro per struttura, dimensioni e altri indicatori.

Il linfoma benigno umano compare dai linfociti maturi. Ha un decorso asintomatico ed è suscettibile di fluire. Il linfoma maligno è un cancro.

Tutti i linfomi maligni hanno la seguente classificazione:

  • Linfoma di Hodgkin (ICD: C 81). Il secondo nome è linfogranulomatosi. Un tumore maligno che colpisce l'intero sistema linfatico. A differenza di altri tipi di cancro immunitario, la linfogranulematoz è caratterizzata dalla presenza di cellule Reed-Sternberg. I sintomi del linfoma di Hodgkin dipendono dalla posizione delle ghiandole ingrossate. Con la crescita delle formazioni mediastiniche tissutali, il più delle volte si manifesta la sindrome della vena cava, che si manifesta con un quadro clinico pronunciato.
  • linfoma non Hodgkin (ICD: C 83). È un cancro e in metà dei casi si verifica nelle persone di età superiore ai 60 anni. La malattia si sviluppa in modo aggressivo o indolente. Nel primo caso, progredisce rapidamente e dà metastasi (comprese quelle distanti) nel linfoma.

Linfoma di stadio

La malattia attraversa diverse fasi del suo sviluppo, ognuna delle quali è caratterizzata dalle caratteristiche mostrate nella tabella.

uno o più linfonodi sono affetti o il tumore è localizzato in un organo, senza alterare i legami immunitari

una neoplasia colpisce 2 o più ghiandole situate su un lato del diaframma o colpisce il linfonodo e l'organo situato vicino

2 o più formazioni sono coinvolte nel processo patologico, situato su lati opposti del diaframma o della milza e diverse unità immunitarie si trovano contemporaneamente su lati opposti del diaframma

  • il tumore è disseminato;
  • diversi organi sono localizzati nel processo patologico, localizzati lontano dal focus iniziale, cioè si osserva una metastasi

Sintomi di patologia

Nelle persone con linfoma, i sintomi della malattia non sono specifici. La diagnosi tempestiva aiuta a rallentare la crescita del tumore e migliora le probabilità di una prognosi favorevole per il paziente.

I sintomi del linfoma nei bambini e negli adulti:

  1. Sudore eccessivo I pazienti con linfoma di Hodgkin spesso soffrono di sudorazione eccessiva, peggio di notte. Nel linguaggio medico, questo sudore è chiamato "profuso", cioè molto forte. Si fa bagnare il letto e la biancheria intima.
  2. Linfonodi ingranditi. I legami immunitari sono in aumento a causa della formazione di tumori in essi. La crescita del tessuto linfoide si verifica in più del 90% dei casi. Molto spesso, le formazioni sono localizzate nelle regioni cervicali e occipitali, meno spesso nelle aree clavicolare, inguinale e ascellare. Il linfoma di Hodgkin è accompagnato da un aumento del tessuto linfoide in circa il 75% dei pazienti. E i legami immunitari stanno diventando più grandi in modo che catturino l'attenzione. Le formazioni affette hanno una trama densa, separata dai tessuti circostanti. Mentre la patologia progredisce, i linfonodi si fondono l'uno con l'altro, formando "dossi" di dimensioni impressionanti. Rimangono dolorosi anche con una leggera pressione. Alcune persone notano dolore alle ghiandole dopo aver bevuto alcolici. Il più delle volte, i pazienti che si trovano di fronte a una crescita eccessiva di tessuto linfoide, bevono antibiotici senza successo.
  3. Aumento della temperatura corporea. Il linfoma nel sistema immunitario è quasi sempre accompagnato da febbre che procede senza sintomi di raffreddore. Nelle prime fasi del tumore, la temperatura corporea non supera i 37,5-38 gradi. I valori subfebrillari persistono per diversi mesi e non si fermano con i farmaci antipiretici. Negli stadi successivi, la temperatura sale a 39 gradi, il che è spiegato dal coinvolgimento degli organi vicini nel processo maligno e dalla loro infiammazione.
  4. Perdita di peso acuta. La perdita di peso, non dovuta all'attività atletica o alla dieta, è inerente a molte forme di linfoma. Questo è spiegato da disordini metabolici, innescati dal processo del tumore. Molto spesso, la malattia, specialmente degli organi addominali, è accompagnata da una forte diminuzione dell'appetito, una sensazione di pienezza nello stomaco. A volte la patologia progredisce così tanto che il paziente è esausto.
  5. Debolezza. La debolezza di tutto il corpo non è un segno specifico di linfoma. Si trova nelle prime fasi della malattia e si verifica indipendentemente dall'attività della persona. La debolezza è accompagnata da diminuzione delle prestazioni, affaticamento, sonnolenza e apatia.
  6. prurito della pelle. Nel linfoma (più comunemente Hodgkin), si nota prurito della pelle, che viene diagnosticato in circa 1/3 delle persone. In alcuni pazienti, questo sintomo persiste anche durante la remissione stabile. La sensazione di prurito è localizzata in tutto il corpo o in una parte di esso. Nelle fasi iniziali, la sensazione di bruciore si verifica nel segmento inferiore del corpo.
  7. Sindrome del dolore Non tutti i pazienti. La sindrome del dolore nel linfoma ha una diversa localizzazione. Il disagio dipende dalla posizione del tumore, può essere sentito in uno o più segmenti del corpo. Quindi, i mal di testa disturbano le persone con neoplasie del cervello o del midollo spinale. Ciò è dovuto a disturbi circolatori di questi organi.

Cambiamenti nei valori dei parametri del sangue nel linfoma. Clicca per ingrandire l'immagine

Manifestazioni specifiche di linfoma:

  • tosse secca, estenuante (con localizzazione del tumore nel petto), che è accompagnata da mancanza di respiro, tenerezza al petto e non risponde ai farmaci antitosse;
  • edema risultante da alterata circolazione del sangue durante la compressione dei vasi sanguigni da parte del linfoma;
  • problemi digestivi, tra cui diarrea, stitichezza, disturbi addominali, se il tumore si trova nella cavità addominale.

Come identificare il linfoma

Per identificare la patologia vengono effettuati:

  • presa della storia;
  • palpazione dei legami immunitari;
  • esami del sangue per linfoma (KLA, marcatori tumorali e biochimica);
  • biopsia con ulteriore somministrazione di tessuti per l'esame;
  • diagnostica dei radionuclidi (in caso di sospetto danno osseo subclinico);
  • trepanobiopsia dell'osso iliaco, se vi è motivo di ritenere una specifica lesione del midollo osseo.

Come viene trattato il linfoma maligno

La radioterapia viene praticata negli stadi leggeri della patologia e fornisce un tasso di sopravvivenza a dieci anni senza esacerbazioni nel 54-88% dei pazienti. Gli individui con linfomi non Hodgkin sono esposti all'esterno. Praticato l'uso di droghe, cioè, il trattamento è complesso.

La maggior parte dei medici preferisce aspettare dopo il trattamento iniziale. Tuttavia, questo approccio non è condiviso da tutti gli specialisti. La radioterapia ha effetti collaterali sotto forma di disturbi digestivi, difficoltà di respirazione, compromissione della memoria, debolezza, ecc., Quindi viene utilizzata in caso di stretta necessità.

La chemioterapia viene utilizzata negli stadi 3-4 della malattia, in particolare con le dimensioni dei tumori di grandi dimensioni. Vengono utilizzati agenti alchilanti, vincaalcaloidi o regimi di trattamento combinati. Questi ultimi aumentano le possibilità di un periodo senza recidive, ma non influenzano l'aspettativa di vita.

I tumori indolenti sono chiamati quelli che sono caratterizzati da uno sviluppo lento. Di solito coinvolgono l'introduzione del farmaco allo stadio 3-4 di anticorpi monoclonali Mabthera. Con la forma refrattaria primaria e le riacutizzazioni della patologia, le ricadute si verificano in metà dei pazienti. Se il linfoma indolente ha un piccolo grado di malignità, i medici di solito si limitano ad osservare il paziente, cioè non viene prescritta alcuna terapia. Quando un quadro clinico appare sotto forma di febbre, debolezza generale, ecc., Si raccomandano farmaci.

Nel caso del linfoma follicolare non Hodgkin di grado 1-2, il trattamento con Alfainterferon ricombinante viene spesso praticato per 12-18 mesi. La chemioterapia standard viene utilizzata quando l'approccio descritto è inefficace e la presenza di forme indolenti.

Prognosi per linfoma

La sopravvivenza è determinata dallo stadio della patologia, dall'adeguatezza della terapia, dall'età del paziente e dallo stato della sua immunità.

Una remissione della durata di almeno 5 anni è possibile nella prima o nella seconda fase in assenza dei seguenti fattori:

  • la posizione del focus patologico nel petto;
  • dimensioni del neoplasma superiori a 10 cm;
  • lesioni di cellule atipiche non solo dei linfonodi, ma anche degli organi interni;
  • la presenza di focolai patologici in 3 o più unità immunitarie;
  • in analisi del sangue generale: alta ESR;
  • sudore abbondante, febbre di basso grado, perdita di peso.

Dieta per linfoma

Durante l'assunzione di farmaci è importante mangiare bene. Il menu dovrebbe essere ipercalorico, che consente di recuperare le riserve energetiche consumate dall'organismo nella lotta contro il cancro e le conseguenze del trattamento.

È importante assumere cibo appena preparato in piccole porzioni ogni 2-3 ore. Non ci dovrebbe essere un sentimento pronunciato di fame. È necessario rifiutare piatti piccanti, grassi, salati, affumicati, fast food e prodotti con conservanti.

Si consiglia di utilizzare pesce e carne al forno o al vapore, latte pastorizzato, mousse, canederli. Lo zucchero è altamente desiderabile per sostituire con miele e mangiare al mattino nella quantità di 1 cucchiaino., Con un bicchiere d'acqua.

È importante consumare molti liquidi e limitare il più possibile i carboidrati, poiché i tumori crescono attivamente in un ambiente dolce. È impossibile abbandonare completamente i carboidrati, perché il corpo ha bisogno di attingere energia.

Secondo la prescrizione del medico, è necessario bere vitamine, perché rafforza il sistema immunitario e aiuta a combattere la malattia. Dalle bevande alcoliche deve essere completamente abbandonato, così come dalle torte alla crema.

http://prolimfouzly.ru/polezno-znat/limfoma.html

Trattamento domiciliare del linfoma con rimedi popolari, sintomi e tipi di malattia

Questa è una malattia maligna del sistema linfatico che si trova sugli organi interni. È molto importante consultare un medico in tempo, poiché la malattia progredisce piuttosto rapidamente. Come eseguire il trattamento corretto dei rimedi popolari linfoma a casa in qualsiasi momento, conosci gli esperti professionisti e, utilizzando metodi non convenzionali, puoi contribuire a migliorare l'efficacia delle procedure mediche. In altre parole, un approccio integrato al trattamento aumenterà le probabilità di recupero.

Il più delle volte vengono rilevati durante la normale visita medica - qui non è richiesta una diagnosi specifica di linfoma. Inoltre, i seguenti sintomi possono indicare la loro presenza:

  • linfonodi ingrossati;
  • dolore all'inguine, all'addome, alle ascelle;
  • la formazione di arrossamento sulla pelle è il sintomo più pronunciato del linfoma;
  • nausea e vomito, a cui spesso viene effettuato un trattamento separato, cancella anche altre manifestazioni;
  • perdita di peso improvvisa;
  • mancanza di respiro e tosse;
  • affaticamento costante;
  • aumento periodico della temperatura corporea.

Non perdere la speranza e utilizzare tutti i metodi di trattamento a casa condizioni semplici. Benedicili, dimenticati del linfoma!

Sotto questo termine generale vengono combinati tutti i tumori dei tessuti linfoidi, principalmente dei linfonodi e della milza. Questi tessuti producono globuli bianchi nel linfoma, che aiutano a proteggere il nostro organismo dai microrganismi estranei. Esistono due tipi principali di linfoma cutaneo, che vengono trattati con metodi specifici. Quello che si manifesta come un'anomalia classica è chiamato linfoma di Hodgkin o malattia di Hodgkin. Tutti gli altri tipi sono raggruppati sotto il termine "linfoma non Hodgkin"; La maggior parte dei tipi di linfoma causa un aumento dei linfonodi. Occasionalmente, il cancro si sviluppa in organi come la tiroide, i testicoli o le ghiandole mammarie. Pertanto, è importante iniziare il trattamento delle formazioni nel tempo.

Questo articolo discuterà i principali sintomi del linfoma, la prevenzione e il trattamento, così come imparerai come trattare efficacemente la malattia per sempre.

Segni e studio della malattia di Hodgkin

Questa malattia rara colpisce più spesso gli uomini. Di solito osservato all'età di 15-30 anni e 55-75 anni, ma colpisce soprattutto le persone anziane. Grazie ai moderni metodi di trattamento, questa malattia è nella maggior parte dei casi curabile. La causa del linfoma rimane sconosciuta, sebbene sia possibile che ci sia una connessione con il virus Epstein-Barr.

Gonfiore indolore dei linfonodi nel collo o nelle ascelle.

Malessere generale, febbre, sudorazione notturna, scarso appetito e perdita di peso. Tutto questo è suscettibile di trattamento, la cosa principale è selezionare i metodi di terapia nel tempo.

Dolore dopo aver bevuto alcolici (raro).

Si ritiene che esistano linfomi di Hodgkin di bassa e alta qualità. Stranamente, tutte le specie aggressive di alto grado sono curabili in linea di principio, mentre le formazioni di basso grado di malignità in assenza di una clinica non richiedono un trattamento.

Il paziente potrebbe dover sottoporsi a diversi studi prima che il medico prescriva il trattamento:

Conteggio completo dei globuli rossi. I risultati dell'analisi in un paziente con linfoma possono mostrare anemia, un alto numero di globuli bianchi e un basso numero di piastrine.

Esame radiografico o tomografico del torace o dell'addome. Possono essere osservate neoplasie.

Studio della funzione dei reni e del fegato. I tessuti linfatici interessati in questi organi influenzano la loro funzione.

Biopsia linfonodale. Può rilevare le cellule cancerose in un campione di tessuto.

Un esame del sangue per l'acido urico, che può essere significativamente elevato.

Il trattamento secondo le ricette popolari non sempre aiuta, quindi viene suggerito quanto segue: terapia del linfoma da diverse sedute di radioterapia e / o chemioterapia. Questo trattamento dipenderà dalla gravità della malattia.

Il nome si riferisce all'intera famiglia di malattie - in effetti, a qualsiasi tipo di linfoma che non sia la malattia di Hodgkin. Questo tumore colpisce più spesso le persone con più di 50 anni. Ogni linfoma familiare è un tumore dei globuli bianchi appartenenti al tipo B o T. Le cause esatte di queste malattie non sono state stabilite, sebbene sia possibile che si verifichino quando il sistema immunitario non funziona correttamente o si espone a vari virus, incluso il virus Epstein-Barr.

  • Linfonodi gonfiati indolori nel collo o nell'inguine. Il trattamento dovrebbe iniziare il più presto possibile.
  • Febbre, sudorazione notturna, scarso appetito e perdita di peso.
  • Distensione addominale, ingrossamento della milza o ingrossamento del fegato.

I sintomi del linfoma possono essere diversi se il tumore si è diffuso ad altri organi.

Lo sviluppo può essere rallentato dalla radioterapia. Se il cancro si è diffuso, usa forti farmaci antitumorali, cioè la chemioterapia. Potrebbe essere necessario un trapianto di midollo osseo.

Il tumore al collo di questo paziente è causato da un ingrossamento del linfonodo del cancro - in questo caso, la causa è il linfoma non Hodgkin.

Come si manifesta la malattia della pelle?

Le lesioni tumorali della pelle, che si verificano a seguito della riproduzione maligna dei linfociti in essa contenuti, sono chiamate linfomi. A seconda del tipo di linfociti, ci sono le cellule T e B. Quando la malattia si forma sui noduli della pelle, placche o aree eritrodermiche, e questo è accompagnato da un aumento dei linfonodi. La diagnosi del linfoma cutaneo prima del trattamento secondo ricette popolari o con metodi conservativi viene effettuata con un esame istologico del materiale bioptico dell'area interessata. Nel trattamento del linfoma i rimedi popolari non utilizzano la chemioterapia, la radioterapia, la terapia PUVA, ecc.

Questa malattia è caratterizzata da polimorfismo di rash (macchie, placche, prurito), prurito e aumento dei linfonodi periferici. Secondo il grado della loro malignità, si distinguono i linfomi di I-III gradi. E nelle sue manifestazioni cliniche: placca, noduli e forme eritrodermiche.

Per le forme nodulari di linfoma a cellule T della pelle di primo grado sono caratterizzati da piccoli noduli piatti delle dimensioni di grano miglio. Hanno un colore giallastro o lilla, si trovano sulla pelle in gruppi e hanno una tendenza alla regressione spontanea. Con un corso più maligno, i noduli possono crescere, diventare color ciliegia e perdere la loro tendenza al gruppo. I pazienti muoiono per metastasi dopo circa 2-5 anni.

A volte c'è una piccola forma di linfoma a cellule T della pelle, è caratterizzata da noduli follicolari, che si fondono in placche con peeling superficiale, simile alla psoriasi.

La forma della placca del linfoma a cellule T della pelle di primo grado è caratterizzata da placche indistintamente limitate che hanno un colore giallastro. Le loro dimensioni potrebbero essere più grandi del palmo. Ma gradualmente si risolvono con la formazione di aree atrofia e con iperpigmentazione.

Il linfoma della placca di grado II è il più comune - si trova nel 26% di tutti i tipi di neoplasie cutanee. Inizialmente sulla pelle compaiono macchie rosa scagliose, dopo di che si formano delle placche rosso-stagnanti al loro posto, la superficie diventa spesso bagnata. Nella fase del tumore, le placche sulla pelle si trasformano in nodi piatti delle dimensioni di un'arancia con necrosi al centro della formazione.

Trattamento di rimedi popolari e metodi conservativi

Tale terapia prevede il trapianto di midollo osseo e la rimozione di tumori maligni.

La chemioterapia è un metodo di trattamento che utilizza farmaci che distruggono le cellule tumorali. Questa categoria include anche la radioterapia, che si basa sull'uso dei raggi X per distruggere i tumori maligni.

Terapia biologica - per curare il linfoma utilizzare sostanze chimiche ottenute dalle cellule del paziente stesso. Questa procedura viene eseguita al fine di attivare i meccanismi immunitari che funzioneranno contro un tumore del cancro.

I rimedi popolari non sono usati al posto dei metodi sopra, ma come un'aggiunta a loro. Prima di utilizzare farmaci a base di erbe e altri componenti, è meglio consultare un medico.

Ora elencheremo i principali mezzi di medicina tradizionale che possono aiutare nel trattamento.

Infusi e decotti secondo ricette popolari

Infusione dzhungarskogo aconite - un rimedio popolare per il linfoma per il trattamento dei tumori. Puoi acquistarlo in farmacia o ordinarne la produzione in base a una prescrizione individuale. Prendi il farmaco in 5 gocce, sciogliendoli in 50 millilitri di acqua (meglio di tutti, scongelati).

Rimedio popolare di sfregamento - aconito. Quando si cura il linfoma, è possibile strofinare la colonna vertebrale con aconito. L'area a cui sei esposto dovrebbe essere coperta con un panno di cotone spesso.

Rimedio popolare - un decotto di conifere. Aghi di pino o abete devono macinare, mescolare con 1 cucchiaio di buccia di cipolla e 2 cucchiai di bacche di rosa canina. Strofinare accuratamente questa miscela e mescolare 200 ml della massa risultante con 1 litro di acqua. Far bollire per 1-2 minuti e lasciare fermentare per 12 ore e filtrare. Per curare il linfoma, il decotto che ne deriva viene assunto in 200-400 millilitri al giorno in parti uguali.

Il succo di olivello spinoso è in grado di aiutare nella lotta contro le metastasi. Può essere miscelato con acqua in rapporto 1: 2 e bere in qualsiasi quantità.

Un decotto di boccioli di betulla. La ricetta per il trattamento popolare: 3 cucchiai di miscela di rene con 200 ml di acqua e far bollire per 3 ore a fuoco basso. Scolare il brodo e bere 3 cucchiai 3 volte al giorno lontano dai pasti.

Con l'inizio tempestivo del trattamento, se il linfoma cutaneo è di grado I-II maligno, è spesso possibile ottenere la remissione, cioè prolungare la vita del paziente. In questo caso, malattie intercorrenti o complicazioni nel trattamento di una malattia come il linfoma con rimedi naturali in casa portano alla morte. Se il tumore è stato diagnosticato già nella fase del tumore, quindi la prognosi per il trattamento è molto sfavorevole, la morte può verificarsi già a due anni dopo l'insorgenza della malattia.

http://www.medmoon.ru/bolezni/limfoma_lechenie_narodnymi_sredstvami.html

linfoma

Il linfoma è un gruppo di malattie ematologiche del tessuto linfatico, che sono caratterizzate da un aumento dei linfonodi e danni a vari organi interni, in cui vi è un accumulo incontrollato di linfociti "tumorali".

Linfoma - che cos'è?

In breve, il linfoma è un tumore dei linfonodi. Appartiene a un gruppo di malattie oncologiche che colpiscono le cellule che supportano il lavoro del sistema immunitario e formano nel corpo il sistema linfatico - una rete di vasi attraverso i rami di cui la linfa circola.

Cancro del tessuto linfatico - linfoma, cos'è questa malattia? Quando i linfonodi e vari organi interni iniziano ad aumentare di dimensioni, i linfociti "tumorali" si accumulano in essi in modo incontrollabile. Questi sono i globuli bianchi su cui il sistema immunitario "mantiene". Quando i linfociti si accumulano nei nodi e negli organi, interrompono il loro normale funzionamento. La divisione cellulare allo stesso tempo fuori dal controllo del corpo e l'accumulo di linfociti tumorali continuerà. Questo indica lo sviluppo del cancro, ecco cos'è il linfoma.

Il termine "linfoma maligno" unisce due grandi gruppi di malattie. Il primo gruppo di malattie ha ricevuto il nome di Linfogranulomatosi (malattia di Hodgkin), un altro gruppo comprendeva linfomi non Hodgkin. Ciascuna malattia-linfa in entrambi i gruppi appartiene a una specie specifica. È significativamente differente nelle sue manifestazioni e approcci al trattamento.

La maggior parte delle persone non sa se il linfoma è un cancro o no? Per non affrontarlo personalmente, è necessario conoscere questa malattia dal nostro articolo e applicare misure preventive. Se ci sono motivi per sospettare il cancro dei linfonodi da questi due gruppi di malattie, allora il riconoscimento precoce dei sintomi aiuterà a iniziare il trattamento nelle fasi iniziali.

Al verificarsi di formazioni tumorali da parte dei linfociti, la loro maturazione passa attraverso diverse fasi. Il cancro può svilupparsi in uno qualsiasi degli stadi, motivo per cui il linfoma ha molte forme. La maggior parte degli organi ha tessuto linfoide, quindi il tumore primario può formarsi in qualsiasi organo e linfonodo. Il sangue e la linfa muovono i linfociti con anomalie in tutto il corpo. Se non vi è alcun trattamento, allora a seguito della progressione dell'oncologia, una persona malata può morire.

Sistema linfatico umano

Linfomi semplici, di alta qualità e maligni

I linfomi maligni sono vere neoplasie del tessuto linfoide sistemico. L'insorgenza di linfoma semplice è influenzata da processi reattivi. Il linfoma semplice consiste in un limitato infiltrato con cellule linfoidi. Hanno dei centri di riproduzione della luce pronunciati, come i follicoli linfatici.

Un semplice linfoma si verifica a causa di:

  • processo infiammatorio cronico nei tessuti e negli organi;
  • processi di rigenerazione tissutale linfoide;
  • fenomeni come la linfa stagnante.

Un semplice linfoma si forma quando si verifica un alto grado di tensione immunologica dell'organismo. Il linfoma benigno è una forma intermedia tra linfomi: semplice e onco.

Linfoma di alta qualità, che tipo di malattia? È caratterizzato da una crescita lenta e asintomatica di neoplasie nei linfonodi:

Neoplasie nodose al tatto hanno una trama densa. L'infiammazione cronica può essere un impulso per la crescita del linfoma di alta qualità. L'esame istologico lo caratterizza come un semplice linfoma nell'area polmonare sullo sfondo di una polmonite cronica aspecifica. È impossibile distinguere i seni del LN, poiché il loro posto è preso da tessuto linfoide iperplastico, quindi questo linfoma viene scambiato per un tumore.

Il linfoma oncologico si sviluppa sullo sfondo di una malattia sistemica dell'apparato ematopoietico, a volte è limitato o comune.

Il linfoma nei bambini e negli adolescenti è una malattia inclusa in entrambi i gruppi di tumori maligni. È particolarmente difficile per i bambini avere il linfoma di Hodgkin. Nello studio sull'oncologia pediatrica, sono registrati ogni anno 90 casi di linfomi in pazienti di età inferiore ai 14 anni, 150 casi in pazienti di età inferiore a 18 anni - questo è il 5% dell'oncologia totale di bambini e adolescenti.

I linfomi nei bambini sotto i 3 anni praticamente non si sviluppano. Gli adulti si ammalano più spesso. Tra le 5 forme più comuni di malattia nei bambini, 4 forme appartengono alla classica malattia di Hodgkin.

Questi sono linfomi:

  • non classico, arricchito con linfociti;
  • forme di cellule miste;
  • forme nodulari;
  • con un eccesso di linfociti;
  • con una mancanza di linfociti.

Le principali complicanze del linfoma infantile sono:

  • oncologia cerebrale: cervello e spina dorsale;
  • compressione del tratto respiratorio;
  • sindrome superiore vena cava;
  • sepsi.

Gravi effetti avversi della radioterapia. In un bambino:

  • coscienza confusa;
  • il trattamento è accompagnato da ustioni cutanee;
  • arti indeboliti e mal di testa;
  • a causa di frequenti nausea e vomito, perdita di appetito, il peso è ridotto;
  • appaiono eruzioni cutanee e tumori.

Il corpo del bambino si libererà strenuamente di agenti cancerogeni e prodotti di radioterapia, pertanto si verifica una perdita di capelli attiva. In futuro, i capelli ricresceranno, ma avranno una struttura diversa.

Dopo la chemioterapia possono verificarsi i seguenti effetti negativi:

  • anoressia, nausea, vomito, diarrea e costipazione;
  • ulcere sulle mucose della bocca;
  • con affaticamento e debolezza generale c'è il rischio di una malattia infettiva;
  • midollo osseo danneggiato;
  • i capelli cadono

Classificazione dei linfomi

Il linfoma di Hodgkin e il linfoma non Hodgkin sono due grandi gruppi, compresi i linfomi maligni che si manifestano clinicamente in modi diversi. Il loro corso, la reazione alla terapia, la natura delle cellule tumorali e il trattamento sono diversi. Allo stesso tempo, tutti i tipi di linfomi possono influenzare il sistema linfatico, il cui principale lavoro funzionale è quello di proteggere il corpo dalle malattie infettive.

La struttura del sistema linfatico è complessa. Nei linfonodi viene pulita la linfa di tutti gli organi vitali. Il sistema linfatico consiste nella ghiandola del timo, nelle tonsille, nella milza, nel midollo osseo con la presenza di una vasta rete di vasi linfatici e LN. Grappoli grandi e importanti di linfonodi si trovano nelle ascelle, nella coppia e nella zona del collo. Il numero di cluster è diverso, solo la fossa ascellare ha fino a 50 linfonodi.

Oltre a numerosi tipi di linfoma, la classificazione include anche sottospecie, esplorando quali medici hanno determinato la rapidità con cui i linfomi si stanno sviluppando e sviluppato alcuni schemi per il trattamento dell'oncologia ed eliminandone le cause. Ad esempio, il linfoma che ha colpito le membrane mucose ha origine sullo sfondo del patogeno infettivo Helicobacter pylori, che può causare un'ulcera o una gastrite.

Tuttavia, alcuni tipi di linfoma compaiono per ragioni sconosciute e sviluppano patologie tumorali nel sistema linfatico. Lo stato del sistema immunitario è di grande importanza. Il linfoma può essere provocato (cancro dei linfonodi):

  • sullo sfondo del virus dell'immunodeficienza (HIV) con uso a lungo termine di farmaci che sopprimono il sistema immunitario;
  • trapianto di tessuti e organi;
  • malattie autoimmuni, epatite C.

Il linfoma di Hodgkin colpisce persone sotto i 30 anni di età e dopo 60 anni e dà una prognosi più favorevole. Il tasso di sopravvivenza su 5 anni è di circa il 90%. La prognosi di sopravvivenza dei linfomi non-Hodgkin dipende dalla specie, essi rappresentano circa 60. Il tasso medio di sopravvivenza per 5 anni è del 60%, allo stadio 1-2 - 70-80%, allo stadio 3-4 - 20-30%. I linfomi non Hodgkin sono più comuni e più comuni dopo 60 anni.

Video informativo: linfoma di Hodgkin. La diagnosi nella parte inferiore del vetro

Linfoma primitivo può verificarsi in qualsiasi organo, come il cervello. Quindi i pazienti si lamenteranno di:

  • mal di testa a causa di aumento della pressione intracranica, sonnolenza, nausea e vomito - segni di ipertensione endocranica;
  • convulsioni epilettiche;
  • sintomi di meningite;
  • deterioramento cognitivo;
  • sconfitta dei nervi cranici.

Il linfoma primitivo può colpire anche le cavità sierose, il sistema nervoso centrale, il fegato, il cuore e il cervello durante l'infezione da HIV.

Linfoma secondario si manifesta come risultato di metastasi in qualsiasi organo in cui il flusso sanguigno o linfatico consegna la cellula tumorale.

La classificazione dei linfomi non Hodgkin comprende più di 60 tipi di linfomi. Nei linfomi non Hodgkin, si notano 2 tipi di tumori: B e T - cell.

Il trattamento per loro sceglie diversi, perché vengono nelle seguenti forme:

  1. aggressivo - in rapida crescita e progredendo con la presenza di molti sintomi. Dovrebbero essere trattati immediatamente, il che dà la possibilità di eliminare completamente l'oncologia;
  2. indolente - decorso cronico benigna dei linfomi con un basso grado di malignità. Non è richiesto un trattamento continuo, ma è necessario un monitoraggio costante.

Cause di linfoma

Le cause iniziali della scienza del linfoma non sono note. Nello studio di un gran numero di tossine non ci sono prove convincenti della loro connessione con questo tipo di malattia.

Alcuni ricercatori ritengono che la diagnosi di cause "linfoma" debba essere ricercata nell'esposizione a lungo termine a insetticidi o pesticidi. La maggior parte degli scienziati è certa che con la diagnosi di linfoma, le cause della malattia si manifestano in una netta diminuzione dell'immunità da infezioni virali e farmaci a lungo termine.

Ci sono altri possibili fattori che influenzano negativamente il sistema immunitario: le malattie autoimmuni, il trapianto di organi e tessuti con attivazione prolungata del sistema immunitario creano condizioni favorevoli per lo sviluppo del linfoma. Con il trapianto di organi come fegato, reni, polmoni e cuore, è possibile un conflitto tra il trapianto e il corpo del paziente, cioè è possibile una reazione di rigetto. I farmaci a lungo termine utilizzati per prevenire i conflitti possono aggravare il sistema immunitario.

L'AIDS riduce l'immunità a causa dell'infezione da virus linfocitario, quindi i pazienti con la presenza del virus hanno maggiori probabilità di avere il cancro dei linfonodi. Se una persona è infettata da un virus linfotropico a cellule T (tipo 1), si sviluppa un linfoma a cellule T aggressivo. Recenti studi hanno dimostrato che il virus dell'epatite C aumenta il rischio di linfoma.

Linfoma: segni di malattia

I primi segni di linfoma negli adulti sono caratterizzati da un aumento dei linfonodi del collo, dell'inguine e delle ascelle. Ma ci possono essere altri sintomi di linfoma:

  • tessuto polmonare affetto - ci sono manifestazioni di dispnea, tosse e compressione della vena cava superiore: la parte superiore del corpo si gonfia e la respirazione è difficile;
  • il linfoma si sviluppa nel peritoneo, i sintomi appaiono come sensazione di pesantezza nell'addome, gonfiore e dolore;
  • i linfonodi inguinali sono ingranditi, quindi questi primi segni di linfoma accompagnano il gonfiore delle gambe.

Se si sospetta il cancro del linfoma, i sintomi si manifestano con cefalea persistente e grave debolezza, che indica danni al cervello e al midollo spinale.

Con la diagnosi di "linfoma", i sintomi di intossicazione generale sono caratterizzati da eccessiva sudorazione notturna, improvvisa perdita di peso e disturbi digestivi. Senza una causa, la temperatura nel linfoma aumenterà a 38 ° C e più in alto.

Se si sospetta un linfoma cutaneo, i sintomi sono i seguenti:

  • cambiamenti nella formula del sangue;
  • aumentano le LU regionali;
  • gli organi interni sono coinvolti nel processo di germinazione dei tumori secondari durante metastasi agli stadi 2-4;
  • Pelle costantemente pruriginosa, fino a graffi e ascessi dopo l'infezione;
  • la pelle soffre di eruzioni polimorfe.

Diagnosi di linfoma

  • biopsia durante la rimozione chirurgica della LU affetta o altra lesione con esame immunoistochimico simultaneo al fine di stabilire la variante della malattia;
  • determinazione del linfoma e sua distribuzione nella LU o in altri organi mediante peritoneo ad ultrasuoni, radiografie dello sterno;
  • CT più accurata e PET-CT innovativa.

Se la sintomatologia sospettava il linfoma di Hodgkin, come diagnosticare? È necessario condurre una diagnosi differenziale con linfomi delle cellule B e T dalla categoria delle grandi cellule. Per confermare la diagnosi, lo stadio e la scelta della terapia adeguata:

  1. Secondo la storia, chiariscono i sintomi dell'intossicazione: febbre, sudore abbondante, perdita di peso;
  2. esaminare attentamente il paziente, palpare: tutte le LU periferiche (compresa la succlavia, il gomito e il popliteo), la cavità addominale con il fegato, la milza e l'area della LU retroperitoneale e iliaca;
  3. condurre una puntura e un esame citologico della LU per determinare il nodo interessato, l'accuratezza della biopsia e lasciare il piano per l'esame e il trattamento;
  4. condurre una biopsia adeguata della LU affetta e successiva ricerca morfologica e immunofenotipica.

Importante sapere! In casi controversi, viene eseguito uno studio immunofenotipico del linfoma di Hodgkin. Mediastinotomia parestea o laparotomia, nonché chirurgia endoscopica, vengono eseguite se le LU mediastiniche o intraperitoneali sono isolate in isolamento. Non ci sono criteri clinici che stabiliscono il linfoma di Hodgkin. Pertanto, la verifica istologica dovrebbe sempre essere eseguita se si sospetta il linfoma di Hodgkin. Questo linfoma è chiaramente visibile sulla fluorografia, sebbene non sia possibile vedere il quadro completo dei cambiamenti nel tessuto polmonare e nella LU del mediastino.

In condizioni di laboratorio, viene esaminato un esame emocromocitometrico completo, i linfociti vengono studiati nel linfoma per determinarne il numero e la conta dei leucociti. Determinare il livello di emoglobina, piastrine e ESR. Vengono presi campioni biochimici per determinare il livello di fosfatasi alcalina e idrogenasi di lattato, indicatori di funzionalità epatica e renale.

È obbligatorio:

  1. Radiografia del torace nelle proiezioni: diritta e laterale.
  2. CT per la rilevazione di: mediastinal LU, invisibile sulla radiografia, LU patologica multipla del mediastino, piccoli focolai nei tessuti dei polmoni e tumori germinativi nei tessuti molli dello sterno, della pleura e del pericardio.
  3. Linfoma - diagnosi di ecografia LU: all'interno del peritoneo e dietro di esso, la milza e il fegato confermano o escludono una lesione in questi organi e tessuti. Per lo stesso scopo, gli LN dubbi vengono esaminati sugli ultrasuoni dopo la palpazione ed è particolarmente importante applicare gli ultrasuoni in punti in cui è difficile eseguire la palpazione - sotto la clavicola e schz.
  4. Diagnostica dei radionuclidi per rilevare le lesioni subcliniche del sistema scheletrico. Quando si lamenta dolore alle ossa, viene eseguito un esame radiografico, soprattutto se coincide con le zone di accumulo patologico dell'indicatore. L'uso di citrato di gallio (64Ga) nella scintigrafia di LU conferma la loro sconfitta. Questo metodo è importante dopo la fine del trattamento, poiché è possibile rilevare una recidiva precoce. Allo stesso tempo, vengono rilevate inizialmente grandi dimensioni dell'accumulo dell'indice mediastinale nella LU mediastinica residua.
  5. Trepanobiopsia (bilaterale) dell'Ilium - per confermare o escludere lesioni specifiche del midollo osseo.
  6. Fibrolaryngoscopy e biopsia delle strutture alterate - per accertare il danno all'anello di Valdeyer. Una biopsia delle tonsille e una diagnosi differenziata con linfomi di altre forme vengono eseguite se le tonsille sono spesso colpite. La risonanza magnetica è preferibile per condurre una lesione del sistema nervoso centrale.
  7. PET - tomografia ad emissione di positroni con l'isotopo di breve durata 2-1fluoro-18, fluoro-2-deossi-D-glucosio (18F-FDG), come radiofarmaco, per chiarire prima del trattamento la quantità di danno e il numero e la posizione delle lesioni subcliniche. Il PET conferma la completezza della remissione e predice una ricaduta con le masse tumorali residue.

Per quanto riguarda la laparotomia diagnostica con splenectomia, viene eseguita per i pazienti ai quali verrà prescritta la radioterapia radicale. Allo stesso tempo c'è una revisione dei linfonodi all'interno del peritoneo e dietro di esso.

Linfoma stadio e prognosi

Se il linfoma è confermato, le fasi aiuteranno a determinare l'entità del cancro. Tali informazioni importanti vengono prese in considerazione quando si sviluppa un regime di trattamento o un programma. Prendono in considerazione non solo gli stadi del linfoma, ma anche il suo tipo, i risultati di studi molecolari, immunologici, citogenetici, l'età e le condizioni del paziente e le patologie acute e croniche di accompagnamento.

Ci sono 4 fasi del cancro dei linfonodi: II, II, III e IV. Aggiungendo le lettere A o B al numero, si può capire che le complicazioni importanti accompagnano il linfoma: febbre, sudorazione notturna grave e perdita di peso o nessun sintomo. La lettera A indica l'assenza di sintomi, la lettera B - conferma la loro presenza.

Le località (locali, limitate) sono considerate come 1a, 2a, comune - 3a e 4a tappa.

  1. Il primo stadio - una zona di linfonodi è coinvolta nel processo di linfoma. Il trattamento in questa fase produce risultati positivi del 98-100%.
  2. Il secondo stadio del linfoma - due o più aree dei linfonodi su un lato del diaframma - lo strato muscolare, diviso per il torace con la cavità addominale - sono coinvolti nel processo. Linfoma di stadio 2, la prognosi promette quasi il 100% di guarigione se le metastasi sono assenti.
  3. Linfoma di stadio 3: esiste una prospettiva di guarigione se la malattia non si è diffusa in tutto il corpo e viene fornito un trattamento adeguato. Linfoma di stadio 3 può diffondersi nel peritoneo, nel sistema nervoso centrale e nel midollo osseo. I linfonodi sono interessati da entrambi i lati del diaframma. Fase 3 del linfoma, la prognosi per il recupero entro 5 anni è del 65-70%.
  4. Lymphoma last, stage 4: i sintomi appaiono i più aggressivi. Forse lo sviluppo del cancro secondario dei linfonodi, sugli organi interni: cuore, fegato, rene, intestino, midollo osseo, poiché il linfoma in stadio 4 attivamente metastatizza, diffondendosi attraverso il sangue e le cellule linfatiche della oncell.

Linfoma di stadio 4: per quanto tempo vivono?

Spesso viene posta una domanda del genere, ma nessuno oserà dare il numero esatto di anni, poiché nessuno lo sa. Tutto dipende dallo stato delle difese del corpo, che combatte contro l'oncologia e l'intossicazione dopo i farmaci utilizzati. Dopo l'uso di moderne tecniche intensive, il linfoma di stadio 4 di Hodgkin - la prognosi per 5 anni dà un risultato incoraggiante per il 60% dei pazienti. Sfortunatamente, una ricaduta si verifica nel 15% dei bambini e degli adolescenti, gli anziani.

Una buona prognosi per il linfoma è dopo il trattamento di un tumore non-Hodgkin, fino al 60% per 5 anni. Se viene diagnosticato un linfoma sulle ovaie, sul sistema nervoso centrale, sulle ossa, sul seno, l'aspettativa di vita potrebbe non raggiungere i 5 anni. Tutto dipende dalla forma del linfoma e dal grado della sua malignità.

Quante persone vivono con linfoma di forme non Hodgkin:

  • più del 70% dei pazienti - entro 4-5 anni con un tumore a cellule B della zona marginale (milza), linfomi MALT (malattie delle mucose), tumori follicolari (malattie della LU di bassa neoplasia);
  • meno del 30% dei pazienti con forme aggressive: linfoma a cellule T linfoblastiche e a cellule T periferiche.

Se la neoplasia è alta, quindi con remissione completa, il tasso di sopravvivenza per 5 anni è del 50%, con una remissione parziale solo del 15%.

Leucemia linfatica cronica, linfoma linfocitico / linfoma di piccoli linfociti - la prognosi è favorevole, fino al 90-92%. Le cellule di linfoma derivano dallo stesso tipo di linfociti e si sviluppano con meccanismi simili, procede lentamente e ben percepiscono il trattamento. Tuttavia, nel 20% dei casi, il linfoma di piccoli linfociti diventa resistente alla terapia. Si trasforma in un linfoma diffuso a grandi cellule B e diventa aggressivo. Tale trasformazione è chiamata sindrome di Richter. È difficile da trattare. Se la trasformazione avviene 5 anni dopo (o più) dopo la diagnosi, aumentano le probabilità di sopravvivenza.

Trattamento del linfoma maligno

Radioterapia per linfoma

L'uso della radioterapia agli stadi I e II (30-50 Gy per sito) offre una sopravvivenza esente da recidive a 10 anni dal 54% all'88% dei pazienti. I pazienti con linfoma non Hodgkin vengono irradiati dall'esterno utilizzando fonti ad alta energia. Per i pazienti nei primi due stadi, la radioterapia spesso diventa il metodo principale di trattamento, ma una cura completa per il linfoma si verifica con l'uso della terapia di combinazione, che comprende: la chemioterapia e la radioterapia.

La radioterapia viene utilizzata come trattamento palliativo (che facilita temporaneamente) le lesioni del midollo spinale e del cervello. I raggi riducono il dolore quando si schiacciano le terminazioni nervose.

Per quanto riguarda le tattiche di attesa prima dell'inizio dei sintomi di intossicazione o progressione, non tutti gli oncologi e persino i pazienti condividono questo approccio. Sebbene le raccomandazioni cliniche di ESMO (2003) suggerissero che è consigliabile attendere le tattiche dopo il trattamento iniziale.

Effetti collaterali dell'irradiazione

Complicazioni dopo l'irradiazione si verificano:

  • sulla pelle - piccoli cambiamenti;
  • sulla pelle - piccoli cambiamenti;
  • sulla zona del peritoneo - enteropatia e indigestione;
  • sullo sterno: possibili danni al tessuto polmonare e difficoltà di respirazione;
  • aree polmonari - possibile sviluppo del cancro con la stessa localizzazione e difficoltà di respirazione (specialmente nei fumatori);
  • cervello - mal di testa e disturbi della memoria anche 1-2 anni dopo l'irradiazione;
  • debolezza, perdita di forza.

È importante! Gli effetti collaterali della chemioterapia sono sempre aggravati dopo l'applicazione della radiazione.

Chemioterapia per linfoma

Il linfoma è trattabile nella pratica russa?

Le cliniche iniziano il trattamento del cancro dei linfonodi con la chemioterapia, specialmente negli stadi III - IV in presenza di grandi masse tumorali. Vengono utilizzati agenti mono-alchilanti, vincaalcaloidi (agenti antineoplastici di origine vegetale con Vinblastina e Vincristina) o LOPP e COP combinati.

La chemioterapia combinata per il linfoma aumenta il tasso di risposta e il periodo libero da recidive, ma questo non influenza la sopravvivenza globale con una mediana di 8-10 anni. La chimica con il trapianto di cellule staminali può dare risultati contrastanti anche con remissioni molecolari.

Se viene rilevato un linfoma indolente (stadio I-II follicolare), come trattarlo? Il metodo progressivo è l'introduzione del farmaco allo stadio 3-4 di anticorpi monoclonali - MabThera (Rituximab). Induce fino al 73% delle risposte in monoimmunoterapia. Il tempo mediano per la progressione è di 552 giorni. Quando forme refrattarie primarie e recidive si verificano nel 50% della remissione prolungata.

In base all'esperienza domestica e straniera, Mabter ha iniziato a utilizzare il farmaco con la chemioterapia (CHOP) per il trattamento dei linfomi non-Hodgkin indolenti. Sono in corso ulteriori studi su questa associazione e la chemioterapia ad alte dosi viene utilizzata per il linfoma con trapianto di cellule staminali o autotrapianto di midollo osseo come metodo che aumenta la durata di vita dei linfomi. Sono ancora considerati fondamentalmente incurabili (incurabili), nonostante il loro lento sviluppo.

La chemioterapia per linfoma follicolare non Hodgkin, grado 1-2, con il farmaco ricombinante Alfainterferon aumenta la sopravvivenza e la durata se questa citochina viene utilizzata per un lungo periodo - 12-18 mesi. Questo algoritmo non si applica ai linfomi MALT rari che colpiscono lo stomaco. Qui, è necessario lo sradicamento dell'infezione con antibiotici, bloccanti H2, recettori, bismuto colloidale e farmaci antiprotozoari. Solo i casi resistenti richiedono chemioterapia standard per NHL indolente o aggressivo.

Il trattamento standard per un gran numero di forme di linfoma aggressivo delle cellule B è considerato la chemioterapia combinata con il programma CHOP (HAZOR), che consiste in 6-8 cicli. Due cicli vengono eseguiti dopo aver raggiunto la remissione completa a intervalli di 3 settimane. Aumentare l'efficacia del programma CHOP al 75-86% delle remissioni complete, riducendo l'intervallo tra i cicli a 2 settimane. Ma nei giorni senza chimica, il paziente è supportato da fattori stimolanti le colonie G, CSF o GM, CSF.

Queste tattiche non sono utilizzate per trattare il linfoma particolarmente maligno dalle cellule del mantello, uno dei NHL aggressivi delle cellule B. La sopravvivenza mediana dopo l'uso della chemioterapia nell'ambito del programma CHOP è di 2 anni. Promettono di migliorare i risultati del trattamento di sessioni aggressive di NHL di chimica combinata con trapianto di cellule staminali, trapianto di midollo osseo autologo e allogenico, se fin dall'inizio è stato utilizzato un regime con alte dosi di chimica. La chimica può essere integrata con l'immunoterapia con Rituximab e polichemioterapia utilizzando il programma Hyper, CVAD - 1 con l'aggiunta di iperfrazioni di Ciclospan, Doxorubicina, Vincristina e grandi dosi di Cytrabine e Metotrexato.

È molto più difficile sviluppare principi generali di trattamento dei linfomi a cellule T con indolenza e aggressività rispetto ai linfomi a cellule B, poiché hanno una varietà di morfologia, clinica e così via. varianti extranodali ed eterogeneità all'interno della stessa localizzazione nell'organo. Ad esempio, i linfomi cutanei primitivi a cellule T sono indolenti. Il loro trattamento, oltre alla rara leucemia linfocitica cronica a cellule T / leucemia pro-linfocitica a cellule T (TCLL / PLL), è ridotta al trattamento del NHL cutaneo primitivo, inclusa la micosi fungina o la sua variante - Sindrome di Sazari.

Il trattamento del linfoma della micosi fungina in diverse fasi differisce:

  • Nella fase IA (T1N0M0) utilizzare i metodi locali:
  1. PUVA - terapia - irradiazione ultravioletta a onda lunga con presenza di un fotosensibilizzatore e somministrazione intraorale di una soluzione acquosa a bassa concentrazione di embihin (mustargen, clormetina);
  2. BCNU (Carmustine);
  3. irradiazione di elettroni.
  • Alle fasi IB e IIA (T2N0M0 e T1-2N1M0) e in IIB (T3N0-1M0) e successivamente, la terapia è integrata con le somministrazioni a lungo termine di Alfainterferon. Oppure, il trattamento viene effettuato con un attivatore selettivo di ripetitori X retinoidi - Bexaroten o una preparazione di tossina difterica ricombinante (con espressione CD25) e Interleukina, 2 (IL, 2) di Dennleukin diffitox, come mezzo che ha un effetto turistico-azione.
  • Alle fasi III e IV viene eseguita la terapia citostatica e vengono utilizzati Prospidin, antimetaboliti purinici - Fludara, Kladribin, Pentostatina (con sindrome di Sesari), Gemcitabina o chemioterapia combinata nell'ambito del programma CHOP.

Se possibile, usare alte dosi di chimica con trapianto allogenico di midollo osseo.

I principi di trattamento delle principali forme aggressive di NHL a cellule T potrebbero non essere identici. Il linfoma periferico delle cellule T, che è ancora più maligno del linfoma B, è trattato negli stadi I - III con chemioterapia combinata standard utilizzando il programma CHOP o Bleomycin e Natulan sono aggiunti a CHOP, il che dà un buon risultato. Alla fase IV, questo approccio o il programma VASOR è meno efficace, la risposta sta peggiorando.

Il linfoma angioimmunoblastico a cellule T (linfoadenopatia angioimmunoblastica) può dare una buona risposta - il 30% delle remissioni complete dopo l'uso di una terapia con corticosteroidi, a volte con l'aggiunta di Alfinterferon. Ma la chemioterapia combinata dà una risposta due volte più alta, quindi sarebbe preferibile il programma COPBLAM in combinazione con Etoposide.

In forme extranodali, questi 2 sottotipi di linfoma a cellule T sono trattati con una chimica ad alto dosaggio e trapiantati con cellule staminali o midollo osseo. Questo è il trattamento principale per loro e per il NHL anaplastico delle cellule T-large, poiché è altamente sensibile alla chimica standard, agli steroidi e ai linfomi a cellule B aggressivi.

L'uso della citochina Alfainterferon in monoterapia con NHL di cellule T aggressive non ha effetto anche se combinato con la chimica. L'irradiazione nei linfomi aggressivi delle cellule T, come trattamento ausiliario, viene applicata alle lesioni localizzate se:

  • grandi fuochi e non completamente irradiati;
  • focolai extranodali primari nella pelle, nello stomaco, nel testicolo, nel SNC.

NHL cellulari altamente aggressivi sono trattati come linfoma di Burkitt, le cellule T sono trattate come linfoma linfoblastico, utilizzando la terapia utilizzata per la leucemia linfoblastica acuta, la chemioterapia combinata standard con CHOP o CHOP + asparaginasi e la prevenzione del SNC (si applica metadrexato intratecale). Allo stesso tempo, viene prima effettuata l'induzione, quindi il consolidamento della remissione e la terapia di mantenimento a lungo termine.

Il linfoma di Burkitt di qualsiasi stadio e localizzazione viene trattato con una chimica combinata eseguita secondo gli algoritmi della leucemia linfatica acuta con contemporanea prevenzione delle lesioni del SNC (il cervello non è irradiato). Oppure eseguire un trattamento come per il linfoma linfoblastico a cellule T.

La chimica combinata (per bambini e adulti) include:

  • Ciclofosfamide o Ciclofosfamide + Ifosfamide (modalità alternata);
  • Ciclofosfamide + Metotrexato ad alte dosi;
  • Ciclofosfamide + antracicline;
  • Ciclofosfamide + vincristina;
  • Ciclofosfamide + farmaci - epipodofillotossine (VM, 26) e citarabina.

A volte, le tattiche mediche sono limitate dalla chemioterapia con Ciclofosfamide in dosi elevate - 1-3-8 g / m² e Metotrexato in dosi moderate (sistemiche o intratecali con Citarabina).

Il mantenimento di una chimica ad alte dosi con l'autotrapianto di midollo osseo o con fattori stimolanti le colonie non ha senso a causa di scarsi risultati. Nelle lesioni intracerebrali e nel coinvolgimento testicolare, è molto difficile prescrivere la radioterapia per ottenere una combinazione chimica ottimale, nella speranza di migliorare i risultati del trattamento. La stessa cosa accade quando vengono eseguite resezioni palliative di grandi masse tumorali, che, inoltre, ci impedisce di iniziare immediatamente la chemioterapia.

Le ricadute si verificano anche quando si raggiunge una completa remissione dopo la chemioterapia in tutte le varianti di NHL: indolente, aggressiva e molto aggressiva.

Un periodo senza recidiva può durare da diversi mesi a diversi anni, a seconda del grado di malignità del NHL e dei fattori prognostici sfavorevoli, compresi gli indicatori di IIP.

Complicazioni dopo la chemioterapia

Gli effetti della chemioterapia sul linfoma sono dovuti al fatto che il cancro normale viene distrutto insieme alle cellule tumorali. Cellule particolarmente danneggiate rapidamente, quelle che si dividono rapidamente nel midollo osseo, nella mucosa orale e nel tratto gastrointestinale, i follicoli piliferi nel cuoio capelluto.

Le dosi totali e totali di farmaci e la durata della chimica influenzano la gravità degli effetti collaterali. Allo stesso tempo appaiono:

  • ulcere sulle mucose;
  • alopecia;
  • aumenta la suscettibilità alle infezioni con un livello ridotto di globuli bianchi;
  • il sanguinamento si verifica quando c'è una carenza di piastrine;
  • affaticamento - con una mancanza di globuli rossi;
  • appetito perso

In caso di linfomi di grandi dimensioni, a causa dei rapidi effetti della chimica, può verificarsi la disintegrazione del tumore - sindrome di lisi. I prodotti di decadimento delle cellule tumorali attraverso il sangue entrano nei reni, nel cuore e nel sistema nervoso centrale e ne compromettono la funzione. In questo caso, al paziente viene prescritto un grande volume di liquidi e il trattamento del linfoma con soda e allopurinolo.

Per evitare che la chimica antitumorale danneggi direttamente i principali organi vitali e non si verifichi la leucemia tumorale, vengono utilizzate moderne misure preventive:

  • farmaci antiemetici;
  • antibiotici;
  • fattori di crescita che stimolano la produzione di leucociti;
  • farmaci contro virus e funghi

Finché l'immunità non acquisisce la sua forza, è necessario evitare complicazioni infettive eseguendo semplici misure preventive:

  • i pazienti devono indossare maschere di garza e il personale ospedaliero indossa maschere e guanti sterili;
  • lavarsi accuratamente le mani, così come frutta e verdura portate al paziente;
  • evitare il contatto con i bambini - portatori di infezioni.

Linfoma - trattamento dopo ricaduta

La recidiva precoce dei linfomi inizia 6 mesi dopo la fine del trattamento. Ciò richiede un cambiamento nella chemioterapia. Se il grado di malignità è basso, passano a programmi di trattamento per linfomi aggressivi, ad esempio, cambiano il programma COP, Lukheran o Cyclophosphan a CHOP o antracicline. Se non c'è risposta, vai agli schemi di chimica combinata con Mitoksantronom, Fludara, Etoposide, Citarabina e Asparaginasi.

Se la recidiva con il linfoma è tardiva e si è verificata un anno o più dopo il trattamento iniziale, i regimi di trattamento possono essere ripetuti per linfomi indolenti e aggressivi. Se la recidiva si verifica in linfoma di grandi dimensioni B dopo antracicline contenenti programmi di prima linea, viene eseguita qualsiasi modalità di "salvataggio" di chemioterapia, quindi la chemioterapia ad alte dosi e il supporto ematopoietico vengono somministrati utilizzando cellule ematopoietiche a stelo periferico, compresa l'irradiazione della zona iniziale della lesione o del tipo di iceberg.

Se si ottiene solo una parziale remissione dopo la chimica di prima linea e non vi sono focolai positivi dopo i primi cicli di terapia standard, il programma viene modificato. È coinvolta una terapia intensiva di "salvezza", incluso il trapianto di midollo osseo, l'immunoterapia con anticorpi monoclonale anti-linfocitaria: Rituximab, Mabter. In monoterapia nel 50% dei pazienti, indicano remissioni a lungo termine, ma non impediscono le recidive.

La prima linea di NHL senza il rischio di complicanze può essere trattata con una combinazione di Rituximab e chimica combinata nell'ambito del programma CHOP o Fludara e Mitoxantrone.
È importante sapere Con le recidive locali e le forme refrattarie primarie di NHL, le radiazioni possono essere più promettenti per il trattamento rispetto alla ricerca di un regime chemioterapico efficace.

Trattamento dei rimedi popolari linfoma

Se il linfoma è confermato, il trattamento con i rimedi popolari è incluso nella terapia generale e utilizzato come profilassi. Per ridurre gli effetti collaterali dell'irradiazione e della chimica dei mezzi di nutrizione antitumorale, preparare decotti, tinture e tinture. Ampiamente usato: bacche di goji, funghi: chaga, reishi, meytake, shiitake e cordyceps. Sono venduti freschi da persone che li coltivano a casa. In forma secca vengono venduti nelle farmacie e nei negozi al dettaglio nei mercati.

Poiché l'oncologia può essere imprevedibile, come il linfoma, il trattamento con rimedi popolari deve essere coordinato con l'oncologo. Ad esempio, il trattamento del linfoma con soda per facilitare la terapia complessa, il reintegro di sangue con alcali, per renderlo più liquido e meno acido, scienziati, chimici e ricercatori raccomandano di espellere funghi dal corpo: il professor Neumyvakin, Otto Warburg, Tulio Simoncini. I medici tedeschi e cinesi sono d'accordo con loro: hanno condotto diversi studi per determinare l'effetto del bicarbonato sui malati di cancro.

È importante! Nonostante l'opinione degli scienziati, il trattamento del linfoma stesso, a sua discrezione, non può essere effettuato.

Il trattamento del linfoma con i rimedi popolari comprende prima e dopo la chemioterapia o la radioterapia. L'uso di erbe e piante nell'articolo "Trattamento del cancro intestinale con rimedi popolari", nonché materiale interessante e utile sul trattamento del cancro con i rimedi popolari, è ben descritto nella sezione "Medicina tradizionale per il cancro".Per ridurre l'intossicazione del corpo e aumentare l'immunità, è possibile utilizzare le ricette di questi articoli in consultazione con l'oncologo.

Nutrizione, dieta

Un ruolo importante è svolto dalla nutrizione durante la chemioterapia del linfoma. Deve essere ipercalorico per compensare l'energia spesa dal corpo nella lotta contro il cancro e il recupero dopo la chimica e le radiazioni.

Una dieta per la chemioterapia del linfoma dovrebbe migliorare la qualità della vita con bassa immunità, eliminare la perdita di peso drastica e le malattie infettive. Vale a dire:

  • riprendere la perdita di appetito nella dieta chimica.

Ogni 2-3 ore dovrebbe mangiare senza eccessi e senza fastidiosi sentimenti di fame. Ciò elimina i panini asciutti "in fuga";

  • il cibo deve essere preparato al momento

Per eliminare la nausea e per una migliore digestione del cibo, è necessario abbandonare cibi grassi e fritti, affumicati, salati, pepe, conservanti, sottaceti, formaggi con muffe, fast food, shawarma, hot dog, chebureks, ecc.

È possibile bollire, cuocere al forno o carne a vapore e piatti a base di pesce, latte pastorizzato, capra, casseruole di cagliata, gnocchi, musa, ecc;

  • lo zucchero è sostituito dal miele.

Se non c'è allergia al miele e ai prodotti a base di miele, si consiglia di bere un bicchiere d'acqua con miele e polline al mattino (1 cucchiaino). Tè, succo di frutta, frutta in umido, si consiglia l'uso di gelatina con miele (a piacere). Se c'è un'allergia, quindi limitare la quantità di zucchero.

Gli onco-tumori si sviluppano attivamente in ambiente carboidrato (dolce). Ma non è consigliabile escludere completamente i carboidrati, perché gli oncociti riempiranno l'energia dei muscoli e di altri tessuti molli, indebolendo il corpo;

  • l'acqua rimuove le tossine.

L'acqua (senza gas) nella quantità di 1,5-2 litri / giorno riduce il carico tossico sul sistema urinario. Composte, tè con latte, brodi, zuppe, gelatina - questo è considerato cibo. Il tè verde non è raccomandato per bere - elimina le proprietà dei prodotti chimici;

  • le bevande alcoliche sono escluse.

Alcool: birra, vodka, vini dolci fortificati aggiungono tossine a un corpo indebolito. Tuttavia, i dottori consigliano di usare 50 millilitri di vino rosso naturale tra corsi di trattamento;

  • vitamine per l'immunità.

Le vitamine nel linfoma supportano il lavoro del sistema immunitario e distraggono le malattie infettive. La maggior parte delle vitamine può essere trovata in verdure fresche, bacche e frutta. In inverno sono preferibili i frutti secchi, ma devono essere accuratamente lavati e pressati con le composte;

  • i prodotti di farina danno forza.

La pasta dura in forma bollita stimola sempre l'appetito, se si aggiungono pesce magro bollito o pesce al forno, insalata di verdure con succo di limone al posto del burro. Il pane deve essere fresco Da rotoli, dolci, torte con la presenza di crema, glassa, ripieni grassi dovrebbero essere abbandonati.

Il cibo dopo la chemioterapia per il linfoma dovrebbe anche provenire da ingredienti freschi. Ridurre le calorie o non può essere aumentato. Se la nausea interferisce con l'appetito, il corpo può entrare in modalità di risparmio. Quindi - perdita di peso e ridotta immunità. Per escluderlo, è necessario:

  • "Stuzzica l'appetito" all'aria aperta e riempie le tue calorie con noci, miele, cioccolato o panna acida fresca;
  • mangiare cibo caldo, escluso caldo e freddo;
  • acqua e altri liquidi alimentari: composta, gelatina, cocktail di frutta, succo di bevanda 30-60 minuti prima di un pasto o 1,5 ore dopo;
  • masticare bene il cibo, poiché l'assorbimento del succo inizia nella bocca (sotto la lingua);
  • distinguere il cibo grossolano da verdure e frutta crude;
  • in presenza di diarrea, consumare più porridge di cereali, in particolare riso, minestre strofinate, uova;
  • cuocere i cibi a bagnomaria, tritarli e pulirli il più possibile per ridurre gli effetti sulle pareti dell'apparato digerente.

Linfoma - trattamento con immunoterapia (bioterapia)

Con una diminuzione dell'immunità, il corpo non può più produrre sostanze protettive, quindi vengono utilizzate durante l'immunoterapia. Distruggono le cellule dei linfomi e rallentano la loro crescita, attivano il sistema immunitario per combattere il linfoma.

I leucociti producono ormoni per combattere le infezioni. Sostanza simile agli ormoni - L'interferone di vario tipo sospende la crescita delle cellule e riduce il linfoma. È usato in combinazione con farmaci chemioterapici.

Gli effetti collaterali nel trattamento dell'interferone compaiono:

  • aumento della fatica;
  • febbre;
  • brividi, mal di testa;
  • attacchi dolorosi alle articolazioni e ai muscoli;
  • cambiamento di umore.

Gli anticorpi monoclonali sono prodotti dal sistema immunitario per combattere le malattie infettive. Tali anticorpi monoclonali sono prodotti nei laboratori e usati per uccidere le cellule di linfoma.

Trattamento chirurgico del linfoma

Alcuni tipi di linfomi, come il tratto gastrointestinale, richiedono un trattamento chirurgico parziale. Ma ora gli interventi chirurgici sostituiscono o integrano altri metodi di trattamento.

Viene utilizzata una laparotomia: un'operazione chirurgica in cui viene tagliata la parete addominale per accedere agli organi del peritoneo. Lo scopo della laparotomia influisce sulla dimensione dell'incisione. Per condurre uno studio microscopico sull'oncologia tissutale attraverso un'incisione, vengono prelevati campioni di organi e tessuti.

Trattamento con midollo osseo e trapianto di cellule staminali periferiche

Se la terapia standard non produce l'effetto atteso, il trapianto di midollo osseo o di cellule staminali periferiche viene utilizzato per i linfomi. Allo stesso tempo, vengono utilizzate alte dosi di preparati chimici per distruggere le cellule tumorali resistenti.

Il trapianto viene eseguito da midollo osseo autologo (dal paziente) e allogenico (dal donatore) o periferico. Il trapianto autologo non viene eseguito in caso di danni al midollo osseo o alle cellule di linfoma del sangue periferico.

Le cellule staminali periferiche o il midollo osseo vengono prelevati da un paziente prima che la chemioterapia intensiva o le radiazioni vengano avviate. Quindi, dopo il trattamento, ritornano al paziente per ripristinare il conteggio del sangue. I leucociti aumentano dopo 2-3 settimane, in seguito - piastrine e globuli rossi.

Trapianto di midollo osseo

Dopo il trapianto di midollo osseo o di cellule staminali periferiche, possono verificarsi complicanze precoci o tardive o effetti collaterali. Gli effetti iniziali sono gli stessi di quando si prescrivono alte dosi di chimica. Funzioni avanzate:

  • dispnea con danni da radiazioni ai polmoni;
  • infertilità delle donne a causa di ovaie danneggiate;
  • danno alla tiroide;
  • lo sviluppo della cataratta;
  • danno alle ossa, che causa necrosi asettica (senza infiammazione);
  • sviluppo della leucemia.

Trattamento della leucemia linfatica cronica

La leucemia linfatica cronica e il linfoma a piccole linfociti sono considerati come manifestazioni diverse della stessa malattia, il trattamento è richiesto da specifiche lesioni della pelle. Linfoma linfocitario di piccole dimensioni - linfoma leucocitario (LML) o leucemia linfatica cronica (CLL) si trova nella struttura di tutti i linfomi, quindi se si sviluppa una malattia, può competere con il linfoma a grandi cellule B più frequente.

Le cellule CLL e LML non differiscono, derivano dallo stesso tipo di linfociti e si sviluppano quasi allo stesso modo. Tuttavia, le cellule CLL vengono rilevate nel sangue e nelle cellule LML, prima nei linfonodi. Le cellule CLL hanno origine nel midollo osseo e la LML diventa generalizzata e coinvolge solo il midollo osseo.

Con lo sviluppo a lungo termine, LML è suscettibile di terapia. I primi 1-2 anni, i pazienti non hanno bisogno di terapia, quindi usano il trattamento citostatico. Quindi, è possibile la trasformazione istologica della LML in linfoma aggressivo a grandi cellule B (sindrome di Richter) o linfoma di Hodgkin. Come il linfoma follicolare, è poco curabile: la mediana della sopravvivenza senza remissione è di 8-10 anni.

I sintomi possono manifestare un aumento mensile della leucocitosi linfatica. Innanzitutto, aumentano la cervicale, poi la LU ascellare e altri gruppi. La milza sarà normale o leggermente ingrandita. Leucocitosi per molti anni sarà inferiore a 20x109 / l. La proliferazione linfatica nodulare nel midollo osseo sarà trascurabile. Quindi sulla pelle in pazienti con B-CLL, sono possibili manifestazioni di lesioni stafilococciche e virali.

Lesioni cutanee specifiche secondarie completano la generalizzazione del processo tumorale: punti infiltrati, placche e nodi, spesso sul corpo, estremità prossimali e faccia.

Schemi di trattamento per linfomi maligni

I blocchi 1-4 rivelano regimi di trattamento in accordo con lo stadio della malattia e lo stato funzionale del paziente.

Blocco 1. Schemi di chemioterapia raccomandati per CLL senza del (11q) e del (17 p)

Blocco 2. Regimi chemioterapici raccomandati di CLL senza del (11q) e del (17 p) - per recidiva o refrattarietà alla terapia

Blocco 3. Schemi di chemioterapia consigliati per CLL con del (17 p)

Blocco 4. Schemi di chemioterapia raccomandati per CLL con del (11q)

http://onkolog-24.ru/limfoma.html

Per Saperne Di Più Sarcoma

La localizzazione dei processi oncologici nel campo degli organi genitali femminili rimane ancora abbastanza frequente. Mentre non è possibile migliorare in modo significativo la situazione, e anche il numero di morti rimane piuttosto grande.
Il sistema TNM è molto diffuso (i sistemi Dux e Astler-Koler non sono utilizzati): T = tumore primitivo, N = coinvolgimento linfonodale, M = metastasi a distanza. La seguente è la classificazione TNM del cancro del colon.
Quando esaminiamo il nostro corpo allo specchio, notiamo spesso l'aspetto di talpe dove non sono mai state prima, che si tratti di palme o addirittura di ascelle.
Il fungo della betulla Chaga è una specie di spore creata dalla natura che cresce su grandi dimensioni su un tronco d'albero. La betulla nutre il fungo con sostanze benefiche (zinco, ferro, potassio, polisaccaridi), succo.